Pagina 1 di 1

Mason non è anche lui fondamentale nel sound pinkfloydiano

Inviato: ven ago 31, 2007 12:08 am
da Gerald the Mouse
Lo stile di Mason mi è sempre piaciuto, il suo tocco magico sui piatti e sulle casse mi ha sempre contraddistinto le opere dei pink floyd sia dagli esordi fin a wish you were here..
Leggevo su internet e anche in alcuni post di questo forum che invece forse lui è quello che di meno ha prodotto ed è stato utile alla band o che ci siano batteristi più bravi di lui...
per me un musicista per essere bravo deve avere un suo stile definito e Mason, cacchio, lo aveva....
Un grandissimo!!!

ps: forse è un post un pò inutile però la volevo scrivere sta cosa
quindi potete pure cancellarlo

bacioni a tutti e soprattutto a tutte!!!! :oops: :P :oops:

Re: Mason non è anche lui fondamentale nel sound pinkfloydiano

Inviato: ven ago 31, 2007 10:42 am
da fletcher
credo sia fuori discussione che l'apporto creativo di Mason sia stato notevolmente minore rispetto agli altri, vuoi pure per le caratteristiche dello strumento che suonava. In fondo doveva limitarsi ad "accompagnare"...
però quando ne ha avuto la possibilità  ci ha messo del suo (vedi One of these Days nel Live a Pompei)
tecnicamente non lo ritengo un ottimo batterista... se lo paragoniamo, chessò... ad un Bonham o ad un Paice (tanto per citare qualcuno dell'epoca) mi sa che non c'è storia...
però il suo suond è caratteristico, è uno dei quattro ingredienti del pinkfloydsound...
mi piace il suo tocco delicato, la sua presenza sottile e mai invadente, il suo essere gentleman anche con uno strumento che produce rumori invece di suoni...
certamente il batterista giusto nella band giusta...

Vince

Re: Mason non è anche lui fondamentale nel sound pinkfloydiano

Inviato: ven ago 31, 2007 12:02 pm
da Andrea
a me tecnicamente è sempre piaciuto...mai una cosa inutile, e quando c'era da mettersi a fare virtuosismi utili al contesto delle canzoni non si risparmiava di certo (e dire che in tutto il Live At Pompeii c'è nè una lunga prova visiva e uditiva)

Re: Mason non è anche lui fondamentale nel sound pinkfloydiano

Inviato: ven ago 31, 2007 12:55 pm
da Fabio
Quoto, mi piace molto il suo stile pulito e senza fronzoli. Se la mettiamo sul piano puramente tecnico, ha ragione vince, ci sono batteristi che al nostro nick gli danno un paio di giri senza problemi. Il punto però è sempre lo stesso: lo stile di nick è perfetto per quello che sono le canzoni dei floyd, e il fatto che suoni in un "certo" modo non inserendo virtuosismi e passaggi estremamente tecnici non significa che non sia in grado di farlo, ma penso piuttosto che "scelga" di suonare in un certo modo.
Poi personalmente, il cambio tra il secondo e il terzo solo su money mi esalta mooooolto di più di tanti assoli dei vari paice, portnoy o moon...

Re: Mason non è anche lui fondamentale nel sound pinkfloydiano

Inviato: ven ago 31, 2007 1:32 pm
da BrainDamage
La cosa che più mi piace è che non "pesta" la batteria. Sentendo in cuffia anche Shine On,Torino 94,non ha perso (o almeno fino a quel momento) il suo stile (non pensavo che la suonasse da solo :shock: ).

Re: Mason non è anche lui fondamentale nel sound pinkfloydiano

Inviato: ven ago 31, 2007 2:18 pm
da Fabio
vado subito a risentirmela, brain..

Re: Mason non è anche lui fondamentale nel sound pinkfloydiano

Inviato: ven ago 31, 2007 3:39 pm
da janis-floyd
Mi associo alle parole usate per Nick da voi,le ritengo giuste e vere.
Mi piace Nick,nonostante di solito sia affascinata da batteristi ben più virtuosi (vedi Bonham),ma soffro il fascino del nostro Nick,che vi posso dire,io lo adoro!
E non meno importante è la sua personalità ,anche perchè lo vedevo e lo vedo tuttora come parte fondamentale a livello di anima del gruppo.
Trovo adorabile il suo cercare di mettere insieme di nuovo tutto,partecipando con entrambi a suonare dovunque,mi piace la sua modestia,la sua ironia,la sua classe.

Non creedo proprio che si sarebbe potuto auspicare un drummer migliore per i Pink Floyd,Nick,giusto e perfetto,incarna in pieno il gruppo,a dispetto di qualsiasi Palmer o chicchessia.... :D

Re: Mason non è anche lui fondamentale nel sound pinkfloydiano

Inviato: ven ago 31, 2007 4:07 pm
da Max Waters
Quoto un po' tutti, i Floyd non avrebbero potuto avere un drummer migliore di Nick.
Non eccezionale tecnicamente, ma la grande tecnica non era necessaria.
Anche se un batterista deve eseguite dei tempi non troppo eleborati, deve comunque farli bene, ma non è scontato che accada sempre.
Il nostro Nick ha suonato con estrema precisione e con le doti che erano richieste per quel tipo di muisca....probabilmente se avesse suonato con Emerson avrebbe retto solo per un album :wink:

Re: Mason non è anche lui fondamentale nel sound pinkfloydiano

Inviato: ven ago 31, 2007 5:56 pm
da DarkSide79
Un ipertecnico avrebbe ridotto la magia. Sono gli spazi il miracolo di Mason.
Ho sempre pensato che il silenzio fosse una componente importante della musica, non è un paradosso. Toccare quando serve, lasciare ponti sospesi di vuoto fra un tocco e l'altro, sono componenti essenziali di ogni misura artistica che tenda alla fuga o al sacro. E' una mia interpetazione, ma amo pensare che uno dei più profondi aspetti della sensibilità  sia cercare se stessi nel silenzio fra due note che si amano...
:smt002

Re: Mason non è anche lui fondamentale nel sound pinkfloydiano

Inviato: sab set 01, 2007 5:42 pm
da Atom
DarkSide79 ha scritto:Un ipertecnico avrebbe ridotto la magia.


A M E N :D :wink:

Re: Mason non è anche lui fondamentale nel sound pinkfloydiano

Inviato: sab set 01, 2007 5:57 pm
da Arber
Beh, dico anche io la mia!

Per prima cosa vi quoto!
Non ci sono dubbi su quello che avete detto.
Sono convintissimo anche io che un virtuoso avrebbe rovinato la magia...

La batteria di Nick non è eccelsa, ma è PERFETTA per i Pink Floyd.
E' così talmente incastrata bene, che io non riesco ad immaginare una Echoes suonata diversamente.
Ho sempre pensato che il 4/4 di Nick, fosse qualcosa di stupendamente magico per le canzoni dei Floyd.
E non riesco ad immaginare tipo Bruford o Palmer suonando Breathe... Mi farebbe senso...
(Nick non avrebbe retto manco per un album con gli ELP)

Virtuosismi e Pink Floyd non c'entrano niente coi Floyd...
E' l'emozione, il romanticismo che li ha sempre guidati.
E poi Nick è stato l'unico che ha percorso tutte le tappe dei Floyd.


Mitico Nick!!!

Evviva per sempre...


(e per quanto riesco a percepire. in questo momento è l'unico, più di tutti, che ci tiene alla reunion coi Floyd)
(bello nonnetto Nick!)

Re: Mason non è anche lui fondamentale nel sound pinkfloydiano

Inviato: sab set 01, 2007 6:08 pm
da Atom
ri - A M E N, bravo il nostro "eco terrorista" :mrgreen:

Re: Mason non è anche lui fondamentale nel sound pinkfloydiano

Inviato: sab set 01, 2007 9:16 pm
da crazydiamond77
Arrivo tardi nella discussione e dunque non mi resta che esprimere il mio accordo con molti di voi, mi avete tolto le parole di bocca: Nick è l'uomo giusto nella band giusta.
Non è il tecnico dei grandi virtuosismi fini a stessi ma i suoi tocchi gentili e precisi si adattano perfettamente alle atmosfere floydiane.
Virtuosismo ed emozione, fusi in un abbraccio indissolubile, è quello che per me crea la Musica. :wink:

Re: Mason non è anche lui fondamentale nel sound pinkfloydiano

Inviato: lun set 03, 2007 9:37 am
da Fabio
DarkSide79 ha scritto:Ho sempre pensato che il silenzio fosse una componente importante della musica, non è un paradosso. Toccare quando serve, lasciare ponti sospesi di vuoto fra un tocco e l'altro, sono componenti essenziali di ogni misura artistica che tenda alla fuga o al sacro. E' una mia interpetazione, ma amo pensare che uno dei più profondi aspetti della sensibilità  sia cercare se stessi nel silenzio fra due note che si amano...
:smt002


Come disse "qualcuno"..la musica è l'arte di inserire il silenzio tra i suoni....
clap clap