Storie floydiane verosimili...

Avatar utente
pieffe
Senior
Senior
Messaggi: 3395
Iscritto il: ven mar 18, 2005 1:25 pm
Località: La Vallée

Storie floydiane verosimili...

Messaggioda pieffe » mar ago 14, 2007 12:26 am

Max Waters ha scritto:No, è il mio lato caratterizzato da una precisa categoria filosofica: il non-essere :mrgreen:
che Roger ti benedica Pieffino :smt004:


Beh, ora posso anche rivelare la verità  sul conto di Max...
[mode narratore ON]
Max non lo sa ma si trova... AI CONFINI DELLA REALTA'...

(pausa per assumere un'espressione stupita e incredula, tipo così ---> :shock: )

Max Waters in realtà  non è Max Waters: fino a qualche tempo fa, si chiamava Max "The Dave" Gilmour .
(altra pausa)
Non ricorda nulla da quel giorno in cui è stato colpito da un fender Jazz, lanciato da una scogliera... si dice sia stato un extracomunitario del sud Europa, in gita scolastica in Italia, mentre coglieva del mirto selvatico: non riconoscendo le qualità  ed il pregio del basso, ritrovato abbandonato, lo lanciò lontano, con un grido il cui echo è ancora udibile oggi in quel luogo (in particolare, il 2° venerdì di marzo e l'ultima domenica di novembre, su appuntamento). Max "The Dave" non aveva neppure l'aspetto di oggi: era un capellone (biondo) ed era pure un po' in sovrappeso... sarà  cosa ancora più sconcertante per lui, scoprire che, pure allora, era appassionato della musica dei Pink Floyd, ma diversamente da oggi, il suo idolo era Gilmour non Waters :shock: ...
(pausa per diventare cianotico)
Ora che la personalità  Watersiana cede, giorno dopo giorno, il Gilmour (il Max Gilmour) che è in lui scalpita per ritornare predominante nella mente sconvolta di quest'uomo... ce la farà  a reggere questa continua lotta la sua mente offuscata? Una di queste mattine, potrebbe anche risvegliarsi e scoprire, con orrore, di essere tornato ancora una volta il vero se stesso... ma quale sarà  la sua vera personalità ?
Allora diciamo tutti: Goobye Max Waters e Coming Back To Life Max Gilmour :twisted:
[mode narratore OFF]

Pieffe.

P.S. Scusate, ma oggi sono offuscato pure io... dopo una sera in ufficio ad archiviare sono fuso andato...

Avatar utente
janis-floyd
Senior
Senior
Messaggi: 2939
Iscritto il: ven lug 14, 2006 12:50 am
Località: Roma..ma erro..vado..
Contatta:

Re: TGG of PFS2 (Bibbona, 26/05/07):musica, amicizia ed emozioni

Messaggioda janis-floyd » mar ago 14, 2007 1:00 am

Caro Pief..ma che te sei fumato stasera?? :shock:
Hai accartocciato fogli dai blocchetti delle ricevute e sbriciolato un cactus in ufficio??
:smt043 :smt043
..Cloudless everyday you fall upon my waking eyes,inviting and insiting me to rise...

Obfusc by clouds ©

ah,come l'hai chiusa bene,uh come l'hai chiusa bene..eh come l'hai chiusa bene..

Se una cosa la vuoi, una strada la trovi. Se una cosa non la vuoi, una scusa la trovi.

Avatar utente
Cluster
Floyder
Floyder
Messaggi: 1636
Iscritto il: lun nov 06, 2006 1:14 pm
Località: casa mia
Contatta:

Re: TGG of PFS2 (Bibbona, 26/05/07):musica, amicizia ed emozioni

Messaggioda Cluster » mar ago 14, 2007 12:16 pm

:smt082
together we stand...
...divided we fall

Avatar utente
crazydiamond77
Floydiano
Floydiano
Messaggi: 982
Iscritto il: lun apr 16, 2007 5:53 pm
Località: Parthenope, ma mi sento figlia del mondo

Re: TGG of PFS2 (Bibbona, 26/05/07):musica, amicizia ed emozioni

Messaggioda crazydiamond77 » mar ago 14, 2007 1:01 pm

sono curiosa di sapere anche io pieffino cosa ha assunto! :shock:
grandioso! :smt043
And if the band you're in starts playing different tunes, I'll see you on the dark side of the moon

Si vive in un'epoca in cui solo gli ottusi sono presi sul serio e io vivo nel terrore di non essere frainteso (Wilde)

Chiunque sia un po' specialista è, a rigor di termini, un idiota (Shaw)

Avatar utente
moon
Floydiano
Floydiano
Messaggi: 726
Iscritto il: mer feb 01, 2006 9:06 pm
Località: Campagnatico (GR) Maremma toscana
Contatta:

Re: TGG of PFS2 (Bibbona, 26/05/07):musica, amicizia ed emozioni

Messaggioda moon » mar ago 14, 2007 4:12 pm

clap clap clap clap
non so cosa tu abbia assunto prima di scrivere 'sta cosa, ma è uno spettacolo!
Chissà  quando la leggerà  Max... :D
(o forse l'ha già  letta e non ha avuto il coraggio di rispondere perché Pieffe ha indovinato?? :shock: ) :smt003
And I am you and what I see is me...



http://ilamoon.blogspot.com

Avatar utente
Max Waters
Floydiano
Floydiano
Messaggi: 1394
Iscritto il: mer dic 22, 2004 11:46 am
Località: Roma
Contatta:

Re: TGG of PFS2 (Bibbona, 26/05/07):musica, amicizia ed emozioni

Messaggioda Max Waters » mer ago 15, 2007 12:36 am

Siamo in tema di racconti estivi…ecco il mio

[Modalità  watersiano vendicativo fantasy on]

Pieffe-Potter e la Strato nella roccia


Pieffe era ancora un maghetto apprendista e non conosceva la musica. Aveva sentito solo i canti degli elfi durante le lunghe passeggiate notturne sulle rive del Reno, alla ricerca degli ingredienti per le sue pozioni…e sognava senza sosta il tesoro dei Nibelunghi.

Un notte iniziò a desiderare di suonare quelle melodie celestiali, e la sua preghiera fu talmente sincera e intensa che, nel bel mezzo della notte, mentre si trovava a letto con il suo pigiamino “flower-power” ricamato, gli apparve una figura maestosa, che con voce solenne gli disse: “Alzati Maghetto, la tua strada è un'altra…tu farai magie, ma non con l'arte di Merlino e di Morgana!”.

Era il Dio Roger-Odino...Genio Creativo della musica, per la precisione.
E ora lo conduceva con la sua figura solenne e splendente verso il bosco degli elfi, dove in una roccia si trovava da secoli un oggetto a lui sconosciuto: una Strato nera luccicante e mai suonata da nessuno.

Il Maghetto col suo cuore puro e scoppiettante di fantasia riuscì a estrarla dalla roccia senza nemmeno sudare e subito ricevette la luce di Roger con queste parole: “è la chitarra che ho consegnato a David quando è entrato nella band più spettacolare, più affascinante, più ineguagliabile della storia del rock…ora è tua, ora sei un chitarrista”.

Da quel momento Pieffe – ribattezzato I'm crazy for Roger - iniziò a compiere magie con la Strato consegnatagli da Roger-Odino. Purtroppo egli da subito dubitò delle sue potenzialità  e il Genio Creativo lo punì facendogli credere per sempre di essere un gilmuriano e facendogli dimenticare il suo nuovo nome, venuto alla luce solo recentemente grazie ad antichi manoscritti rinvenuti a Carmagnola, in Sassonia, da Beppe-Precision, discendente degli antichi elfi.

E infatti puntualmente, ad ogni ritrovo dei musici italici della Padania, della Terronia e delle Isole Australi Sardo-sicule, il tenero Maghetto (della Strato) continua a peccare di modestia per poi riempire di emozioni la platea con le sue magie….e dopo ogni magico assolo, sente per pochi secondi nel suo cuore la voce del Genio Creativo…solo per pochi secondi, poi purtroppo continua a credere di essere gilumuriano.
Presunto gilmuriano, ma incoronato chitarrista da Roger-Odino.

[Modalità  watersiano vendicativo fantasy off]
"Odio insultare me stesso: per questo evito di bestemmiare"
(dagli Aforismi Sonnolenti di Max Wilde)

Avatar utente
pieffe
Senior
Senior
Messaggi: 3395
Iscritto il: ven mar 18, 2005 1:25 pm
Località: La Vallée

Re: Storie floydiane verosimili...

Messaggioda pieffe » mer ago 15, 2007 11:37 am

:smt005 :smt044
clap clap Grande Max : siamo 1 a 1... palla al centro.
A presto per le nuove puntate. :smt002
Shine on.
Pieffe.

[mode narratore ON] Nella prossima puntata: Vedremo il nostro Max Waters (Waters ancora per poco :twisted: ) colmo di sgomento e terrore, con la paura costante di risvegliarsi l'indomani e non riconoscersi più o, ancora perggio, capire di riconoscersi benissimo nella sua vecchia personalità , ormai sopita da tempo... ora non se ne accorge ancora, ma lo spirito goliardico gilmouriano, piano piano, prende il sopravvento... si, perchè Max non può sapere che: il gilmouriano è spiritoso, non monotematico... comunque, questa è un altra storia... nuove e fantastiche avventure attendono il nostro isolano offuscato, con l'interrogativo: io, Max, realmente watersiano sono?[mode narratore OFF]

Avatar utente
crazydiamond77
Floydiano
Floydiano
Messaggi: 982
Iscritto il: lun apr 16, 2007 5:53 pm
Località: Parthenope, ma mi sento figlia del mondo

Re: Storie floydiane verosimili...

Messaggioda crazydiamond77 » mer ago 15, 2007 12:37 pm

uà à à à  ma che spettacolo ragazzi! 8)

aspetto ansiosa le prossime puntate :P
And if the band you're in starts playing different tunes, I'll see you on the dark side of the moon

Si vive in un'epoca in cui solo gli ottusi sono presi sul serio e io vivo nel terrore di non essere frainteso (Wilde)

Chiunque sia un po' specialista è, a rigor di termini, un idiota (Shaw)

Avatar utente
Max Waters
Floydiano
Floydiano
Messaggi: 1394
Iscritto il: mer dic 22, 2004 11:46 am
Località: Roma
Contatta:

Re: Storie floydiane verosimili...

Messaggioda Max Waters » mer ago 15, 2007 4:45 pm

Fra, siamo due pazzi furiosi...ma io lo spirito goliardico lo possiedo da anni :lol:

Aspettatevene di tutti i colori :D

[anticipo la trama della prossima puntata per i nostri golosi lettori:
il Maghetto Potter sarà  costretto ad affrontare un viaggio psichedelico nella terra dei Bassisti Megalomani...riuscirà  a scoprire la voce di Roger-Odino e quindi la sua vera identità ??? solo un po' di pazienza :smt003 ]
"Odio insultare me stesso: per questo evito di bestemmiare"
(dagli Aforismi Sonnolenti di Max Wilde)

Avatar utente
pieffe
Senior
Senior
Messaggi: 3395
Iscritto il: ven mar 18, 2005 1:25 pm
Località: La Vallée

Re: Storie floydiane verosimili...

Messaggioda pieffe » mer ago 15, 2007 5:13 pm

Max Waters ha scritto:Fra, siamo due pazzi furiosi

Eccome. Oltre il confine dell'offuscamento c'è solo il delirio dell'animo: direi che siamo prossimi al limite... :lol:

Max Waters ha scritto:...ma io lo spirito goliardico lo possiedo da ann

[mode narratore ON]Il nostro Max (che ricordiamo, si trova... AI CONFINI DELLA REALTA'), vive ancora nell'illusione, in unl mondo surreale... distorto... frutto della sua mente offuscata... ormai il giorno è prossimo, il giorno della sua rinascita... da anni il suo spirito goliardico gilmouriano scalpita per tornare alla vita e, come la Fenice rinasce dalle ceneri, ritornerà  anch'esso più forte di prima... :smt066 ... Max dovrà  stare attento al lento e inesorabile evolversi della sua vera natura con la quale dovrai fare i conti... uno di questi giorni... il vero nemico si cela dentro di lui... :twisted: ... l'interrogativo che lo tortura è sempre quello: io sono ciò chi sono ora? O sono ciò che ero? Ma chi ero veramente?... mistero... mistero... mistero... [mode narratore OFF]

Max Waters ha scritto:[anticipo la trama della prossima puntata per i nostri golosi lettori:(...)

:smt043
Sono stremato. :smt044

Shine on. :smt002
Pieffe.

Avatar utente
Arber
Floyder con le palle
Floyder con le palle
Messaggi: 5355
Iscritto il: dom lug 10, 2005 3:12 pm
Località: Roma
Contatta:

Re: Storie floydiane verosimili...

Messaggioda Arber » gio ago 16, 2007 12:11 am

Prologo
pieffe ha scritto:Non ricorda nulla da quel giorno in cui è stato colpito da un fender Jazz, lanciato da una scogliera... si dice sia stato un extracomunitario del sud Europa, in gita scolastica in Italia, mentre coglieva del mirto selvatico: non riconoscendo le qualità  ed il pregio del basso, ritrovato abbandonato, lo lanciò lontano, con un grido il cui echo è ancora udibile oggi in quel luogo (in particolare, il 2° venerdì di marzo e l'ultima domenica di novembre, su appuntamento).



Ecco...
E' così che iniziò tutto...
Con un grido ed un lancio...
Chissà  cosa sarebbe successo se tutto questo non fosse successo. O se quel mirto selvatico non fosse stato terribilmente affascinante per quel povero extracomunitario...
O meglio ancora, chissà  che sarebbe successo se quella nave dove si era imbarcato (di nascosto), diretto alle Maldive non avesse cambiato direzione per un atterraggio d'emergenza, sulle sponde del Tevere...

Ecco questa è la mia storia... Di come un montanaro delle Sacre Antiche Terre delle Aquile si trasformò in elegante (si fa per dire) cultore di musica Offuscata...
E di come, in compagnia di altri Offuscati e non, si avventuro tra le terre Rosa...
:scared-shocked:

Avatar utente
Max Waters
Floydiano
Floydiano
Messaggi: 1394
Iscritto il: mer dic 22, 2004 11:46 am
Località: Roma
Contatta:

Re: Storie floydiane verosimili...

Messaggioda Max Waters » gio ago 16, 2007 12:36 pm

La saga del Maghetto continua...ecco a voi la seconda puntata.


FloydFantasy 2:
Pieffe-Potter e la terra dei Bassisti Megalomani.


Il Maghetto ancora non poteva credere ai suoi occhi e alle sue orecchie. All'ultimo, schizofrenico raduno dei musici adoratori del Rosa, nel territorio dello Gnomo Riccardo – noto in tutta FloydLandia per i suoi modi cortesi e la sua simpatia contagiosa -, aveva stupito tutti con la sua Strato…ancora bella e luccicante, come quando l'aveva ricevuta da Roger-Odino.
Sempre convinto di essere gilmuriano, passava le sere a creare filtri magici e arpeggi su argomenti offuscati come Unicorni, Corrosioni Cerebrali e Mucche (fino all'incontro col Genio Creativo si sarebbe limitato a mangiarle con i suoi modi da gentleman posato…e sempre senza posate…).

Una notte, proprio nel momento in cui perfezionava un suo assolo, Roger-Odino decise di aprirgli la mente e gli si manifestò vestito di nero, come a Pompei, con queste parole: “Maghetto della Strato, ho deciso di essere clemente con te. Quando ti sottovaluti mi fai tenerezza e, per poter riacquistare la coscienza della tua watersianità , dovrai superare una prova in un luogo lontano”.

Roger-Odino con un battito di mani trasportò Potter dalle rive del Reno fino alla Terre Australi abitate dai temibili Bassisti Megalomani, che la gente del luogo, terrorizzata e anestetizzata dai decibel che emettevano dai loro amplificatori ad ogni santa ora della giornata, chiamava Precision Giant, Jazz Giant e Scuaiar Giant…ma dagli estimatori dei generi di nicchia erano detti semplicemente i Gentle Giant.
Erano offuscati della peggior specie, dediti all'allevamento del bestiame, alle grappe e, in gioventù, alle donne…ora il più anziano di loro si era stabilito nel Ducato di Savoia con gentile signora, mentre gli altri due circuivano due giovani chitarriste di belle speranze (ma erano solo speranze…).
I Megalomani afferrarono il povero Maghetto, lo bendarono e il Gigante di origine balcanica gli disse: “O ciccio, devi riconoscere i nostri bassi dal suono: questa è la tua prova!”
Le tenebre calavano sulla caverna dei Gentle Giant e Potter, bendato e stordito dalla grappa ingerita, vedeva solo farfalle, libellule e cigni che si trasformavano in treni.

Toccò il primo basso (se fosse stato alto probabilmente non ci sarebbe arrivato), ma gli si sbriciolò tra le mani…era di cartone! E subito esclamò: “Taroccato!”. I due bassisti Precision e Jazz sghignazzarono compiaciuti e mandarono lo Scuaiar a preparare la grappa per le fate che ogni sera si riunivano davanti al monte per imprecare contro il punk e la house.
Potter era al bivio. Era sconvolto dall'estasi mistica provocatagli dalla visione di Roger, ma si decise. Suonò il Precision e subito esclamò: “Senza dubbio è un Jazz!”.
Le urla psichedeliche di Precision Giant risuonarono per tutta la valle. Infuriato per l'onta subita, cercò di afferrare il Maghetto incosciente, che, come una lepre alla vista dei cani, fuggì dalla caverna, mentre Jazz Giant riponeva il suo insostituibile strumento nella custodia e canticchiava Supper's ready.

Il povero Maghetto non aveva superato la prova. Era destinato a mantenere la falsa convinzione di essere gilmuriano.
Il Genio Creativo, deluso dall'intera vicenda, si limitò a trasferirlo nella sua terra di Polentonia.
Aveva ben altro da fare…era arrivato il momento di Regolare i Comandi del Cuore del Sole.
"Odio insultare me stesso: per questo evito di bestemmiare"
(dagli Aforismi Sonnolenti di Max Wilde)

Avatar utente
pieffe
Senior
Senior
Messaggi: 3395
Iscritto il: ven mar 18, 2005 1:25 pm
Località: La Vallée

Re: Storie floydiane verosimili...

Messaggioda pieffe » gio ago 16, 2007 2:19 pm

:smt043 :smt005
Immagino come ci sarà  rimasto lo Squaiar Giant, al grido di "Taroccato" :smt005 (allo sbriciolamneto del basso di cartone sono quasi rotolato dalla sedia :smt082 )... forse l'avrà  presa anche peggio del Giant Jazz, anche se, quest'ultimo lo ha manifestato in maniera decisamente meno signorile ( già  me lo vedo ---> :smt076 )... :smt003
Alle prossime puntate!
Chissà  come saranno le avventure del "Montanaro delle Sacre Antiche Terre delle Aquile" :smt003
E chissà  il nostro Max "AI CONFINI DELLA REALTA' "... e anche oltre, ne "LA TERRA DELL'OBLIO CEREBRALE"... :smt002
Shine on.
Pieffe.

Avatar utente
Arber
Floyder con le palle
Floyder con le palle
Messaggi: 5355
Iscritto il: dom lug 10, 2005 3:12 pm
Località: Roma
Contatta:

Re: Storie floydiane verosimili...

Messaggioda Arber » gio ago 16, 2007 3:12 pm

Penso seriamente che questo topic sta prendendo una bruttissima piega........


:smt044 :smt043 :smt042

Il SATAM (le Sacre Antiche Terre delle Aquile e il Montanaro) :twisted: è imbestialito dalla prova non superata del Potter...
Ed essendo il suo angelo, ehm pardon, il suo diavolo custode farà  di tutto per proteggere il Potterino....



:lol: :lol: :lol:
:scared-shocked:

Avatar utente
crazydiamond77
Floydiano
Floydiano
Messaggi: 982
Iscritto il: lun apr 16, 2007 5:53 pm
Località: Parthenope, ma mi sento figlia del mondo

Re: Storie floydiane verosimili...

Messaggioda crazydiamond77 » gio ago 16, 2007 3:38 pm

non mi ripiglio più, basta ho le lacrime!!!! :smt005 :smt044

cmq me lo vedo il gigante balcanico che esordisce con un "O ciccio..." :mrgreen:

Max Waters ha scritto:Le urla psichedeliche di Precision Giant risuonarono per tutta la valle.


mmmh sì...mi pare di udirle... :smt091 :lol:
And if the band you're in starts playing different tunes, I'll see you on the dark side of the moon

Si vive in un'epoca in cui solo gli ottusi sono presi sul serio e io vivo nel terrore di non essere frainteso (Wilde)

Chiunque sia un po' specialista è, a rigor di termini, un idiota (Shaw)