NO VINILE, NO PARTY

Tutto ciò che riguarda i vinili,collezionismo e curiosità
Avatar utente
topix
Floydiano
Floydiano
Messaggi: 631
Iscritto il: mer apr 21, 2010 9:35 pm
Località: Gavorrano

Re: NO VINILE, NO PARTY

Messaggioda topix » mer nov 10, 2010 7:16 pm

A proposito di superimpianti, sono stato un anno fà  nell'entroterra di viterbo, a casa (bel podere) di Fa..ini, un noto giornalista che scrive sulla rivista suono. Sono entrato nel mondo di pre....ampli......cavi in argento.......stabilizzatori di corrente, phono a ginghia che sembravano opere d'arte con tre o più cinghie che facevano da traino , piatti con livellatori laser,amplificatori solidi, bracci con bilanceri futuristici, casse statiche dove vedevi solo la cornice ricoperta da una sottile membrana trasparente.......ecc....ecc...Sono pezzi che gli vengono dati dalle case costruttrici, in modo che provandole possa poi fargli una recensione sul giornale......Prezzi proibitivi......solo le puntine partivano da 1500,00 EU. Ho ascoltato per la prima volta tre tipi di impianti diversi, con una pulizia di suono mai provata. Entrare in quel mondo pieno di isotopi, ioni, e perticelle elettrche ( sembrava di stare nel momento di calma che precede un temporale) sono state 3 ore di esperienza eccezionale......Capisco il mio amico Gianni che si svena per la sua passione.!!!!!
chi vuol esser lieto sia del doman non v'è certezza

Avatar utente
Mrpinky
Senior
Senior
Messaggi: 2870
Iscritto il: dom giu 19, 2005 10:18 pm
Località: Delta del Po, nella parte più oscura della Luna!
Contatta:

Re: NO VINILE, NO PARTY

Messaggioda Mrpinky » mer nov 10, 2010 7:49 pm

Non voglio rompere le ***le, ma questo è un topic sul vinile e la sua differenza con i cd, se parliamo di impianti, andiamo nella sezione apposita... : Wink :
MR.PINKY
The Mr.Pinky Discography, http://digilander.libero.it/mrpinky

The Lunatics, http://www.thelunatics.it
PINK FLOYD. STORIE E SEGRETI (Giunti, 2012)
IL FIUME INFINITO. TUTTE LE CANZONI DEI PINK FLOYD (Giunti, 2014)

Avatar utente
vinz
Senior
Senior
Messaggi: 3440
Iscritto il: mar mag 02, 2006 1:46 am
Località: CalaBBBRifornia (o Calafrica... bho???)

Re: NO VINILE, NO PARTY

Messaggioda vinz » mer nov 10, 2010 8:11 pm

a proposito della differenza fra vinile e CD... :whistle:

assodato che il suono di un buon vinile è nettamente migliore (ed ormai credo che nessun abbia più dubbi al riguardo) ci sta con i CD un problema molto grave (direi letale) che sta "affiorando" solo negli ultimi anni legato alla reale effettiva durata del dischetto digitale...

nei primi anni 80, quando uscirono i primi CD, si diceva che fosse il supporto più durevole (almeno cento anni) e resistente all'uso ed all'abuso... e che mantenesse inalterate nel tempo le sue "qualità " sonore...
...ecco... niente di più falso... :|

si sta riscontrando che dei CD (e non mi riferisco a quelli masterizzati che sono ancora meno durevoli ma a quelli prodotti industrialmente 013 ) dopo soltanto 10-15 anni dalla loro produzione, a prescindere da come vengono usati e conservati, stanno iniziando ad "ossidarsi"... cosa che li rende completamente inutilizzabili... pare che il problema sia più presente su alcuni piuttosto che su altri (dipende magari anche dai singoli produttori) ma è un problema decisamente serio...
(basta googolare un pò sull'argomento che ti esce fuori un vero e proprio macello : Eeek : )

mentre oramai si sa con certezza PROVATA (e non con delle fantomatiche simulazioni di invecchiamento come fanno per i CD) che i vinili, se trattati e conservati con la dovuta cura, durano realmente una vita (e forse anche di più)... :whistle:

il problema della corrosione dei CD è ovviamente di natura chimica ed è legato ai materiali usati che sono EVIDENTEMENTE poco stabili nel tempo...

ovviamente i produttori non solo sostengono il contrario ma negano addirittura l'evidenza... : :s :


meditate gente... 002
...and everything under the MOON is in tune...

Avatar utente
Mrpinky
Senior
Senior
Messaggi: 2870
Iscritto il: dom giu 19, 2005 10:18 pm
Località: Delta del Po, nella parte più oscura della Luna!
Contatta:

Re: NO VINILE, NO PARTY

Messaggioda Mrpinky » mer nov 10, 2010 8:43 pm

Come volevasi dimostrare... : Thumbup :
MR.PINKY
The Mr.Pinky Discography, http://digilander.libero.it/mrpinky

The Lunatics, http://www.thelunatics.it
PINK FLOYD. STORIE E SEGRETI (Giunti, 2012)
IL FIUME INFINITO. TUTTE LE CANZONI DEI PINK FLOYD (Giunti, 2014)

Avatar utente
vinz
Senior
Senior
Messaggi: 3440
Iscritto il: mar mag 02, 2006 1:46 am
Località: CalaBBBRifornia (o Calafrica... bho???)

Re: NO VINILE, NO PARTY

Messaggioda vinz » mer nov 10, 2010 9:21 pm

appunto... e questo vuol dire che la nostra amata collezione di vinili, se trattata con cura, ci regalerà  soddisfazioni e calde vibrazioni sonore per tutta la nostra vita... mentre la collezione di CD è destinata inesorabilmente a dissolversi nel nulla nel giro di un certo numero di anni... :|

ed a quel punto sì che potremmo dire a ragion veduta: NO VINILE? : Lol : NO PARTY! : Twisted :


PS: addirittura anche i tanto bistrattati nastri magnetici, benchè notoriamente NON troppo duraturi, sembra che siano comunque più duraturi dei CD... :think:



per chi vuole approfondire la parola d'ordine da inserire su google è: CD ROT (e comunque il grosso delle informazioni è in inglese)
giusto un'immagine per capire di cosa stiamo parlando...
http://www.hdtvinfo.eu/news/news-articl ... discs.html
in questo caso si tratta addirittura di un disco BluRay... e siccome i bluray esistono da pochissimi anni vuol dire che questi nuovi supporti sembrano essere ancora meno duraturi... (menomale che non si sono ancora diffusi troppo sul mercato!)

per la cronaca bisogna dire che non esiste solo il problema delle macchioline di ossidazione... ma anche quello dei funghi o del semplice cambio di colore (imbrunimento) dello strato metallico (sempre per ossidazione)... e, badate bene, tutti questi fatti accadono NON sulla superficie esterna del dischetto... bensì nei suoi strati metallici interni (quindi sotto lo strato di plastica)

in sostanza col digitale, fra supporti progettati e realizzati male ed i continui cambi di standard che rendono obsoleto un particolare formato già  dopo pochi anni finiremo per perdere TUTTO! :doh:
...and everything under the MOON is in tune...

Avatar utente
the machine
Wallaro
Wallaro
Messaggi: 60
Iscritto il: mer ott 20, 2010 2:46 pm

Re: NO VINILE, NO PARTY

Messaggioda the machine » gio nov 11, 2010 9:59 am

vinz ha scritto:in sostanza col digitale, fra supporti progettati e realizzati male ed i continui cambi di standard che rendono obsoleto un particolare formato già  dopo pochi anni finiremo per perdere TUTTO! :doh:


:angry-screaming: noooooooo!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! che dici???!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
Non esiste il lato oscuro della luna. E' tutta oscurità.

Avatar utente
fletcher
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 5820
Iscritto il: sab feb 19, 2005 4:21 pm
Località: flester Memorial Home
Contatta:

Re: NO VINILE, NO PARTY

Messaggioda fletcher » gio nov 11, 2010 11:28 am

beh, vorrei pure sapere il tipo come lo ha conservato quel CD della foto...
quando mi sono "annegato" con la macchina son rimasti sott'acqua anche un po' di cd..
alcuni li ho ripuliti (anche dopo qualche tempo) e funzionano tranquillamente...
...So ya..Thought ya...
Might like to go to the show...

Avatar utente
vinz
Senior
Senior
Messaggi: 3440
Iscritto il: mar mag 02, 2006 1:46 am
Località: CalaBBBRifornia (o Calafrica... bho???)

Re: NO VINILE, NO PARTY

Messaggioda vinz » gio nov 11, 2010 1:20 pm

Vince,

è vero che i CD/DVD/Bluray soffrono l'umidità , il calore, la luce (specialmente quella solare) , che non fanno altro che accelerare il processo di deterioramento chimico... ma anche conservandoli per bene, in ambienti freschi e secchi, tale processo deteriorativo va avanti ugualmente, a quanto pare... :|

in ogni caso tali problemi pare che si manifestino dopo anni e non su tutti i dischetti... sembra che comunque non tutti i produttori di dischetti siano incappati in problemi di questo tipo ma purtroppo non ci è dato sapere in anticipo quali dischetti sono destinati ad ossidarsi e quali no... e forse non lo sanno neanche loro... :whistle:

sembra che le cause del problema siano proprio fra gli strati interni del dischetto, in particolare negli inchiostri usati per il lato etichetta che, in alcuni casi, sono causa di corrosione dello strato metallico... oppure anche nel sottile strato "protettivo" interno situato fra lo strato dell'etichetta e quello riflettente che non isola a sufficienza... oppure anche nella non sufficiente tenuta del bordo esterno del disco che, pian pianino, lascerebbe passare l'ossigeno... insomma i problemi sarebbero diversi ma tutti ugualmente letali... : Mad :

ovviamente mi riferisco a quelli prodotti industrialmente, perchè i masterizzati è ben risaputo che non durano più di tanto...

ad esempio, riguardo i masterizzati, qualche tempo fa ho avuto modo di verificare di persona che quei dischetti su cui ho applicato quelle classiche etichette circolari adesive stampabili, benchè fossero dischi di marca buona (anche Verbatim Datalife Plus, per esempio) , dopo solo pochi mesi se ne sono iniziati ad andare anche risultando perfetti all'occhio...
...mi pare ovvio che la colla delle etichette (o meglio i solventi in essa contenuti) hanno corroso di brutto...
...discorso simile riguardo all'uso di pennarelli indelebili contenenti dei solventi... :|


va da sè che risulta molto chiaro che, ad oggi, il supporto audio più duraturo rimane il buon vecchio vinile proprio perchè il PVC non teme nè l'umidità , nè i funghi (al massimo basta lavarlo e ritorna come prima), non si ossida ed ha un processo di deterioramento chimico estremamente più lento rispetto ad altri materiali...

al secondo posto ci stanno i nastri magnetici che, benchè alcuni di loro soffrano particolarmente l'umidità  (che a lungo andare fa distaccare lo strato con l'ossido metallico contenente il segnale sonoro dal nastro stesso) risultano comunque più duratuti dei dischetti digitali...

il bello di tutto ciò sta però nella natura del segnale registrato... un segnale analogico (su nastro o su vinile) magari potrà  anche perdere un pò di qualità  col tempo e con l'uso, ma rimane sempre utilizzabile... mentre un segnale digitale, fintanto che il supporto "regge" si sente alla perfezione, ma non appena affiorano dei problemi diventa di colpo completamente inutilizzabile... per esempio come un file corrotto che, anche se ha problemi solo su una piccola parte di esso, non serve più a niente... :|

in sostanza a me non preoccupa tanto il discorso sulla musica (che per fortuna esiste anche su supporti analogici) quanto piuttosto quello riguardante i dati che possono stare solo su supporti digitali... CD, DVD, BluRay, HardDisk, SmartCard, PenDrive e memorie varie purtroppo non sono sufficientemente affidabili per conservare qualcosa più di tot di tempo... senza tener conto dell'obsolescenza tecnologica che è un altro problema da non sottovalutare... :whistle:


quindi direi che il titolo di questo thread è più che azzeccato... NO VINILE, NO PARTY! : Eeek :

023


EDIT: piccolo aggiornamento (preoccupante)... leggevo online che fra i CD più "martoriati" da questo problema ci siano quelli prodotti dalla EG Records (vedi King Crimson)... allora ho controllato il mio "In the court..." che ho comprato ad inizio anni 90, che dovrebbe essere il mio primo CD mai acquistato (non avendolo ai tempi trovato su vinile)...
...come volevasi dimostrare, ci stanno una serie di microscopici buchi nello strato metallico... se si illumina il dischetto con una lampadina ci si vede proprio attraverso... : Eeek : : Eeek : : Eeek : e dire che sto dischetto è stato quasi sempre nella sua custodia... :| ...fuori uno! 013
...and everything under the MOON is in tune...

Avatar utente
fletcher
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 5820
Iscritto il: sab feb 19, 2005 4:21 pm
Località: flester Memorial Home
Contatta:

Re: NO VINILE, NO PARTY

Messaggioda fletcher » ven nov 12, 2010 11:37 am

se parliamo di conservazione, Vinz, ti credo.. i CD, avendo componenti metalliche deperiscono prima dei dischi che sono in polimeri plastici...

in quanto al deperimento da usura, però, i CD credo siano migliori... il nastro (che tra l'altro ha anche componenti metalliche) soffre molto il trascinamento, i dischi ad ogni passaggio della puntina ricevono un "danno"...

credo che per un collezionista sia di gran lunga migliore il vinile: eccellente qualità  (anche se fine a se stessa, visto che raramente il disco sarà  suonato) e conservazione praticamente eterna..
per un ascolto ripetuto, invece, reputo migliore il CD.. si per la praticità  che per la possibilità  di fare copie...
solitamente uso acquistare un cd originale e portarmi in giro una copia, finchè magari comincia a far schifo (o l'annego : Lol : ) e quindi ne faccio un'altra e così via..
...So ya..Thought ya...
Might like to go to the show...

Avatar utente
vinz
Senior
Senior
Messaggi: 3440
Iscritto il: mar mag 02, 2006 1:46 am
Località: CalaBBBRifornia (o Calafrica... bho???)

Re: NO VINILE, NO PARTY

Messaggioda vinz » ven nov 12, 2010 12:02 pm

perfettamente daccordo, Vince! : Thumbup :

il CD non soffre l'usura da utilizzo ma purtroppo non dura nel tempo quanto abbiamo sempre creduto...

il vinile non regge l'uso continuato ma si conserva molto meglio...

io, per preservarli, mi trasferisco i vinili in digitale ma non a qualità  CD (16bit 44.1khz) perchè la famosa "qualità  CD" non è una grande qualità ... me li trasferisco ad alta risoluzione (24bit 96khz , ENORME differenza! 002 ) e li masterizzo su DVD oppure ascolto direttamente i files WAV da computer... in questo modo gli ascolti diretti del vinile si riducono quasi a zero... : Cool :

se poi c'è un disco in particolare che mi piace ascoltare direttamente da vinile allora vedo di procurarmene una seconda copia, così una la conservo intatta e l'altra l'ascolto a piacere. 003

continuando ad indagare sull'argomento "CD ROT" pare chiaro che la parte metallica si ossida proprio perchè il policarbonato (la parte plastica) non regge a lungo ad impedire il passaggio dell'ossigeno verso lo strato metallico, ossidandolo...

ho pure scoperto che purtroppo la carta (vedi le copertine, il libretto del CD) a contatto col dischetto favorisce la corrosione del policarbonato essendo una componente acida... e pure la classica custodia in plastica (in PVC, ovvero in vinile) reagisce chimicamente col policarbonato, accelerando il processo di corrosione...
in sostanza pare che per rallentare il processo distruttivo i CD andrebbero conservati in custodie (o bustine) fatte in polipropilene (o PP) in quanto chimicamente inerte e senza la carta ed in ambienti freschi ed asciutti (come per il vino).

e comunque questi problemi sui CD i produttori pare che li conoscano sin dai primi anni 90... ma ovviamente non ci hanno avvisato. :|
...and everything under the MOON is in tune...

Avatar utente
fletcher
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 5820
Iscritto il: sab feb 19, 2005 4:21 pm
Località: flester Memorial Home
Contatta:

Re: NO VINILE, NO PARTY

Messaggioda fletcher » ven nov 12, 2010 12:40 pm

domanda (forse cretina)
e se da un vinile ci facessimo dei cd a 96Khz suonerebbero nel lettore cd?
il formato sarebbe identico (.wav) cambierebbe la frequenza..
avremmo bisogno di un cd per ogni canzone ma la qualità  ne gioverebbe
lo chiedo perchè il mio ampli del 5.1 mi mostra la frequenza della traccia (se fosse utile solo per la 44100 che me lo dice a fare ogni volta??).. per cui, in teoria, potrebbe funzionare.. o no?
...So ya..Thought ya...
Might like to go to the show...

Avatar utente
vinz
Senior
Senior
Messaggi: 3440
Iscritto il: mar mag 02, 2006 1:46 am
Località: CalaBBBRifornia (o Calafrica... bho???)

Re: NO VINILE, NO PARTY

Messaggioda vinz » ven nov 12, 2010 2:29 pm

purtroppo no... perchè il CD audio è uno standard ben preciso che prevede solo 16bit e 44.1khz... : Sad :

l'unico modo per far stare un WAV 24/96 su un CD è masterizzarlo come normalissimo disco dati... ma non funzionerebbe su nessun lettore.

invece il DVD permette 48 oppure 96khz a 16 o 24bit. : Wink :

d'altro canto con il software "adatto" e un normalissimo lettore DVD (senza scomodare i nuovi DVD-A o SACD) puoi usare il formato 24/96 alla grande. : Wink :

magari apro da qualche parte un topic (o un topix : Lol : ) apposito spiegando per filo e per segno tutti i passaggi. : Thumbup :
...and everything under the MOON is in tune...

Avatar utente
fletcher
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 5820
Iscritto il: sab feb 19, 2005 4:21 pm
Località: flester Memorial Home
Contatta:

Re: NO VINILE, NO PARTY

Messaggioda fletcher » ven nov 12, 2010 2:43 pm

vinz ha scritto:purtroppo no... perchè il CD audio è uno standard ben preciso che prevede solo 16bit e 44.1khz... : Sad :



ecco appunto.. il nodo era proprio questo
di far suonare qualsiasi cosa in qualsiasi modo sul pc non c'è problema..
il problema è il lettore che ho in macchina che è, come dire, un po' "rigido" : :s :
anzi che già  mi legge gli mp3 (la GT è del 2004, non proprio recentissima)


in effetti siamo un tantinello OT : RedFace :
...So ya..Thought ya...
Might like to go to the show...

Avatar utente
vinz
Senior
Senior
Messaggi: 3440
Iscritto il: mar mag 02, 2006 1:46 am
Località: CalaBBBRifornia (o Calafrica... bho???)

Re: NO VINILE, NO PARTY

Messaggioda vinz » ven nov 12, 2010 6:32 pm

per questo pensavo ad un topic dedicato. : Mr green :

cmq per la macchina, a meno di non installare un lettore DVD, bisogna tenersi il CD. :shifty:
...and everything under the MOON is in tune...

Avatar utente
Mrpinky
Senior
Senior
Messaggi: 2870
Iscritto il: dom giu 19, 2005 10:18 pm
Località: Delta del Po, nella parte più oscura della Luna!
Contatta:

Re: NO VINILE, NO PARTY

Messaggioda Mrpinky » ven nov 12, 2010 7:40 pm

ecco, un topic dedicato appare più appropriato... : Mr green :
MR.PINKY
The Mr.Pinky Discography, http://digilander.libero.it/mrpinky

The Lunatics, http://www.thelunatics.it
PINK FLOYD. STORIE E SEGRETI (Giunti, 2012)
IL FIUME INFINITO. TUTTE LE CANZONI DEI PINK FLOYD (Giunti, 2014)