The Beatles

Parlate dei gruppi o generi musicali non propriamente legati ai Pink Floyd che più vi piacciono
Avatar utente
Arber
Floyder con le palle
Floyder con le palle
Messaggi: 5355
Iscritto il: dom lug 10, 2005 3:12 pm
Località: Roma
Contatta:

Re: The Beatles

Messaggioda Arber » gio nov 27, 2008 4:15 pm

Mazza... C'è un informazione globalizzata...

Sempre la stessa notizia l'ho letta su repubblica e su altri 2874 giornali... boh
:scared-shocked:

Avatar utente
Cluster
Floyder
Floyder
Messaggi: 1636
Iscritto il: lun nov 06, 2006 1:14 pm
Località: casa mia
Contatta:

Re: The Beatles

Messaggioda Cluster » gio nov 27, 2008 4:44 pm

:lol:
Evidentemente le notizie sui Beatles hanno ancora il loro effetto mediatico :wink:
together we stand...
...divided we fall

Avatar utente
vinz
Senior
Senior
Messaggi: 3440
Iscritto il: mar mag 02, 2006 1:46 am
Località: CalaBBBRifornia (o Calafrica... bho???)

Re: The Beatles

Messaggioda vinz » ven nov 28, 2008 12:33 am

a proposito ragazzi...

...ma avete sentito della possibile imminente pubblicazione del brano psichedelico dei Beatles "Carnival of Light" ? :P

si dice che sia un lungo brano sperimentale di circa 14minuti risalente al periodo del SergentPepper che rimase inedito in quanto considerato troppo avanti e troppo "fuori" perchè il mondo lo ascoltasse... (si parla di uso di loops, tracce alla rovescia effetti ecc...)
...oltretutto non è mai apparso neanche sui bootlegs! :?

...non vedo l'ora di ascoltarlo! :mrgreen: (anche perchè vorrei vedere se per dire che era "troppo avanti" si sia tenuto conto o meno del fatto che nello stesso anno è uscito un certo ThePiperAtTheGatesOfDawn!!! 8)

testa dura
...and everything under the MOON is in tune...

Avatar utente
Arber
Floyder con le palle
Floyder con le palle
Messaggi: 5355
Iscritto il: dom lug 10, 2005 3:12 pm
Località: Roma
Contatta:

Re: The Beatles

Messaggioda Arber » dom nov 30, 2008 7:13 pm

Non l'avevo mai sentita... boh

Sono curioso anche io...
:scared-shocked:

Avatar utente
timechoes
Fan
Fan
Messaggi: 382
Iscritto il: lun set 15, 2008 9:10 pm
Località: Fontana Liri (FR)
Contatta:

Re: The Beatles

Messaggioda timechoes » dom feb 01, 2009 8:57 pm

Oggi ho sentito per la prima volta ( eh già  putroppo non ne ho mai avuto occasione prima :( ) alcuni brani tratti da Sergent Pepper, nella fattispecie Sgt. Pepper's Lonely Hearts Club Band (il pezzo + reprise) e Lucy in the Sky with Diamonds, ebbene mi aspettavo molto di più da quello che da molti è considerato il miglior album nella storia della musica e fra i pezzi portanti della psichedelia... Mi spiace dirlo ( per gli altri non per noi :mrgreen: ) ma Piper e Umma stanno na cifra avanti 8) Magari la psichedelia degli "scarafaggi" è più abbordabile, questo si, ma per me qualitativamente i Pink sono più completi, raffinati e avanguardisti nello steso tempo.
I Pink Floyd mi sembrano quelli che hanno più probabilità di restare più a lungo in auge, perché non si sono mai lasciati fagocitare dal mercato consumistico ed hanno sempre pensato più al futuro che al presente.
Immagine iPod Touch 16gb

Avatar utente
Alexander C.
Floydiano
Floydiano
Messaggi: 598
Iscritto il: dom mar 04, 2007 6:27 am
Località: Bologna
Contatta:

Re: The Beatles

Messaggioda Alexander C. » lun feb 02, 2009 6:08 am

timechoes, credimi sulla parola, Sgt. Pepper si ascolta davvero solo se dall'inizio alla fine. Può sembrare un concetto retorico, ma è davvero così.

Avevo visto da piccolo il film animato Yellow Submarine e mi era piaciuto, ma non tanto grazie alla musica.
Anni fa, dei Beatles ero arrivato a conoscere benino solamente quei brani che un po' tutti noi conosciamo, Yesterday, Help, Hey Jude ...
Nello specifico frequentavo alcuni amici che appena avevano una chitarra acustica in mano partivano spessissimo con Michelle o Let It Be ... risultato, io che pensavo "che PALLE 'sti Beatles, io col cavolo che mi metto ad ascoltare musica così".

TUTTO è cambiato quando, leggendo -un po' come te- da molte parti che Sgt. Pepper era un caposaldo totale, trovai il CD ad un prezzo molto inferiore a quello normale (i Beatles sono tra i pochi artisti i cui CD sono difficilmente in offerta ... non ne hanno bisogno ...).
Una volta partito il CD mi sono ritrovato immediatamente circondato dell'atmosfera folle e meravigliosa di Sgt. Pepper, con momenti in cui mi mettevo a riguardare sbigottito l'anno sul CD ... 1967 ... mi ripetevo: non è possibile, non tutto l'album ... è troppo folle per il 1967 ...

Mi è piaciuto talmente che in breve tempo ho comprato il CD che è più o meno il seguito, cioè Magical Mystery Tour ... che è, se vogliamo, meno curato ma ancora più folle e meraviglioso ... e da lì sono diventato irrimediabilmente fan dei Beatles 8)

Se vuoi accettare il mio consiglio, Sgt. Pepper va ascoltato in qualità  CD dall'inizio alla fine senza stacchi ... poi ne riparliamo :wink:

E' ovvio che per i Beatles si tratti di psichedelia, diciamo, 'raffinata', dove le follie non sono -rovesciate- di colpo nel mix audio, ma solcano tutto il percorso come luci fosforescenti che ogni tanto passano e lasciano il segno ... particolari di rilievo che elevano le composizioni già  di per loro gradevolissime a sogni fatti di intrecci sottili e preziosi. Un errore che si può commettere ascoltando i Beatles è quello di pensare di trovarci un sound o tutto psichedelico o per niente psichedelico. I Beatles sono -conditi- di psichedelia, mi spiego ? :)

Avatar utente
Atom
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 5484
Iscritto il: ven mag 07, 2004 9:19 am
Contatta:

Re: The Beatles

Messaggioda Atom » lun feb 02, 2009 10:19 am

concordo in generale con Alex, direi infatti, che mentre The Piper è probabilmente IL capolavoro della psichedelia, Sgt. Peppers è un lavoro da vedere a 360°, quindi non legato solo alla psichedelia, bensì allo sperimentalismo, alla ricerca, all'innovazione della musica moderna su più fronti.... teniamo conto inoltre che quella era la musica che andava "di moda" in quel periodo, la psichedelia era come il pane quotidiano all'epoca, esistono parecchi dischi "psichedelici" apparentemente più elaborati, ma Sergent nonostante l'innovazione è arrivato a toccare le menti della gente a livello planetario (già  solo per questo lo affiancherei più a Dark Side come caratteristica)... tanto di cappello a questa opera, quindi... ma... se lo prendiamo strettamente come disco psichedelico, ritengo che The Piper superi di gran lunga il capolavoro dei Fab4.... :wink:
Non sorridiamo perché qualcosa di buono è successo,
ma qualcosa di buono succederà perché sorridiamo.

-----------------------
beppe

Il quadro nell'avatar è opera di Giuliano Giuggioli "Libertà".

Avatar utente
janis-floyd
Senior
Senior
Messaggi: 2939
Iscritto il: ven lug 14, 2006 12:50 am
Località: Roma..ma erro..vado..
Contatta:

Re: The Beatles

Messaggioda janis-floyd » lun feb 02, 2009 11:32 am

Quoto Alexander con tutte le scarpe!! :mrgreen:
Ci sono dei lavori strepitosi,io beh sono di parte perchè spesso ho bisogno anche dei primi album seppur "leggerini",da ascoltare con enorme piacere.
Anche Revolver trovo sia un album bello bello bello,se poi vorrai approfondire puoi sempre chiedere e ti saranno date delle dritte infallibili!! :D :wink:
..Cloudless everyday you fall upon my waking eyes,inviting and insiting me to rise...

Obfusc by clouds ©

ah,come l'hai chiusa bene,uh come l'hai chiusa bene..eh come l'hai chiusa bene..

Se una cosa la vuoi, una strada la trovi. Se una cosa non la vuoi, una scusa la trovi.

Avatar utente
Cluster
Floyder
Floyder
Messaggi: 1636
Iscritto il: lun nov 06, 2006 1:14 pm
Località: casa mia
Contatta:

Re: The Beatles

Messaggioda Cluster » mar feb 03, 2009 4:29 pm

C'è anche da dire che un genere musicale non nasce così... dall'oggi al domani.
Ci sono sempre delle evoluzioni tra un genere e l'altro, sconfinamenti, fusioni... solo dopo si può parlare di "nuovo genere".
Se è pur vero che "The Piper" è il caposaldo della psichedelia è pur vero che Sergent Pepper ha segnato una discreta svolta tra il primo genere molto melodico tipico degli anni '60 ed i gruppi a seguire dal 68 in poi.
Io per lo meno lo vedo come un album anticipatore della psichedelia.
together we stand...
...divided we fall

Avatar utente
timechoes
Fan
Fan
Messaggi: 382
Iscritto il: lun set 15, 2008 9:10 pm
Località: Fontana Liri (FR)
Contatta:

Re: The Beatles

Messaggioda timechoes » ven feb 13, 2009 9:37 pm

Si certo sicuramente avete ragione voi, anche perchè come ribadisco non l'ho ascoltato tutto ma solo tre brani. Quello che volevo dire, e forse non mi sono spiegato bene, è che sono rimasto deluso dal fatto che i più quando si parla di psichedelia fine anni '60 il primo nome che cacciano fuori è Beatles per il gruppo e Sgt. Pepper per l'album, invece che ne so... Pink Floyd e Piper?! :mrgreen: :mrgreen: Alchè mi sono detto: cacchio sto Sgt. Pepper chissà  che diamine di bomba psichedelica deve esse, se a come dicono è meglio persino di Piper e Umma 8) E invece, come detto, quando ho sentito sti tre pezzi, che pur essendo molto orecchiabili e belli, sono rimasto deluso dal punto di vista tipicamente psichedelico. E ribadisco che i Pink sotto quell'aspetto stanno troppo avanti, come giustamente fa notare Arber!!! E inoltre concordo con Cluster: con Sgt. Pepper i Beatles sono più precursori della psichedelia che psichedelici veri e propri :smt002
I Pink Floyd mi sembrano quelli che hanno più probabilità di restare più a lungo in auge, perché non si sono mai lasciati fagocitare dal mercato consumistico ed hanno sempre pensato più al futuro che al presente.
Immagine iPod Touch 16gb

Avatar utente
Alexander C.
Floydiano
Floydiano
Messaggi: 598
Iscritto il: dom mar 04, 2007 6:27 am
Località: Bologna
Contatta:

Re: The Beatles

Messaggioda Alexander C. » sab feb 14, 2009 4:28 am

timechoes ha scritto:E inoltre concordo con Cluster: con Sgt. Pepper i Beatles sono più precursori della psichedelia che psichedelici veri e propri :smt002


Questo è senz'altro vero, ma non parlerei di 'precorrere' (l'anno è sempre il '67), quanto più di 'diffondere', perchè i Beatles hanno portato la psichedelia a una miriade di orecchie che probabilmente una 'esplosione' alla Piper non l'avrebbero mai consapevolmente apprezzata così tutta insieme.

Avatar utente
Arber
Floyder con le palle
Floyder con le palle
Messaggi: 5355
Iscritto il: dom lug 10, 2005 3:12 pm
Località: Roma
Contatta:

Re: The Beatles

Messaggioda Arber » sab feb 14, 2009 1:14 pm

Alexander C. ha scritto:Questo è senz'altro vero, ma non parlerei di 'precorrere' (l'anno è sempre il '67), quanto più di 'diffondere', perchè i Beatles hanno portato la psichedelia a una miriade di orecchie che probabilmente una 'esplosione' alla Piper non l'avrebbero mai consapevolmente apprezzata così tutta insieme.


Esatto...

Quando la gente parla di Psichedelia o di POP, pensa subito magari (anche erroneamente) ai Beatles come precursori o altro...
Invece no. Se uno va in fondo a conoscere proprio la storia culturale degli anni 60, vede o percepisce, che Londra era una citta pazzamente prolifica...
I giovani erano in fermento continuo, chiunque faceva qualcosa. Chi dipingeva, scriveva, faceva riprese. L'arte era in esplosione...
Quelli più conosciuti erano quelli che facevano musica o che l'avrebbero fatto nel futuro...
Si si va a leggere la storia si impara che all'Ufo club, mentre i Floyd suonavano con Syd, c'erano Lennon, Townshend tra gli altri. Ma anche gente che a distanza di qualche anno avrebbe fatto la differenza come Sinfield (dei primi King Crimson) o Steve Hackett... E tanti altri.
Il circuito musicale era pazzo, ci si influenzava a vicenda... I Soft Machine e i Pink Floyd andavano a braccetto... Ci sono moltissime similitudini tra i primi SM e i Pink...
Ma anche tra i Beatles e i Pink Floyd, anche se chi conosce bene i due gruppi, sa e sente che la differenza è abissale...
Non a caso mentre Sgt. Pepper veniva registrato, nell'altra sala c'erano i Floyd che registravano il Piper...
Due mondi quasi totalmente diversi, ma esplosivi e carismatici...

Tutto questo per ribadire (secondo me) che i Beatles non hanno tutto questo merito per quanto riguarda la psichedelia...
O meglio ne hanno meno di quanto li danno...
L'unica cosa è che i Beatles erano molto più famosi degli altri, quindi qualsiasi cosa che facevano o dicevano loro era uno scoop...
Il viaggio in india, la psichedelia, le droge, le prime canzoni "diverse"... Insomma... I Beatles erano nell'occhio di tutti...
Insomma vedere Paul che parla di Psichedelia vestito tutto precisino, con la barba fatta e in giacca e cravatta, non è proprio il massimo, quando Syd e altri sfoggiavano tuniche colorate e capelli lunghi....
Ma in realtà  loro si sono fatti trascinare dalla pazza corrente che li ha sbandierati in giro per il mondo.
Sono stati abili ad aprofittarsene. Hanno fatto bene...

Ma cmq, anche se non l'avessero fatto loro, tale movimento massivo, sarebbe comunque venuto fuori... Era troppo grande per rimanere invisibile...

:)
:scared-shocked:

Avatar utente
Cluster
Floyder
Floyder
Messaggi: 1636
Iscritto il: lun nov 06, 2006 1:14 pm
Località: casa mia
Contatta:

Re: The Beatles

Messaggioda Cluster » sab feb 14, 2009 2:24 pm

Arber, condivido quando dici che c'è differenza tra Beatles e Pink Floyd ma non sul fatto che i primi si siano incanalati sulla via della psichedelia solo perchè stava diventando una moda e da famosi hanno deciso di trarne un beneficio commerciale.
Pensa alle critiche e a quanti hanno dato loro addosso quando uscì strawberry fields... da bravi ragazzi vennero crocifissi a drogati se non peggio.
Io credo che i Beatles, come gli altri, abbiano risentito dell'influenza culturale del momento e l'abbiano resa propria a modo loro. Come ripeto, a mio parere alla fine degli anni 60 si sono trovati in un periodo di transizione, musicalmente parlando. Non posso condividere quando dici che non hanno meriti per la psichedelia, perchè, come ho detto più su, alle novità  ci si arriva per piccoli passi. Come dici giustamente tu, anche ascoltando gli altri, facendosi influenzare. La musica è una continua trasformazione. Non ti dimenticare che dopo lo scioglimento dei Beatles, Lennon è stato un grande fautore dei principi del movimento hippy. Certo, faceva musica melodica ed orecchiabile, però "viveva" la sua vita in base a quei principi. Non era quindi solo una mossa commerciale, ci credeva davvero. Su di lui certe filosofie avevano avuto molta influenza.
Riprendo dopo, ora devo scappare! :wink:
together we stand...
...divided we fall

Avatar utente
Arber
Floyder con le palle
Floyder con le palle
Messaggi: 5355
Iscritto il: dom lug 10, 2005 3:12 pm
Località: Roma
Contatta:

Re: The Beatles

Messaggioda Arber » sab feb 14, 2009 2:58 pm

Ma io non accusavo loro di furbetti...
Semplicemente intendevo che loro, appunto come altri, non potevano farne a meno di venire trascinati dalla corrente socio-musicale...
Non dico che sono stati furbi o finti, semplicemente hanno capito che il tempo delle "mele" (delle canzonette come help) era finito...
Ed hanno seguito il richiamo della libertà ...

E ovvio che se loro (i bravi ragazzi) appoggiavano questo movimento dei giovani molto anticonformista, sicuramente sarebbero stati criticati tantissimo, infatti è stato così...
Ma perché lo stesso movimento era criticato...

Cmq il succo del mio discorso era simile a ciò che tu hai detto con: "...abbiano risentito dell'influenza culturale del momento e l'abbiano resa propria a modo loro."

:)
:scared-shocked:

Avatar utente
timechoes
Fan
Fan
Messaggi: 382
Iscritto il: lun set 15, 2008 9:10 pm
Località: Fontana Liri (FR)
Contatta:

Re: The Beatles

Messaggioda timechoes » sab feb 14, 2009 4:05 pm

Comunque vada, beati loro che non solo hanno vissuto quei magnifici anni, ma li hanno anche vissuti a Londra patria dello sperimentalismo.Si trovavano nella città -stato della psichedelia dove pure il più incapace avrebbe prodotto cose che oggi sazierebbero i palati dei più raffinati in tema di psichedelia... diciamo comunque sia i Beatles che soprattutto i Pink, hanno avuto la fortuna di essere al posto giusto nel momento giusto. Che fissa quando ripenso a Syd che suona la sua Telecaster all' Ufo assieme allo zio Nick alla batteria con i suoi baffi che di li a poco sarebbero divenuti un cult, assieme a Roger che suonava il basso Rickembacker immerso nei suoi pantaloni sotto-ascellari :mrgreen: :mrgreen: e con gli occhiali da sole a lenti blu in piena notte e infine Rick immerso nei suoi sperimentalismi "organici". :smt055 Non vorrei ora andare off topic, ma grazie che poi alla fine è arrivata la parabola discendente dei Pink, quando senza più quel magnifico contorno non c'era più l'allegria e la spensieratezza su cui poggiare le proprie basi... :smt102
I Pink Floyd mi sembrano quelli che hanno più probabilità di restare più a lungo in auge, perché non si sono mai lasciati fagocitare dal mercato consumistico ed hanno sempre pensato più al futuro che al presente.
Immagine iPod Touch 16gb