Articoli sui Pink Floyd su giornali e riviste.

Qui potete scrivere tutto sulla storia,i concerti e altre curiosità della band
Avatar utente
timechoes
Fan
Fan
Messaggi: 382
Iscritto il: lun set 15, 2008 9:10 pm
Località: Fontana Liri (FR)
Contatta:

Re: Articoli sui Pink Floyd su giornali e riviste.

Messaggioda timechoes » ven dic 26, 2008 2:06 pm

Su Wikipedia, nella pagina dedicata ai Floyd, c'è scritto che secondo molti artisti essi siano "i poeti ermetici del rock" :smt045 . Beh, finalmente una definizione che calza a pennello e che li definisce alla perfezione, no?? :wink:
I Pink Floyd mi sembrano quelli che hanno più probabilità di restare più a lungo in auge, perché non si sono mai lasciati fagocitare dal mercato consumistico ed hanno sempre pensato più al futuro che al presente.
Immagine iPod Touch 16gb

Avatar utente
Cluster
Floyder
Floyder
Messaggi: 1636
Iscritto il: lun nov 06, 2006 1:14 pm
Località: casa mia
Contatta:

Re: Articoli sui Pink Floyd su giornali e riviste.

Messaggioda Cluster » lun dic 29, 2008 10:51 am

Personalmente non sono d'accordo.
Sarà  che lego il termine "ermetismo" ad un significato prettamente letterario e di conseguenza non ne ritrovo le caratteristiche nè nei testi nè nella musica dei Pink...
together we stand...
...divided we fall

Avatar utente
timechoes
Fan
Fan
Messaggi: 382
Iscritto il: lun set 15, 2008 9:10 pm
Località: Fontana Liri (FR)
Contatta:

Re: Articoli sui Pink Floyd su giornali e riviste.

Messaggioda timechoes » lun dic 29, 2008 12:40 pm

Beh, questa è la tua opinione ed è assolutamente giusto rispettarla. Comunque io credo, dal canto mio, che invece ci sta tutta. Pensiamo ai poeti ermetici del novecento. La loro poesia, a differenza di quella di altri poeti precedenti, è profondamente dedicata all'esistenza umana e alla condizione dell'uomo, un pò da un certo punto di vista la stessa cosa che fanno i Floyd, e tali sentimenti vengono comunicati in maniera spesso e volentieri poco accessibile alle normali persone, non propriamente come nel caso dei Floyd ma comunque non possiamo dire che i loro sono testi adatti a tutti oppure terra terra come quelli dell'attuale classe di cantanti cosiddetti "popolari" che assillano le stazioni radiofoniche italiane.... :wink:
I Pink Floyd mi sembrano quelli che hanno più probabilità di restare più a lungo in auge, perché non si sono mai lasciati fagocitare dal mercato consumistico ed hanno sempre pensato più al futuro che al presente.
Immagine iPod Touch 16gb

Avatar utente
Cluster
Floyder
Floyder
Messaggi: 1636
Iscritto il: lun nov 06, 2006 1:14 pm
Località: casa mia
Contatta:

Re: Articoli sui Pink Floyd su giornali e riviste.

Messaggioda Cluster » lun dic 29, 2008 2:58 pm

Io non concordo con questa definizione.
In parte potrei condividere quando dici:
timechoes ha scritto: La loro poesia, a differenza di quella di altri poeti precedenti, è profondamente dedicata all'esistenza umana e alla condizione dell'uomo, un pò da un certo punto di vista la stessa cosa che fanno i Floyd

ma aggiungerei da "Darkside" in poi, perchè i testi precedenti non toccano propriamente (o esclusivamente) questi argomenti.
E' proprio in virtù di questo non darei mai una definizione di "ermetici" in senso assoluto.

Riporto qui di seguito in corsivo alcune caratteristiche proprie dell'ermetismo, che discordano con gli elementi floydiani che conosco:

---ermetismo = poesia caratterizzata da un linguaggio apparentemente difficile, a volte ambiguo e misterioso

Per i Pink Floyd sappiamo che non è stato sempre così... i primi testi sono caratterizzati da parole piuttosto semplici.

---la poesia vuole diventare “pura”, si esprime in termini essenziali: viene spesso privata dei nessi logici

Nei Pink Floyd ho notato che si parte dall'essenzialità  di un concetto ma poi si procede fino ad arrivare nel cuore del problema ed alla sua eventuale risoluzione, che sia positiva (la rottura del muro) o negativa (la pazzia).

---I poeti ermetici si sentono lontani dalla realtà  sociale e politica del loro tempo

Anche qui basterebbe leggere i testi di animals per capire che non è proprio così.

---Il tema centrale della poesia ermetica è il senso della solitudine disperata dell'uomo moderno (...) Egli vive in un mondo incomprensibile sconvolto dalle guerre e offeso dalle dittature per tanto il poeta ha una visione della vita sfiduciata, priva di illusioni. Altri temi della nuova poesia (...) sono: l'incomunicabilità , l'alienazione (la coscienza di essere ridotto ad un ingranaggio nella moderna civiltà  di massa), la frustrazione (deriva dal contrasto fra realtà  quotidiana che è sempre deludente e i nostri sogni)

E mentre in questo concetto rientrerebbe a pieno il lavoro di The Wall da un punto di vista concettuale, da quello espressivo invece io trovo che si discosti, a causa di alcuni testi decisamente prolissi.

Quindi, per concludere, se da un lato l'ermetismo viene richiamato per simbolismi o quant'altro, dall'altro io avverto sempre un certo discostamento, lessicale principalmente, ma anche musicale. "Shine" dura oltre 12 minuti... alla faccia dell'ermetico!
Per cui a me non verrebbe mai da dire che sono "i poeti ermetici del rock". Non la darei come una definizione universale.

Inoltre volendo far riferimento a quanto dici qui:
non possiamo dire che i loro sono testi adatti a tutti oppure terra terra

per me dipende non tanto dai testi ma da cosa cerchi nella musica.
Se la ascolti perchè dà  voce a ciò che senti è un conto. Se la ascolti perchè ti fa da sottofondo senza impegno è un altro.
together we stand...
...divided we fall

Avatar utente
timechoes
Fan
Fan
Messaggi: 382
Iscritto il: lun set 15, 2008 9:10 pm
Località: Fontana Liri (FR)
Contatta:

Re: Articoli sui Pink Floyd su giornali e riviste.

Messaggioda timechoes » lun dic 29, 2008 6:17 pm

Quello che tu hai detto è in effetti giusto ma, alcuni punti sono, almeno in parte confutabili e ti dimostro perché:
---ermetismo = poesia caratterizzata da un linguaggio apparentemente difficile, a volte ambiguo e misterioso

Per i Pink Floyd sappiamo che non è stato sempre così... i primi testi sono caratterizzati da parole piuttosto semplici.

Secondo me fino ad un certo punto, prendiamo Astronomy Domine oppure Set the control for the earth of the sun, bè non sono testi che li leggi di primo acchitto e dici ho capito quello che vogliono trasmettere....
---I poeti ermetici si sentono lontani dalla realtà  sociale e politica del loro tempo

Anche qui basterebbe leggere i testi di animals per capire che non è proprio così.


Anche qui noterei somiglianze ad es. con Montale (cfr. La bufera ed altro (post II^ guerra mondiale, -dal mio libro del liceo-"Montale intrrecciò ai temi della sua particolare crisi esistenziale quelli che ricavava dalla tragedia dell'ultima guerra e dalla grigia cronaca degli anni post-bellici in Italia")) oppure il secondo Quasimodo (cfr. Discorsi sulla poesia,- citazione dello stesso Quasimodo- "Oggi, dopo due guerre, nelle quali l'eroe è diventato un numero sterminato di morti, l'impegno del poeta è ancora più grave, perché deve rifare l'uomo, pensateci bene. Rifare l'uomo: questo è il problema capitale, questo è l'impegno").

Quindi, per concludere, se da un lato l'ermetismo viene richiamato per simbolismi o quant'altro, dall'altro io avverto sempre un certo discostamento, lessicale principalmente, ma anche musicale. "Shine" dura oltre 12 minuti... alla faccia dell'ermetico!


Già  ma se non erro, Careful With that axe Eugene e One of These Days fanno in due 18 parole....( 5+13), oppure Pigs on the Wing 1 e Pigs on the wing 2 fanno insieme 2:50 ( 1:25+ 1:25)...

Come per tutte le cose dipende dai punti di vista, e da come le si vogliono vedere le cose :D

p.s. Mi ha fatto molto piacere intavolare una discussione di questo tipo... :D clap clap
I Pink Floyd mi sembrano quelli che hanno più probabilità di restare più a lungo in auge, perché non si sono mai lasciati fagocitare dal mercato consumistico ed hanno sempre pensato più al futuro che al presente.
Immagine iPod Touch 16gb

Avatar utente
Cluster
Floyder
Floyder
Messaggi: 1636
Iscritto il: lun nov 06, 2006 1:14 pm
Località: casa mia
Contatta:

Re: Articoli sui Pink Floyd su giornali e riviste.

Messaggioda Cluster » lun dic 29, 2008 6:56 pm

timechoes ha scritto: Come per tutte le cose dipende dai punti di vista, e da come le si vogliono vedere le cose :D

Esattamente :smt001
A seconda di come analizzi la questione si trovano simmetrie oppure no.
Ciò con cui io non mi sono trovata d'accordo è infatti proprio questo principio: ossia, in virtù del fatto che non esiste un rispetto canonico per quelli che sono stati definiti i punti salienti dell'ermetismo, e visto che abbiamo di fronte un gruppo che ha fatto dell'originalità  e della sperimentazione il suo punto di forza, come si può dare una definizione così netta e marcata? a mio parere è impossibile.
Per come la vedo io, almeno.
Poi certo, come scrivevo più su, dipende da cosa ci senti nella musica, cosa ti trasmette.
A me arrivano profondamente, al contrario di un poeta ermetico, che invece con due parole non mi trasmette granchè.
Poi te ne sarai accorto, che io sono tutto fuorchè ermetica insomma :lol:

timechoes ha scritto:p.s. Mi ha fatto molto piacere intavolare una discussione di questo tipo... :D clap clap

Anche a me: basta poco per avere spunti interessanti ed approfondire la musica da punti di vista sempre diversi :wink:
together we stand...
...divided we fall

Avatar utente
timechoes
Fan
Fan
Messaggi: 382
Iscritto il: lun set 15, 2008 9:10 pm
Località: Fontana Liri (FR)
Contatta:

Re: Articoli sui Pink Floyd su giornali e riviste.

Messaggioda timechoes » lun dic 29, 2008 9:34 pm

Anche a me: basta poco per avere spunti interessanti ed approfondire la musica da punti di vista sempre diversi


Vero, inoltre credo che troppo di rado si tratta la natura del gruppo, mentre si indugia troppo sulle singole canzoni. Credo che sia molto interessante, invece, dialogare sul punto di vista intellettuale dei Pink un po' per la loro storia, un po' perché non sono stati un semplice gruppo musicale, ma hanno anche saputo andare oltre la barriera della musica, che di certo rimane la loro principale attenzione. Forse tralaltro, è proprio questo che ad oggi ce li fa rimpiangere più di ogni altra cosa, è proprio questo quello che non riusciamo più a trovare negli artisti moderni. ci vuole proprio un: WISH YOU WERE HERE..... :smt022
I Pink Floyd mi sembrano quelli che hanno più probabilità di restare più a lungo in auge, perché non si sono mai lasciati fagocitare dal mercato consumistico ed hanno sempre pensato più al futuro che al presente.
Immagine iPod Touch 16gb

Avatar utente
Atom
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 5484
Iscritto il: ven mag 07, 2004 9:19 am
Contatta:

Re: Articoli sui Pink Floyd su giornali e riviste.

Messaggioda Atom » lun dic 29, 2008 10:24 pm

beh su questo forum gli argometi si sono trattati nel corso degli anni in maniera considerevole, senza soffermarsi soltanto sull'aspetto del mero fan, i Pink Floyd indubbiamente danno infiniti spunti di argomentazione, l'anno scorso avevo iniziato a rispolverare diversi topic davvero interessanti, putroppo capita spesso che le prime due pagine dei vari forum "sotterrino" gli altri Topic, se hai voglia fatti un giro, fa sempre piacere rinnovare gli argomenti, e son certo che ne puoi trovare alcuni davvero sfiziosi :wink:
Non sorridiamo perché qualcosa di buono è successo,
ma qualcosa di buono succederà perché sorridiamo.

-----------------------
beppe

Il quadro nell'avatar è opera di Giuliano Giuggioli "Libertà".

Avatar utente
timechoes
Fan
Fan
Messaggi: 382
Iscritto il: lun set 15, 2008 9:10 pm
Località: Fontana Liri (FR)
Contatta:

Re: Articoli sui Pink Floyd su giornali e riviste.

Messaggioda timechoes » lun dic 29, 2008 11:02 pm

Beh ora cosa mi hai detto Atom..... :smt007 non appena avrò tempo cercherò sicuramente di rispolverare qualcosa... daltronde ho deciso a suo tempo di iscrivermi a questo forum proprio per intavolare discussioni che toccassero i vari aspetti della concezione floydiana di musica, con persone che come voi sono interessate, spero, a fare lo stesso :smt003
I Pink Floyd mi sembrano quelli che hanno più probabilità di restare più a lungo in auge, perché non si sono mai lasciati fagocitare dal mercato consumistico ed hanno sempre pensato più al futuro che al presente.
Immagine iPod Touch 16gb

Avatar utente
pieffe
Senior
Senior
Messaggi: 3395
Iscritto il: ven mar 18, 2005 1:25 pm
Località: La Vallée

Re: Articoli sui Pink Floyd su giornali e riviste.

Messaggioda pieffe » ven feb 05, 2010 10:20 pm

Barrett sarà  sul prossimo numero di Mojo.
http://www.pink-floyd.org/barrett/mojobarr.htm
Shine on Syd.
Pieffe.

Avatar utente
pinkywaters44
Fan
Fan
Messaggi: 369
Iscritto il: gio mag 14, 2009 7:23 pm
Località: Casalpusterlengo, Lombardy
Contatta:

Re: Articoli sui Pink Floyd su giornali e riviste.

Messaggioda pinkywaters44 » dom feb 07, 2010 10:22 am

pieffe ha scritto:Barrett sarà  sul prossimo numero di Mojo.
http://www.pink-floyd.org/barrett/mojobarr.htm
Shine on Syd.
Pieffe.

:shifty: No...Non credo! avevo già  visto questa copertina non è di quest'anno.
Pinky... 020 <-- Pink Floyd
Facebook: https://www.facebook.com/VeronicaPagliuso
:auto-ambulance: I HaVe BeCoMe CoMfOrTaBly NuMb

Avatar utente
pieffe
Senior
Senior
Messaggi: 3395
Iscritto il: ven mar 18, 2005 1:25 pm
Località: La Vallée

Re: Articoli sui Pink Floyd su giornali e riviste.

Messaggioda pieffe » dom feb 07, 2010 4:09 pm

Ehm... ricrediti... 003

Cito direttamente dalla fanzine di Hey You (http://www.heyou.it/ si trova appena sopra la notizia della mostra di Torino):

"25.01.2010 - SYD BARRETT SU MOJO DI MARZO
Su Mojo di marzo (n. 196) la copertina è dedicata a Syd Barrett; all'interno un lungo servizio e un CD-tributo allegato alla rivista"

Shine on. : Wink :
Pieffe.

Avatar utente
pieffe
Senior
Senior
Messaggi: 3395
Iscritto il: ven mar 18, 2005 1:25 pm
Località: La Vallée

Re: Articoli sui Pink Floyd su giornali e riviste.

Messaggioda pieffe » dom feb 07, 2010 11:11 pm

"Suonare come... David Gilmour" è il titolo di un articolo sul Gilmour-sound è apparso su "Chitarre" di gennaio (mi ero scordato di segnalarlo qualche settimana fa); niente di particolarmente nuovo; il video dimostrativo, di un assolo in stile gilmouriano, si trova su accordo.it.
Shine on. : Wink :
Pieffe.

Avatar utente
pinkywaters44
Fan
Fan
Messaggi: 369
Iscritto il: gio mag 14, 2009 7:23 pm
Località: Casalpusterlengo, Lombardy
Contatta:

Re: Articoli sui Pink Floyd su giornali e riviste.

Messaggioda pinkywaters44 » lun feb 08, 2010 4:22 pm

pieffe ha scritto:Ehm... ricrediti... 003

Cito direttamente dalla fanzine di Hey You (http://www.heyou.it/ si trova appena sopra la notizia della mostra di Torino):

"25.01.2010 - SYD BARRETT SU MOJO DI MARZO
Su Mojo di marzo (n. 196) la copertina è dedicata a Syd Barrett; all'interno un lungo servizio e un CD-tributo allegato alla rivista"

Shine on. : Wink :
Pieffe.

http://www.facebook.com/photo.php?pid=3 ... 3231441835 questa è la copertina corretta perchè in quella del link del post precedente non è quella di marzo : RedFace : :shifty: : Thumbup :
Pinky... 020 <-- Pink Floyd
Facebook: https://www.facebook.com/VeronicaPagliuso
:auto-ambulance: I HaVe BeCoMe CoMfOrTaBly NuMb

Avatar utente
pieffe
Senior
Senior
Messaggi: 3395
Iscritto il: ven mar 18, 2005 1:25 pm
Località: La Vallée

Re: Articoli sui Pink Floyd su giornali e riviste.

Messaggioda pieffe » lun feb 08, 2010 5:04 pm

Probabilmente l'altro link riportava quella vecchia (mi sfugge dove ho preso il link 017 ), mentre quelle di Hey You e anche FB sono corrette : Thumbup :
Shine on. : Wink :
Pieffe.