Pagina 6 di 8

Re: WISH YOU WERE HERE...

Inviato: gio ott 21, 2010 12:01 pm
da fletcher
beh, dipende da quello che cerchi in una canzone..
secondo questa teoria tutta la musica classica sarebbe inutile visto che non ha testo..
infatti mi pare di ricordare che a te la musica classica non piace, giusto?? : Wink :
(ecco perchè quando suono il pianoforte a casa mi chiami ogni 2 minuti : Lol : )
però.. rapportando il discorso ad un quadro, per esempio... è un'immagine visiva che non potresti fare altro che interpretare.. nel senso che non puoi affermare con certezza ciò che l'autore voleva rappresentare..
peraltro, in molti testi dei Floyd ci si può sbizzarrire nelle interpretazioni, specie in quelli di Barrett...
detto questo, anche per me il testo è molto importante.. c'era un sondaggio da qualche parte e ricordo di aver dato addirittura più importanza al testo che alla musica.. ciò non toglie che una canzone può esistere anche senza testo..
imho

Re: WISH YOU WERE HERE...

Inviato: gio ott 21, 2010 12:15 pm
da Cluster
fletcher ha scritto:secondo questa teoria tutta la musica classica sarebbe inutile visto che non ha testo..
infatti mi pare di ricordare che a te la musica classica non piace, giusto?? : Wink :

E' ironico, vero?? :think: Io adoro la musica classica! ma il contesto è diverso, me ne darai atto anche tu.
E comunque molte opere sinfoniche, ad esempio, possono essere comprese ed interpretate in un'ottica differente se inserite nel contesto biografico del compositore, quindi "andando oltre" quello che semplicemente si ascolta.
Lo stesso accade per i quadri. Non è che sono immagini che si guardano e basta. Dietro c'è una storia, c'è simbolismo.
Intendo dire che approcciare la musica ascoltandone solo le note, così come solo il testo, vuol dire fermarsi alla copertina del libro, tutto qui.

fletcher ha scritto:(ecco perchè quando suono il pianoforte a casa mi chiami ogni 2 minuti : Lol : )

No, questo succede perchè di solito lo fai quando stiamo riordinando casa, cazzeggione! : Mr green :

Re: WISH YOU WERE HERE...

Inviato: gio ott 21, 2010 12:28 pm
da fletcher
mah!?!? non credo che il contesto sia diverso... un compositore esprime in musica le sue sensazioni.. che sia un classico, un rocker, un rapper alla fine credo cambi poco.. sarebbe come fare una distinzione tra pittori espressionisti o cubisti o barocchi o astrattisti..
anche all'interno di uno stesso pezzo può succedere di avere parti che vanno meglio con un testo ed altre esclusivamente strumentali (p.es. Echoes)
The Great Gig in the Sky è un pezzo meraviglioso che non ha bisogno di parole... mentre Nobody Home senza testo farebbe venire il sonno...
in definitiva credo che ogni pezzo sia a se stante, non si può generalizzare.. certo si può avere una tendenza, una preferenza.. ma non sono d'accordo che un pezzo senza testo sia solo la copertina
ovviamente, opinioni personali...

Cluster ha scritto:
fletcher ha scritto:(ecco perchè quando suono il pianoforte a casa mi chiami ogni 2 minuti : Lol : )

No, questo succede perchè di solito lo fai quando stiamo riordinando casa, cazzeggione! : Mr green :

il tempismo è l'arte dei grandi : Mr green :

Re: WISH YOU WERE HERE...

Inviato: gio ott 21, 2010 12:57 pm
da Cluster
Ti ricordo che esiste anche musica classica con cori... (v. Magnificat di Bach)
Secondo me i contesti sono diversi esclusivamente perchè ritengo la musica classica come il top della musica stessa. Poi certo, indubbiamente è questione di gusti.
E' come se mi paragoni il periodo cubista di Picasso, che ne so... Guernica per dire, alla Nascita di Venere del Botticelli o alla Scuola di Atene di Raffaello... per me non ci siamo proprio. Saranno pure tutti pittori, ma alcuni per me stanno una spanna sopra ad altri. Senza nulla togliere alla bravura eh... ovvio, non è su questa che si discute.
Sicuramente si entra nel personale.
Comunque, come tu stesso fai presente citando Nobody Home, ritengo che la musica da sola, così come il testo da solo, non avrebbero senso presi come singoli elementi. Questo perchè il brano è stato composto tenendo in considerazione entrambi le componenti. Se lo ascolti, senza capire ciò che viene detto, indubbiamente dall'interpretazione del cantato capisci che si tratta di qualcosa di sofferto... ma grazie all'interpretazione appunto. Senza testo... boh! un pianto. Senza musica... altrettanto. Perchè è stata composta considerando l'insieme.
Non puoi portarmi a paragone The Great Gig o Echoes, che invece sono state strutturate appositamente per avere un impatto musicale ben più completo anche senza testo (benchè in Echoes sia presente). Secondo me non sono paragoni pertinenti. Partono proprio da un principio diverso.
Non si può buttare tutto nel calderone solo perchè fa parte di uno stesso mondo chiamato Musica.

Re: WISH YOU WERE HERE...

Inviato: gio ott 21, 2010 1:04 pm
da fletcher
Cluster ha scritto:Secondo me la musica da sola può essere fuorviante.
Proprio perchè ognuno di noi la elabora a modo proprio non è detto che venga interpretata o che le si dia la direzione giusta


io parto da questa tua considerazione...
se parliamo di ascoltare solo la musica (o solo il testo) di un pezzo che era stato costruito con entrambi son d'accordo con te..
se invece questa affermazione è "letterale" allora ti contraddici ed il mio esempio di The Great Gig è pertinente eccome, secondo me

Re: WISH YOU WERE HERE...

Inviato: gio ott 21, 2010 1:09 pm
da Cluster
La mia affermazione era inerente l'argomento, ossia l'album Wish you were here.
Non l'intera discografia mondiale : Lol :

Re: WISH YOU WERE HERE...

Inviato: gio ott 21, 2010 1:47 pm
da the machine
dipende da cosa ci si aspetta da una canzone.. se conoscere il punto di vista del suo autore oppure se la si prende per farne un uso "personale". prima di tutto, l'arte è tale in quanto stimola l'osservatore. la musica, se arriva , deve avere libero il suo spazio. per arrivare dove vuole arrivare. mi piace immaginare il Mio, prima di tutto.. poi è interessante sapere cosa voleva comunicare l'autore, senz'altro. ma "poi".

Re: WISH YOU WERE HERE...

Inviato: gio ott 21, 2010 3:22 pm
da Cluster
Questo per me è un pò scontato: nel senso che se approfondisco una canzone, un testo, un gruppo è perchè sicuramente qualcosa mi ha colpito "prima".
L'impatto ha inevitabilmente la sua importanza e si sa... tra testo e musica è la musica che colpisce.
Certo però che se dopo non trovo sostanza... rimane un pò fine a sè stessa. La ascolto volentieri, mi piace ma non rientrerebbe mai in ciò che definirei come preferito.
Per quanto riguarda poi il significato di un testo, è' vero anche che, a prescindere dal senso che voleva dargli l'autore, poi ognuno di noi rielabora parole e suoni in base al suo stato d'animo e alla sua esperienza di vita : Wink :

Re: WISH YOU WERE HERE...

Inviato: lun ott 25, 2010 3:48 pm
da topix
Sul finire del brano si alza una brezza leggera che diventa subito vento.
un vento che sparpaglia le nubi
un vento che scompiglia le siepi
un vento che rivela i tuoi segreti
mi piace pensare che sia l'anima di Syd
Ho detto a mio figlio,grande ammiratore di lady gaga, che se lei si trovasse per caso in quel punto esatto del brano, dei suoi lustrini, delle sue maschere, dei suoi piumini ,non rimarrebbe altro che "angelina germanotta" e cioè il suo nome di battesimo.......ed è iniziata una dura discussione......

Re: WISH YOU WERE HERE...

Inviato: lun ott 25, 2010 4:03 pm
da fletcher
topix ha scritto: mio figlio,grande ammiratore di lady gaga,


023
eh no, così non va proprio eh!?!? :naughty:

perchè non lo porti quel giorno che sai in quel posto che sai??? : Cool :

Re: WISH YOU WERE HERE...

Inviato: lun ott 25, 2010 9:49 pm
da topix
Ehh si , credo di aver sbagliato qualcosa, anche se gli dò il buon esempio, ma forse ogniuno di noi è figlio del suo tempo. Mi ricordo quando il mio babbo (in toscana si dice così) mi faceva notare che cantanti come Claudio Villa erano il top. E io già  ascoltavo i PF. : Love :

Re: WISH YOU WERE HERE...

Inviato: mar ott 26, 2010 8:55 am
da fletcher
beh, io ho avuto la fortuna di avera una mamma Beatlesiana che si è "convertita" molto facilmente ai Floyd... quando la mattina uscivo per andare a scuola dovevo lasciargli sempre, guarda caso, il CD di Wish nel lettore... se lo ascoltava mentre rassettava casa...
mio padre invece era più "italian".. ma anche lui non mancava mai un mio concerto
(certo, quando acoltavo i Metallica o i Maiden a palla per poco non buttava giù la porta della mia stanza.. : :s : )

Re: WISH YOU WERE HERE...

Inviato: mar ott 26, 2010 11:48 am
da the machine
la mia va matta per gianni morandi : Eeek :

Re: WISH YOU WERE HERE...

Inviato: mar ott 26, 2010 1:22 pm
da Cluster
La mia mi ha imbottito di musica anni 60 di ogni genere, ma anche lei amava molto i Beatles e successivamente tutto ciò che riguardava John Lennon.
Abbiamo fatto ore di macchina (mio padre adorava i viaggi lunghi, non vi dico che goduria in cinque nella 127, bagagli a parte : :s : ) con valanghe di cassette di cui ricordo ancora oggi la sequenza di canzoni...
Poi si è appassionata al rock, per forza di cose: ascoltandolo in casa, si è abituata e ha cominciato a piacerle.
Mio padre invece non ascolta volentieri la musica, ci ha lavorato per troppi anni. Però posso dire con certezza che sicuramente odiava a morte i Bauhaus: mi faceva spegnere lo stereo 023

Re: WISH YOU WERE HERE...

Inviato: mar ott 26, 2010 5:47 pm
da fletcher
devi ringraziare che te lo faceva spegnere invece di distruggerlo lui stesso... : Cool :