The Final Cut e A Momentary Lapse of Reason

Analizzate un album o dite semplicemente la vostra
Avatar utente
Andrea
Senior
Senior
Messaggi: 2403
Iscritto il: dom mag 02, 2004 11:05 pm
Località: Cosenza
Contatta:

Messaggioda Andrea » ven set 23, 2005 9:28 pm

I Pink Floyd sono stati un gruppo fantasmagorico fino a The Wall. Poi da li' in poi sono rientrati nella media. Io dicevo solo questo.




Andrea
"Heaven sent the promised land
Looks alright from where I stand
Cause I'm the man
On the outside looking in
Waiting on the first step
Show where the key is kept
Point me down the right line
Because it's time"

Avatar utente
Arber
Floyder con le palle
Floyder con le palle
Messaggi: 5355
Iscritto il: dom lug 10, 2005 3:12 pm
Località: Roma
Contatta:

Messaggioda Arber » ven set 23, 2005 11:31 pm

Andrea ha scritto:I Pink Floyd sono stati un gruppo fantasmagorico fino a The Wall. Poi da li' in poi sono rientrati nella media. Io dicevo solo questo.


Detta in una frase soltanto è difficile, però penso che più o meno, è cosi.

Io TFC ancora non ho avuto il "coraggio" di ascoltarlo per quanto riguarda AMLOR direi che è piacevole sentirlo ma dopo un po ti annoia...
Io personalmente non sopporto quel suono di batteria molto anni 80.
E in un certo senso (proprio oggi ci stavo pensando mentre lo ascoltavo) odio il fatto che ci sono altri musicisti che si "divertono" con Dave e Nick.
Forse dovevano veramente smettere oppure prendere un periodo di pausa e riflessione...
Oppure semplicemente nominarlo come un album "solo" di Dave in cui collaborano Nick e Rick...

Avatar utente
Mrpinky
Senior
Senior
Messaggi: 2870
Iscritto il: dom giu 19, 2005 10:18 pm
Località: Delta del Po, nella parte più oscura della Luna!
Contatta:

Messaggioda Mrpinky » sab set 24, 2005 11:34 pm

Pirus Minor ha espresso ed anticipato il mio pensiero.
Purtroppo, TFC anch'io non l'ho mai ascoltato, forse anch'io non ho avuto il "coraggio", tanto sembrava un disco solista di Waters.
AMLoR mi rilassa piacevolmente, ci sono delle similitudini lontane con i vecchi successi, legati da aspetti moderni.
E devo dire che l'impressione è davvero che sia un disco solista di Dave.
MP
MR.PINKY
The Mr.Pinky Discography, http://digilander.libero.it/mrpinky

The Lunatics, http://www.thelunatics.it
PINK FLOYD. STORIE E SEGRETI (Giunti, 2012)
IL FIUME INFINITO. TUTTE LE CANZONI DEI PINK FLOYD (Giunti, 2014)

Avatar utente
Ale
Fan
Fan
Messaggi: 326
Iscritto il: ven dic 10, 2004 4:42 pm
Contatta:

Messaggioda Ale » sab set 24, 2005 11:47 pm

Secondo me è un grosso peccato non ascoltare un gran bel disco come The Final Cut... Forse si hanno già  giudizi prima di averlo realmente ascoltato... Non bisogna pensare nulla su questo disco, intendo le varie cose successe tra i componenti della band, l' uscita di Rick oppure che il lavoro è spudoratamente di Waters... Ma lo bisogna prendere come un disco un po' a sè stante e se pur ha ben poco di Floydiano riesce ad emozionare perchè rimane pur sempre un ottimo disco... Quindi non indugiate, mettete su il disco (magari ascoltandolo con le cuffie), chiudete gli occhi e lasciatevi trasportare dalla musica... il resto non conta...
Oh... uh... my flakes...
Scrambled eggs, bacon, sausages, toast, coffee
Marmalade... I like marmalade...
Porridge... any cereal, I like all cereals... oh god...

Avatar utente
BrainDamage
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 5660
Iscritto il: ven apr 30, 2004 7:13 am
Località: Una nazione di merda
Contatta:

Messaggioda BrainDamage » sab set 24, 2005 11:50 pm

Quoto :wink:
************************************************************
I've been mad for fucking years.....absolutely years

************************************************************

Avatar utente
Arber
Floyder con le palle
Floyder con le palle
Messaggi: 5355
Iscritto il: dom lug 10, 2005 3:12 pm
Località: Roma
Contatta:

Messaggioda Arber » dom set 25, 2005 12:50 am

Ale ha scritto:Secondo me è un grosso peccato non ascoltare un gran bel disco come The Final Cut... Forse si hanno già  giudizi prima di averlo realmente ascoltato... Non bisogna pensare nulla su questo disco, intendo le varie cose successe tra i componenti della band, l' uscita di Rick oppure che il lavoro è spudoratamente di Waters... Ma lo bisogna prendere come un disco un po' a sè stante e se pur ha ben poco di Floydiano riesce ad emozionare perchè rimane pur sempre un ottimo disco... Quindi non indugiate, mettete su il disco (magari ascoltandolo con le cuffie), chiudete gli occhi e lasciatevi trasportare dalla musica... il resto non conta...


Lo farò senz'altro!

Tra bootleg e album dei PF e album di altri gruppi non trovo mai il tempo per ascoltarmi TFC, ma giuro che lo farò!
E senza pregiudizi, prometto!
:wink:

Avatar utente
Homer Simpson
Floydiano
Floydiano
Messaggi: 547
Iscritto il: ven lug 29, 2005 3:25 pm
Contatta:

Messaggioda Homer Simpson » dom set 25, 2005 11:41 am

Ale ha scritto:Secondo me è un grosso peccato non ascoltare un gran bel disco come The Final Cut... Forse si hanno già  giudizi prima di averlo realmente ascoltato... Non bisogna pensare nulla su questo disco, intendo le varie cose successe tra i componenti della band, l' uscita di Rick oppure che il lavoro è spudoratamente di Waters... Ma lo bisogna prendere come un disco un po' a sè stante e se pur ha ben poco di Floydiano riesce ad emozionare perchè rimane pur sempre un ottimo disco... Quindi non indugiate, mettete su il disco (magari ascoltandolo con le cuffie), chiudete gli occhi e lasciatevi trasportare dalla musica... il resto non conta...

Be io praticamente ho fatto così quando ho ascoltato per la prima volta questo Album. Infatti quando comprai nel '92 (tutto in un botto) 13 Dischi dei Floyd (tra cui The Final Cut) non sapevo tutta la storia che ci stava dietro sull'Album in esame (ultimo Album dei Floyd con Waters, primo Album solista di Roger, Album senza Rick, temi trattati, ecc,.. insomma The Final Cut); l'unica cosa che mi diceva qualcosa su come poi poteva essere fu la copertina: una delle più cupe che abbia mai visto (per carità  bella, come qualsiasi copertina dei Nostri). Insomma quando misi il CD nel lettore, capii subito che concttualmente l'Album aveva qualcosa di ENORME dietro, però, non sono riuscito mai a farmelo piacere. Man mano che glia anni sono passati, conoscendo meglio ciò che l'album vuole comunicare (notevole), ho insisitito con più vemenza nell'operazione "Dai, vedi quanto è bello sto Album"... risultato: niente è più forte di me. Intero sono riuscito ad ascoltarlo per la prima volta, una cosa come un mese fa.

Concludendo, nonostante ritengo tale disco superiore (e secondo me di gran lunga) a AMLOR (e anche a TDB, anche se in misura minore) non riesco ad ascoltarlo con piacere così come accade con TDB.
D'OH!

Avatar utente
Max Waters
Floydiano
Floydiano
Messaggi: 1394
Iscritto il: mer dic 22, 2004 11:46 am
Località: Roma
Contatta:

Messaggioda Max Waters » lun set 26, 2005 10:10 am

Io ho entrambi gli album, ma preferisco sicuramente TFC che, come è già  stato detto, è meglio ascoltare con le cuffie: è tutta un'altra cosa!!!
Sono d'accordo con chi dice che non bisogna stare a vedere i problemi del gruppo in quegli anni :cry: ...bisognerebbe ascoltarlo e basta!
Ma su una cosa non sono d'accordo: è verissimo che l'album risulta una composizione di Roger ma, a parer mio, non poteva che essere un album col marchio PF. Un solo esempio: David ha collaborato in misura minima alla stesura dei testi, ma chi avrebbe potuto fare l'assolo di Gunner's Dream dando quel "tocco" emozionante che solo David sa dare?
Sicuramente è venuto meno, anche per l'assenza di Richard, lo spirito di collaborazione presente in altri album - anche in The Wall - ma definirlo un album solo di Roger mi sembra esagerato.
In conclusione, TFC mi ha regalato e mi regala emozioni molto particolari, dovute non solo alla voce di Roger, ma anche alla chitarra di David :wink: .

Max

Avatar utente
Homer Simpson
Floydiano
Floydiano
Messaggi: 547
Iscritto il: ven lug 29, 2005 3:25 pm
Contatta:

Messaggioda Homer Simpson » lun set 26, 2005 10:55 am

Max Waters ha scritto:Ma su una cosa non sono d'accordo: è verissimo che l'album risulta una composizione di Roger ma, a parer mio, non poteva che essere un album col marchio PF. Un solo esempio: David ha collaborato in misura minima alla stesura dei testi, ma chi avrebbe potuto fare l'assolo di Gunner's Dream dando quel "tocco" emozionante che solo David sa dare?
Sicuramente è venuto meno, anche per l'assenza di Richard, lo spirito di collaborazione presente in altri album - anche in The Wall - ma definirlo un album solo di Roger mi sembra esagerato.
In conclusione, TFC mi ha regalato e mi regala emozioni molto particolari, dovute non solo alla voce di Roger, ma anche alla chitarra di David :wink: .

Max

Quoto! L'assolo di "The Fletcher memorial home" è a dir poco da brividi (brividi resi ancora più potenti dalla mitragliata sul rullante da parte di Nick)
D'OH!

Avatar utente
Ale
Fan
Fan
Messaggi: 326
Iscritto il: ven dic 10, 2004 4:42 pm
Contatta:

Messaggioda Ale » lun set 26, 2005 4:08 pm

Max Waters ha scritto:Io ho entrambi gli album, ma preferisco sicuramente TFC che, come è già  stato detto, è meglio ascoltare con le cuffie: è tutta un'altra cosa!!!
Sono d'accordo con chi dice che non bisogna stare a vedere i problemi del gruppo in quegli anni :cry: ...bisognerebbe ascoltarlo e basta!
Ma su una cosa non sono d'accordo: è verissimo che l'album risulta una composizione di Roger ma, a parer mio, non poteva che essere un album col marchio PF. Un solo esempio: David ha collaborato in misura minima alla stesura dei testi, ma chi avrebbe potuto fare l'assolo di Gunner's Dream dando quel "tocco" emozionante che solo David sa dare?
Sicuramente è venuto meno, anche per l'assenza di Richard, lo spirito di collaborazione presente in altri album - anche in The Wall - ma definirlo un album solo di Roger mi sembra esagerato.
In conclusione, TFC mi ha regalato e mi regala emozioni molto particolari, dovute non solo alla voce di Roger, ma anche alla chitarra di David :wink: .

Max

Sono daccordo per quanto riguarda Gilmour, ma io dico che è come se fosse un disco solista di Roger perchè a confronto dei dischi precedenti Dave ha un ruolo più marginale... Ovviamente il tocco della sua chitarra rende il disco ancora più bello! Diciamo che è un disco di Waters con la collaborazione di Dave e Nick... Un po' come si presenta già  il titolo dell' album: "The Final Cut...A Requiem For The Post War Dream by Roger Waters, Performed by Pink Floyd"...
E poi manca una cosa fondamentale del "pinkfloydsound"... le tastiere di Wright...
Oh... uh... my flakes...

Scrambled eggs, bacon, sausages, toast, coffee

Marmalade... I like marmalade...

Porridge... any cereal, I like all cereals... oh god...

Avatar utente
Ale
Fan
Fan
Messaggi: 326
Iscritto il: ven dic 10, 2004 4:42 pm
Contatta:

Messaggioda Ale » mer ott 12, 2005 1:08 am

Commento "a caldo" su A Momentary Lapse Of Reason che sto ascoltando in questo momento per la seconda volta di fila...
Un bel disco, ben fatto con alcuni grandi pezzi e altri meno belli... Ma sempre da ascoltare molto volentieri...
Una cosa però ha: non è uno di quei dischi dei PF "fuori dal tempo" ma lo collochi negli anni '80... ha un certo sound che rispecchia quegli anni (a parte qualche brano)...
Comunque pezzi come On The Turning Away e Learning To Fly mi piacciono moltissimo... Ma mi piace anche la poco celebrata Dogs OF War e Sorrow... E l' inizio in stile tipicamente Floyd con Sign Of Life..
Dai, non è uno dei migliori dischi dei Pink Floyd ma cmq resta un bell' album da ascoltare ogni tanto sempre volentierissimo...:wink:
Oh... uh... my flakes...

Scrambled eggs, bacon, sausages, toast, coffee

Marmalade... I like marmalade...

Porridge... any cereal, I like all cereals... oh god...

Avatar utente
Andrea
Senior
Senior
Messaggi: 2403
Iscritto il: dom mag 02, 2004 11:05 pm
Località: Cosenza
Contatta:

Messaggioda Andrea » mer ott 12, 2005 10:48 pm

Ale ha scritto:Un bel disco, ben fatto con alcuni grandi pezzi e altri meno belli... Ma sempre da ascoltare molto volentieri...
Una cosa però ha: non è uno di quei dischi dei PF "fuori dal tempo" ma lo collochi negli anni '80... ha un certo sound che rispecchia quegli anni (a parte qualche brano)...
Comunque pezzi come On The Turning Away e Learning To Fly mi piacciono moltissimo... :
E' quello che cerco da dire da un bel po' di tempo...piu' o meno.



Andrea
"Heaven sent the promised land

Looks alright from where I stand

Cause I'm the man

On the outside looking in

Waiting on the first step

Show where the key is kept

Point me down the right line

Because it's time"

Avatar utente
Arber
Floyder con le palle
Floyder con le palle
Messaggi: 5355
Iscritto il: dom lug 10, 2005 3:12 pm
Località: Roma
Contatta:

Messaggioda Arber » gio ott 13, 2005 11:42 pm

Oggi, in data 13/10/05.
Io il sottoscritto Pirus Minor, mi sono ascoltato The Final Cut.
Dichiaro che, nonostante fosse la prima volta che lo facessi, sono rimasto più che sodisfatto.

(Ritorno alla normalità )
Avevo "paura" di ascoltare questo album, non lo so perché, forse perché non volevo togliere punti a Ruggiero. Comunque un buon album con dei bei elementi. Ovvio che non è al livello degli altri, ma comunque è particolare, oserei dire che Roger a ripreso questo nel suo Amused...
Mi sembrano un po simili.

Ma me lo ascolterò ancora per dare un giudizio definitivo.

Avatar utente
BrainDamage
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 5660
Iscritto il: ven apr 30, 2004 7:13 am
Località: Una nazione di merda
Contatta:

Messaggioda BrainDamage » gio ott 13, 2005 11:47 pm

i tre dischi solisti più TFC si somigliano molto
************************************************************
I've been mad for fucking years.....absolutely years

************************************************************

Avatar utente
Ironbell
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 6200
Iscritto il: lun mag 10, 2004 6:57 pm
Contatta:

Messaggioda Ironbell » ven ott 14, 2005 4:41 pm

IMHO Radio Kaos si diversifica un pò :wink:
The Lunatic is in my Head
and I become Comfortably Numb.

p.s. ero Pinknoise e in fondo sento ancora di esserlo ;)