Pagina 3 di 5

Inviato: ven ago 11, 2006 3:34 pm
da vinz
vinz ha scritto:eh si... più lo ascolto (il "The Piper" 8) ) e più mi viene da pensare che tutto (o quasi) provenga da lì... :?


mi autocito perchè Andrea mi ha giustamente fatto notare che la musica più prettamente rock-blues esisteva già ... clap clap :mrgreen:

...chiaramente avevo dimenticato di specificare che la mia affermazione di sopra si riferiva agli stessi Pink, nel senso che soprattutto per loro quell'album ha rappresentato un punto di riferimento di lì in avanti... :wink:

fate caso, ad esempio, agli orologi di "Time" ed in parallelo al finale di "Bike" , senz'altro più grezzo ma ugualmente efficace... :mrgreen:

...o alle voci registrate in tutto DarkSide in parallelo alle voci registrate qua e la in "AstronomyDomine"...

...fortunatamente, a mio modo di vedere, i pink sono stati forse l'unica band che pur cambiando sound in maniera molto netta (da DarkSide in poi) hanno saputo mantenere sempre ed in maniera costruttiva i legami con le proprie origini, seppur rielaborandoli...
...in un certo senso è come se Syd (almeno in quanto ad ispirazione) non se ne fosse mai andato, almeno finchè i Pink sono rimasti in 4... :roll:

:mrgreen:

Inviato: ven ago 11, 2006 3:40 pm
da Arber
vinz ha scritto:...in un certo senso è come se Syd (almeno in quanto ad ispirazione) non se ne fosse mai andato...


Minchia com'è vera questa frase....







Syd...
:cry:

Inviato: ven ago 11, 2006 5:14 pm
da Andrea
Tutto vero, anche se non so fino a che punto c'entra Syd con gli effetti sonori di Astronomy e Bike..Possibile che gli altri 3 si limitassero a fare gli stoccafissi in quel periodo?
Io non credo, sopratutto se penso alle tastiere e alle armonie vocali di Richard.

Inviato: ven ago 11, 2006 5:21 pm
da Arber
Beh, le paperelle pazze mi pare di aver letto da qualche parte che erano un idea di Syd... :?
Ma comunque Rog e Rick, non se ne stavano come stoccafissi, basta pensare a Take Up Thy Stethoscope And Walk, composta e cantata da Rog...

Inviato: ven ago 11, 2006 9:27 pm
da vinz
bhe.. è ovvio che anche all'epoca di ThePiper gli altri fossero comunque parte "attiva" della band...

...d'altro canto in un gruppo affiatato tutti fanno sempre la loro parte... :wink:

...ma certe trovate particolarmente innovative che possiamo sentire da quel disco in poi ritengo siano idee partite originariamente dalla testa di Syd...
(gli orologi di Bike sulla vecchia biografia dell'arcana editrice si legge che siano stati un'idea di Barrett)

...ma avete visto percaso quel vecchio video di Interstellar con Syd che suona quella chitarra nera (una danelectro) seduto su una sedia usando per lo "slide" gli oggetti più disparati? (o quando fa le note svitando la chiavetta dell'accordatura? ) :shock: :shock:

...ad ogni modo anche gli altri in seguito hanno sempre lasciato un pò di spazio alla sperimentazione ed alle innovazioni, proprio come se Syd fosse stato ancora con loro ad elaborare insieme le nuove idee... :P

...io credo che in più di un'occasione Roger e compagni, non appena realizzato un nuovo brano, si siano chiesti: "Chissà  cosa ne direbbe Syd?" :roll: ...
(oltre ovviamente a quella volta nel 1975 che ha detto "Suona un pò datato... che ne dite? :wink: "... eheheheh :mrgreen: )

:mrgreen:

Inviato: sab ago 19, 2006 3:51 pm
da blackice1975
Pirus Minor ha scritto:Una cosa mi stupisce di More... Anzi dei Pink Floyd.

Sono curioso di sapere come mai, quando nel clima Floyd regnava la ricerca dei suoni psichedelici, loro se ne escono con due canzoni rock/pre-punk, cioè Ibiza Bar e The Nile Song.

Mi piacerebbe sapere l'origine di questi pezzi. E perché no magari anche l'ispirazione di Gilmour per cantare in quel modo.


Nile song e Ibiza bar sono frutto di una sballatissima jam notturna con Dave fatto fino al midollo, probabilmente credo quindi siano state buttate giu in quel modo forse anche un po per "scherzo", nel senso che i Pink,anche se sembrano una bans seriosa, sono sempre stati in realta' un po burloni(vedi seamus o alan's psychedelic breakfast..)e amano molto divertirsi e sperimentare cose anche un po lontane dal loro universo..poi ibiza bar e anche un altro pezzo sulla stessa falsariga intitolato seabyrds sono da commento sonoro alla scena di un party con droga e alcol quindi calzano bene...comunque trovo che la forza di More, il mio album preferito con Animals e The wall,sia proprio il fatto di essere un coacervo di stili e sperimentazioni diverse, dal hardrock(non lo chiamerei prepunk pero'..)di Nile e Ibiza, al blues di More blues, alle atmosfere orientaleggianti e metafisiche di Quicksilver, al finto flamenco di Spanish Piece, dal Jazz sperimentale di Khyber alle intimistiche ballate acustiche Cirrus Minor e Green is the colour, e la voce di Dave(che canta tutti i pezzi)e' fantastica nel suo passare dal timbro rabbioso di Nile a quello etereo e sognante di Green. per quello che riguarda il discorso di effetti sonori, a parte gli inizi in cui c'era Syd, a partire da ASOS in poi i creatori dei Sound Effects nei Floyd erano Mason e soprattutto Waters..

Inviato: ven gen 19, 2007 3:15 am
da Arber
Lo sto sentendo molto a ripetizione quest'album...


/mod romantic on

In questi giorni simil-freddi e con mattinate grigie e nebbiose ( :shock: sisi, qui a roma c'era la nebbia...) mi sta tenendo compagnia...
E mi trasmette un sacco di sentimenti positivi... E sopratutto tanto sole...
Non so perché, però mi da un senso di estate... di libertà ... di acqua... di caldo...

/mod romantic off

Figo figo sto album!
Lo adoro proprio...

Inviato: ven gen 19, 2007 8:32 am
da Max Waters
More è il tipico album che ispira serenità  e pace...non a caso è considerato "onirico" e "intimistico", per non parlare della splendida versione di Green is the colour, che - purtroppo! - ormai sfigura davanti alle tante versioni live, sicuramente più rock


Max

Inviato: ven gen 19, 2007 10:08 am
da Atom
Pirus Minor ha scritto:.... cut...
E mi trasmette un sacco di sentimenti positivi... E sopratutto tanto sole...
Non so perché, però mi da un senso di estate... di libertà ... di acqua... di caldo...

...


strano, io lo trovo invece molto cupo come sonorità  soprattutto per alcune parti, direi spesso le stesse impressioni sonore che ho di Ummagumma...

p.s. questo è un giudizio che do senza pensare minimamente al film e alle ambientazioni... come già  detto in altre occasioni, le percezioni che mi da la musica di More non collimano molto con le immagini del film :wink:

p.s. 2 - cupo ma positivo eh? :D

Inviato: ven gen 19, 2007 12:52 pm
da Arber
Beh si, ci sono canzoni come Main Theme che sono "cupe"...

Però boh...

Questo è il bello di essere Floyder....


;)

Inviato: ven gen 19, 2007 2:32 pm
da moon
Senza sfumature i Floyd cosa sarebbero? :wink: La loro musica non morirà  mai anche per questo. Puoi ascoltare 1000 volte un pezzo, e ogni volta rivelerà  sempre qualcosa che non avevi notato prima. Almeno a me fa quest'effetto. :mrgreen:

Inviato: ven feb 02, 2007 2:16 am
da Arber
Nella seconda metà  della giornata ho ascoltato solo More... A ripetizione...
Minchia quanto lo adoro questo album...

Che atmosfere favolose che crea rick, che creano tutti quanti insieme...
E' un album che mi trasporta, sempre... Mi fa sognare, volare, amare...
Ogni volta che Rick tocca gli strumenti fa uscire colori e sogni da quelle note...
Vedi fine Cirrus Minor, vedi Cymbaline...
E poi la voce di Dave su Cirrus, Crying song, Green, Cymbaline aggiunge qualcosa di speciale ai testi di Roger, che qui con il basso gioca poco, ma lascia il suo segno sopratutto su Main Theme e su Dramatic Theme
E poi quei arpeggi con le acustiche... Così belli e sognanti...

Nick, che con la sua batteria aggiunge il ritmo perfetto al sogno...
E' così leggero, cosi delicato (se non in Ibiza Bar e Nile Song, che non c'entrano una mazza con tutto il resto del album IMHO)

Minchia che album...

E' decisamente un'album da sentire rigorosamente in vinile, seduto su una poltrona, magari vicino al camino...

E da lì poi viaggi... Inizi a volare e sognare....
Basta che chiudi gli occhi...

Inviato: ven feb 02, 2007 9:13 am
da Atom
quoto caro Pirus :wink:

More

Inviato: ven feb 23, 2007 11:19 am
da Edoardo
Ho comprato MORE ieri, avevo un vecchio cd masterizzato e quindi approfittando di una promozione l'ho preso originale.........
Devo dire che sono rimasto molto deluso dal suono, mi spiego: pensavo che la mia vecchia copia fosse alquanto rovinata e quindi presentava graffi e di conseguenza qualche fruscio, ma ascoltandolo in versione originale non ho fatto altro che risentire qualche rumoraccio.......... :twisted:
Appena partono i cinguettii in CIRRUS MINOR si sentono dei fruscii, che si ripetono in altre parti dell'album......
Dato che ho RELICS, e contiene CIRRUS MINOR la riascolto e maledizione anche lì 'sti rumoracci.............
Mi chiedo, non è che anche la EMI, come qualche fan, ha sottovalutato questo splendido album e gli ha dedicato pochissima attenzione anche nella rimasterizzazione in digitale?
Mio Dio è un album splendido, perchè questo trattamento barbaro?

Inviato: ven feb 23, 2007 12:50 pm
da Andrea
Forse sono i nastri originali ad essere rovinati, anche se io questi difetti sinceramente non li ho notati.