Pagina 1 di 3

Il migliore album di Syd

Inviato: mar dic 07, 2004 1:37 pm
da The_Piper
Secondo me il miglior album di Syd è Wouldn't you miss me anche se è una raccolta. Dico ciò perchè vi sono le sue più belle canzoni (dominoes, love song, baby lemonade, opel, Night late, dark globe, ecc.) e sono state escluse altre, presenti nei suoi 3 lavori da solista tipo rats, maise che sono scadenti. Inoltre vi sono 2 buone nuove canzoni -Two of a kind e Bob Dylan Blues- che io non conoscevo. La cernita dei brani è davvero azzeccatissima. Questa è la mia opinione.

Voi come la pensate?
:?:

Inviato: mer dic 22, 2004 12:36 pm
da BrainDamage
Quoto.L'aver pubblicato materiale inedito e non le solite raccolte scassapalle a volte raggiunge il suo scopo.Molte canzoni di Syd le ho rivalutate in questo album.

Inviato: mer dic 22, 2004 2:21 pm
da Andrea
preferisco i 2 dischi normali, con bonus track annesse...





Andrea

Inviato: mer dic 22, 2004 4:20 pm
da PinkLady
Andrea ha scritto:preferisco i 2 dischi normali, con bonus track annesse...


Andrea


Vale anche per me

Inviato: mer dic 22, 2004 6:02 pm
da BrainDamage
Son d'accordo ma io son atratto da ciò che non è propriamente ufficiale...ma questo è risaputo...credo :shock:

Inviato: mer dic 22, 2004 11:29 pm
da wallhiker
Bob Dylan Blues è bellissima!!!

A proposito di cose non propriamente ufficiali. Questa domanda è rivolta a chi ha sudato per avere the Peel Session; cosa ne pensate della Radio One Session (e cosa pensate delle ultime bonus track?)?

Inviato: mer dic 22, 2004 11:30 pm
da Andrea
Sono delle ottime versioni acustiche dei brani migliori del Syd solista! :wink:




Andrea

Inviato: gio dic 23, 2004 12:17 am
da wallhiker
Anche Baby Lemonade, Dominoes e Love Song?

Inviato: gio dic 23, 2004 1:21 am
da Andrea
si






Andrea

Inviato: gio dic 23, 2004 10:22 am
da Max Waters
Concordo sui primi due album di Syd...magnifici...ma anche Opel (la raccolta) non è male...e Octopus è il meglio del meglio!!!

Max :roll:

Inviato: mar lug 12, 2005 12:37 am
da wallhiker
Andrea ha scritto:si


Andrea


Sette mesi dopo mi ricordo di questo post...
Io a dire il vero mi sono spaventato a sentire quelle 3 canzoni. A parte che i dischi di Robert Johnson hanno meno fruscii...
Capisco anche che la BBC (che ha lottato alla grande per proibire la diffusione delle copie di The Peel Session) ci teneva a pubblicare il gioiellino a nome suo. Per i fan più accaniti è certamente bello ascoltare una nuova versione magari con Syd allo stato più confusionale possibile ed arricchire così la loro collezione di chicche. L'ho fatto anche io (che avevo già  Peel Session) e sono il primo a fare il mea culpa. Però il tutto mi appare un pochino macabro e voyerista. Proprio su un disco ufficiale dovevano pubblicarle?
Già  non mi è piaciuta l'idea di pubblicare pezzi come If It's In You su The Madcap Laughs, dove Syd smette a metà  e si capisce che è fuori come una campana.
Le bonus track inserite nella raccolta Crazy Diamond non sono da meno.
La rabbia è che le case discografiche hanno fatto di Syd Barrett un animale da zoo; da osservare da dietro il recinto. Un fenomeno da baraccone.

Venite gente, venite; la donna cannone, l'uomo a due teste, le gemelle siamesi e il pazzo diamante.

Non si tratta più solamente di "rendere omaggio alla leggenda" o di "divulgarne il genio". Qui si tratta di mettere la sua pazzia sotto i riflettori; attirare i curiosi; fare della sua malattia qualcosa a disposizione di tutti. È come prendere un uomo e sbatterlo nudo in mezzo ad una città . Vi rendete conto che le uniche due canzoni di Syd Barrett che non sono state pubblicate (in via ufficile; non in bootleg) sono Vegetable Man e Scream Thy Last Scream? Com'è possibile? Quale band si è vista pubblicare il 99,8% di tutte, dico tutte, le sue registrazioni?

Alla fine dei lavori pare che Syd Barrett abbia detto a David Gilmour semplicemente -"grazie!"-. David non sa ancora oggi se intendeva ringraziarlo per davvero o se era una battuta sarcastica.

Io trovo veramente tutto molto triste. Chissà  se un giorno pubblicheranno anche i versi di John Lennon mentre muore dissanguato davanti al Dakota? Io ho un disco di Charles Manson. Dico, Charles Manson. Ne ha fatti due: uno di demo ed uno registrato a San Quintino.
Il primo è stato la causa del suo "odio" verso il mondo del rock poichè nessuno ha voluto pubblicarlo. Nessuno ha voluto pubblicarlo quando Charles Manson era semplicemente uno strano musicista in cerca di un ingaggio. Quando ha compiuto le stragi ecco che quel disco ha iniziato a valere una fortuna e qualcuno, come la Awareness Records, ha deciso di stamparne e venderne migliaia di copie sotto il titolo -"The Love And Terror Cult"- con tanto di foto assatanata sulla copertina.
Il bello è che c'è pure gente come me che si compra certe cose per "dovere" storico. Ma non è dovere storico, è una puttanata! Quanti altri musicisti dovranno pugnalarsi al cuore (come Elliot Smith) prima di diventare delle icone del rock'n'roll? Avete notato come i negozi di dischi, quando muore un musicista, mettono sempre un disco del "caro estinto" in bella vista in vetrina? Un omaggio? Un tributo?

Il punto è che Syd Barrett, a differenza di Charles Manson, è vittima inconsapevole di questo fottutissimo circolo.
Dio! John Lennon è stato ucciso da un fan che voleva essere qualcuno d'importante nella sua vita. Che mondo!

Spero leggiate il post anche se è molto lungo. Spero di non avervi annoiato e di non avervi fatto solamente perdere del tempo. Però a questa cosa ci tengo molto. Se adesso siete tristi come lo sono io, leggette la mia firma che magari vi tirerete un pochino su.

Inviato: mar lug 12, 2005 9:28 am
da Albatross
Ti quoto come sempre wall... è il gusto dell'orrido... tanto per imanere in tema... durante gli attentati in inghilterra non sono state trasmesse immagine cruente solo interviste e riprese da lontano a campo aperto a differenza di ciò che si era visto a madrid e new york...
e c'è chi ha gridato alla censura di stato... anche se per me era solo buon gusto e rispetto!

Inviato: mar lug 12, 2005 10:11 am
da Atom
wallhiker ha scritto: ...(strata-cut)
Spero leggiate il post anche se è molto lungo. Spero di non avervi annoiato e di non avervi fatto solamente perdere del tempo. Però a questa cosa ci tengo molto. ...(final-cut)


Carissimo wallhiker, intanto non mi sono annoiato assolutamente, anzi tempo permettendo i post lunghi mi piacciono molto e soprattutto se sono ben scritti, e guarda caso il tuo lo è...

Come posso non quotare tutto cio' che hai scritto?

Hai azzeccato perfettamente il problema prendendo l'esempio di Barrett e/o di Charles Manson, ma ne esistono a decine di esempi... il discorso lo possiamo estendere a 360° in ogni forma artistica; il risultato è che ogni mezzo è buono per far denaro. Si scavalcano le morali degli individui senza ritegno per raggiungere lo scopo, poi se ci mettiamo una bella vicenda che crea un qualche mistero o verità  velate, si viene a creare in automatico quella miscela di curiosità  e perversione per la quale l'uomo ne è sempre stato un gran divoratore...

Ci sono studi e ricerche per le quali c'e' gente che testa le debolezze dell'uomo per renderlo debole al volere del mercato...

Purtroppo spesso siamo solo dei grandi baccalà  e possiamo solo combattere questa ipocrisia rimanendo critici di fronte alle scelte...
Mi spiego: se possiedo un disco di Charles Manson, o mi piace come forma artistica fine a se stessa (ed è ok), o sono un collezionista (e puo' ancora essere ok), o sono un idiota (vedi chi ha acquistato The Love And Terror Cult).

Saluti :wink:

Inviato: dom dic 25, 2005 11:36 pm
da Andrea
Mi sono accorto che le mie copie masterizzate ( :mrgreen: ) dei 2 dischi barrettiani stanno andandosi a farsi fottere. Quindi sto seriamente pensando di fare un salto da Mediaworld e acquistare la dolce raccolta del dolce pifferaio. Mi conviene? Si.

E credo farò un servizio simile con il Piper.



Andrea

Inviato: gio dic 29, 2005 12:11 am
da Andrea
Presa la raccolta.
Ottima la scelta dei brani, ma avrei optato per una scaletta più omogenea e cronologica.



Andrea