Pagina 1 di 11

Gilmour compositore...

Inviato: lun apr 03, 2006 9:26 am
da Albatross
Partendo da the "Narrow way" fino on an island i grandi successi di Dave sono stati sempre caratterizzati da ritmi blandi e voce trascinata (come trascina lui la voce non la trascina nessuno)... basti pensare ai suoi primi successi come pillow of wind e fat old sun... a parte qualche pezzo un po' + movimentato in quel semi errore che è MLOR cosa dite di David come compositore dai tempi dei PF ad ora come solista? e che importanza secondo voi ha avuto Polly nella stesura delle lyrics?

E' una bozza di discussione volevo farla + articolata ma il tempo è tiranno...

Inviato: lun apr 03, 2006 9:31 am
da Stratocaster
Bozza di discussione davvero impegnativa ed estremamente interessante clap clap ......asp...ho bisogno di pensarci un pò.....per riorganizzare le idee :wink:

Inviato: lun apr 03, 2006 9:02 pm
da Andrea
Anche io voglio più tempo (ed un pc tutto mio) per poter elaborare il mio pensiero in proposito.
Già  da adesso, però, posso dire che come composizione ritengo che Barrett fosse di gran lunga il migliore tra i 4 (Syd-Rog-Dave-Rick)......




Andrea

Inviato: mar apr 04, 2006 1:16 am
da Homer Simpson
Si, Barrett (esagerando) tra i quattro da te citati, era decisamente quello che più poteva fare a meno degli altri :wink:

Inviato: mar apr 04, 2006 8:43 pm
da roger
dico la mia, sulla voce e sui ritmi niente da dire altrimenti non adorerei i pink :wink:
sulla vena di compositore invece ho tanti dubbi, secondo me sfrutta l'essere stato la chitarra e la voce dei pink, lo dice anche lui anche se in altri termini
per quanto riguarda poi chi era il Compositore per me è e resta Waters il migliore, Barrett è rimasto un talento inespresso uno che secondo me non si può giudicare non ha fatto abbastanza per avere un giudizio equo, le fine tragiche mitizzano sempre vedasi M. Monroe o J. Dean ma se permettete non sono stati certo dei grandi attori e per me per Syd è un po' così, poi il fatto che dopo di lui i Pink siano diventati i Pink che conosciamo a contribuito a far parlare anche di Syd altrimenti non so se saremmo oggi a parlare di lui se il resto non avesse avuto tutto il successo che hanno avuto
vi dirò di più, come compositore ritengo Riccardino superiore a David poi come ha detto Rik stesso funzionavano bene in 4 e qui condivido a pieno
mi sarò spiegato? :?
spero di si :mrgreen:
R

Inviato: mer apr 05, 2006 10:13 am
da Albatross
Caro Roger... hai fatto centro IMHO....

Se i pink non fossero diventati i pink Syd non sarebbe stato Syd...

Andrea stavolta l'hai sparata un po' grossa... Barrett era un vulcano in eruzione ma che non è riuscito a esplodere del tutto... e si è spento troppo presto.

La mia curiosità  più grande sarebbe quella di vedere il pifferaio in azione dopo che i colori della psichedelia londinese si sono oscurati... Chissà  che direzione avrebbero preso i Pink Floyd se lui fosse stato ancora alla guida...

Penso che la cosa su cui tutti siamo d'accordo sia che Roger sia un genio nel creare i concept le tematiche e che queste prendano il volo grazie allo zampino musicale di dave e rick...

Sicuramente l'aiuto di Polly e magari l'età  matura ha permesso a Dave di esprimersi meglio dal punto di vista compositivo ed invece è impeccabile dal punto di vista musicale...

Roger purtroppo senza l'ausilio degli altri non è allo stesso livello perchè le sue opere soliste dal punto di vista musicale non mi piacciono del tutto nonostante qualche chicca... non sto parlando di ca ira (non me la sento di giudicare)( ma solo dei lavori rock.

Concludendo... dalla separazione penso che quello che ci ha perso di più è Roger perchè i suoi album sono alti e bassi (soprattutto il bassissimo Radio KAOS) mentre Dave è in netta crescita da MLOR passando per TDB e per finire con OAI...

Spero di essere stato chiaro...

Inviato: mer apr 05, 2006 12:20 pm
da Homer Simpson
Si, ma mentre il materiale Floyd del periodo Barrettiano era di... Barrett e basta (in altre parole poteva fare a meno degli altri tre, sarebbero stato più o meno la stessa cosa... bè giusto Rick aveva peso) i Floyd a quattro sono il risultato di quella che qu tutti chiamamo "Alchimia a quattro". In altre parole Roger Waters senza Gilmour non sarebbe stato lo stesso e viceversa.

Inviato: mer apr 05, 2006 5:06 pm
da Andrea
Esattamente, le composizioni di Gilmour si basano tutte su un certo tipo di atmosfera costituita dal suo tono vocale, dalla particolare unione strumentista (che rende al meglio se a suonare ci sono Waters al basso e sopratutto Wright alle tastiere), e dai suoi splendidi solismi chitarristici. Ma se andiamo a vedere oltre non rimane molto, ma certamente ha dalla sua un grande gusto melodico.

Roger invece è decisamente un ottimo liricista, ma terribilmente ripetitivo musicista...a lui servono necessariamente dei bravi arrangiatori per esprimere a meglio le sue idee.
Richard è molto bravo sia come compositore che come strumentista, pecca però in una eccessiva pigrizia.

Syd invece anche nei suoi brani spogli delle sessions solistiche mostrò capacità  cantautoriali sicuramente a livelli straordinari (per non parlare poi delle sue visioni lisergiche ed innovative) .


Andrea

Inviato: mer apr 05, 2006 5:15 pm
da Ironbell
Andrea ha scritto:Syd invece anche nei suoi brani spogli delle sessions solistiche mostrò capacità  cantautoriali sicuramente a livelli straordinari (per non parlare poi delle sue visioni lisergiche ed innovative) .


Andrea stiamo uscendo poco poco dal seminato, più volte abbiamo discusso circa Syd nelle sue capacità  etc. il suo start è stato stupendo in un terreno più che fertile che erano quei tempi, purtroppo come più volte ho detto non sapremmo mai come avrebbe evoluto la sua vena se non fosse stato maledetto dalla malattia :cry:
difficile a dirlo anche dai suoi singoli :roll:

il discorso di Albatross credo volesse parlare della capacità  compositiva di Dave senza i soliti confronti..o sbaglio :shock:

Inviato: mer apr 05, 2006 5:22 pm
da Andrea
Del Piero, io ho parlato di David e poi l'ho confrontato con gli altri 3 membri....
In ogni caso Syd in pochi anni ha scritto quasi più canzoni di Dave in tutta la carriera. E se uno sa comporre lo si vede bene subito...e io vedo bene anche che Dave arrivato ad oggi scrive canzoni non al livello di quelle barrettiane (per quanto possano essere belle ed affascinanti).

Cmq sto parlando di songwriting.



Andrea

Inviato: mer apr 05, 2006 5:29 pm
da Albatross
Si in effetti non volevo fare i soliti confronti anche se alla fine sono inevitabili...

Per Syd va fatto un discorso a parte molto ristretto all'ambito in cui è esistito come musicista... Dave ha alle spalle 30 anni di carriera...

Ok allora riproviamo la domanda del principio secca senza commenti...

secondo voi com'è evoluto lo stile compositorio di Gilmour da the narrow way a on an island? Chi ha avuto maggiore influenza su di lui in questi anni e come ha influito il distacco da Roger sulla sua musica...

sotto a chi tocca :smt004:

Inviato: mer apr 05, 2006 5:35 pm
da fletcher
Andrea ha scritto:Roger invece è decisamente un ottimo liricista, ma terribilmente ripetitivo musicista...a lui servono necessariamente dei bravi arrangiatori per esprimere a meglio le sue idee.

Andrea


mah... a me Roger non sembra ripetitivo, le sue idee mi sembrano invece terribilmente originali....
l'unico album che si potrebbe definire ripetitivo è The Final Cut, perchè si basa sempre sullo stesso giro di accordi.... eppure le canzoni sembrano diverse.... e lo definirei un merito anche questo, non un demerito...

che poi con l'arrangiamento i pezzi ne guadagnino mi sembra anche logico.... ma di fondo, l'idea è quella che conta..
IMHO
sarebbe bello ascoltare i pezzi degli altri, prima che venissero arrangiati


Vince

Inviato: mer apr 05, 2006 5:39 pm
da Andrea
le composizioni di Gilmour si basano tutte su un certo tipo di atmosfera costituita dal suo tono vocale, dalla particolare unione strumentista (che rende al meglio se a suonare ci sono Waters al basso e sopratutto Wright alle tastiere), e dai suoi splendidi solismi chitarristici. Ma se andiamo a vedere oltre non rimane molto, ma certamente ha dalla sua un grande gusto melodico.

:roll: :roll:

Influenze?....mmm...Hendrix, Dylan, CSNY, Beatles, Blues, Jazz.....


Andrea

Inviato: mer apr 05, 2006 5:44 pm
da Andrea
fletcher ha scritto:
mah... a me Roger non sembra ripetitivo, le sue idee mi sembrano invece terribilmente originali....
l'unico album che si potrebbe definire ripetitivo è The Final Cut, perchè si basa sempre sullo stesso giro di accordi.... eppure le canzoni sembrano diverse.... e lo definirei un merito anche questo, non un demerito...

che poi con l'arrangiamento i pezzi ne guadagnino mi sembra anche logico.... ma di fondo, l'idea è quella che conta..
IMHO
sarebbe bello ascoltare i pezzi degli altri, prima che venissero arrangiati


Vince
Non a caso parlavo delle musiche..e non delle idee.
Non a caso ho già  detto che anche Gilmour ha bisogno di un certo tipo di trattamento per rendere gradevole ogni sua canzone. Ma perlomeno ci sono eccezioni come Smile e qualcun'altra dove solo con una chitarra riesce a replicare le sue migliori atmosfere.


Andrea

Inviato: mer apr 05, 2006 6:38 pm
da fletcher
non riesco capire la differenza tra "musiche" e "idee"
stiamo parlando di "compositori"
credo sia sottinteso che si intenda "idee musicali" nella genericità  dell'accezione.
idee per quanto riguarda la melodia del canto, della base, dei singoli strumenti che si vogliono includere nel pezzo, dei "rumori" di sottofondo, dei testi