The Dark Side Of The Moon

Analizzate un album o dite semplicemente la vostra
Avatar utente
BrainDamage
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 5660
Iscritto il: ven apr 30, 2004 7:13 am
Località: Una nazione di merda
Contatta:

The Dark Side Of The Moon

Messaggioda BrainDamage » mar mag 11, 2004 10:21 pm

Forse l'album più contestato,amato e odiato della discografia Floydiana.Da molti ritenuto come un'involuzione del loro sound.Da tanti considerato il meglio della loro carriera....Volenti o nolenti Dark Side ha lasciato il segno.....
Con questo lavoro si è dato un taglio netto,forse non voluto,con il passato.Un album di facile assimilazione musicale,produzione sonora eccellente,un album che ha fatto conoscere i Pink Floyd a livello mondiale,consacrando anni di mezzo anonimato o di nicchia (non che fossero sconosciuti s'intende).Un lavoro che a 30 anni di distanza conserva il suo fascino e la sua semplicità .Questo è stato come tante altre persone,il primo album dei Floyd che abbia mai sentito.L'audiotape originale è ancora integro e funzionante,nonostante abbia ormai 24 anni.Non sò se avrei mai seguito il gruppo senza sentire Dark Side,e nonostante tanto tempo mi suona sempre nuovo quando lo ascolto.Spesso sul NG si è parlato di quanto fosse semplice musicalmente,che non presentava nessuna buona nuova,da molti considerato un passo indietro ai lavori precedenti.Ma allora se non ha nessun spessore musicale,se non ha dato nulla di nuovo alla continua evoluzione dei 4,perchè ha avuto tanto successo?Cosa sarebbe stato dei Floyd senza questo lavoro cosi..."mediocre"?
A voi la parola...... :wink:
************************************************************
I've been mad for fucking years.....absolutely years

************************************************************

Avatar utente
Andrea
Senior
Senior
Messaggi: 2403
Iscritto il: dom mag 02, 2004 11:05 pm
Località: Cosenza
Contatta:

Messaggioda Andrea » mar mag 11, 2004 11:02 pm

Probabilmente è considerato mediocre perche è troppo famoso e popolare! e cio nn va giu ai fan dei Pink Floyd!...ma in realta è un signor album!!! :wink: :wink: :-)


Andrea
"Heaven sent the promised land
Looks alright from where I stand
Cause I'm the man
On the outside looking in
Waiting on the first step
Show where the key is kept
Point me down the right line
Because it's time"

Avatar utente
BrainDamage
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 5660
Iscritto il: ven apr 30, 2004 7:13 am
Località: Una nazione di merda
Contatta:

Messaggioda BrainDamage » gio mag 13, 2004 11:50 pm

Ai fan credo che piaccia anche troppo.Quelli cui pare inferiore son i vecchi seguaci dei Floyd,che con questo album han visto il gruppo cambiare direzione musicale
************************************************************
I've been mad for fucking years.....absolutely years

************************************************************

Avatar utente
Andrea
Senior
Senior
Messaggi: 2403
Iscritto il: dom mag 02, 2004 11:05 pm
Località: Cosenza
Contatta:

Messaggioda Andrea » gio mag 13, 2004 11:55 pm

Cmq niente su questo disco è imprescindibile dalla grandiosa Copertina!!!...superba come quelle di Sgt.Pepper e Abbey Road! ;-)


Andrea
"Heaven sent the promised land

Looks alright from where I stand

Cause I'm the man

On the outside looking in

Waiting on the first step

Show where the key is kept

Point me down the right line

Because it's time"

Avatar utente
Bike
Wallaro
Wallaro
Messaggi: 141
Iscritto il: sab mag 01, 2004 1:10 am
Contatta:

Re: The Dark Side Of The Moon

Messaggioda Bike » sab mag 15, 2004 1:54 am

BrainDamage ha scritto:A voi la parola !


E' na' parola :wink:

Con Dark Side si mette in discussione un aspetto fondamentale della musica dei nostri, ossia lo stile.
I Pink Floyd (escludendo la fase Barrettiana che resta un'esperienza a sè stante) hanno continuato a cercare dal 1968 al 1972 un assetto stilistico, che (a loro dire, e ovviamente a parere delle decine di milioni di persone che hanno acquistato l'album da allora ai giorni nostri) hanno raggiunto proprio con quest'album (perfetto in tutti i sensi, a partire dal concetto di base sino ad arrivare alla discussa sovra-produzione).
Il problema è che, per il sottoscritto e per molti altri, il fascino principale della musica dei Pink Floyd pre-Dark era proprio il divenire, ossia la continua e "progressiva" evoluzione stilistica che porta l'ascoltatore a non sapere mai con precisione cosa aspettarsi. Dark Side invece è talmente perfetto che ogni cosa più o meno te la aspetti, viene meno il fascino della sperimentazione anche se degnamente sostituito dal compimento di un progetto completo e complesso, perfettamente distribuito nelle parti, chiaro negli intenti di maggior diffusione, pregno di altissime vette stilistiche ed esecutive, insomma, un capolavoro tout court.
Non per niente gli stessi Floyd, raggiunto tale apice, hanno subito uno sbandamento creativo che è durato circa tre anni, cosa che nell'epoca pre-Dark non era mai avvenuta (un album all'anno, nel 69 addirittura due).
Tale crisi creativa poi si è sciolta nel modo che tutti sappiamo, ossia con un altro capolavoro quale Wish You Were Here.....
Non per niente stiamo parlando dei Pink Floyd :wink:

Avatar utente
Andrea
Senior
Senior
Messaggi: 2403
Iscritto il: dom mag 02, 2004 11:05 pm
Località: Cosenza
Contatta:

Messaggioda Andrea » sab mag 15, 2004 4:07 pm

Ottima analisi Rob! ;-) ....ma sinceramente nn mi sento di mettere Whis You Were Here sullo stesso piano di CAPOLAVORO con Dark Side!


Andrea
"Heaven sent the promised land

Looks alright from where I stand

Cause I'm the man

On the outside looking in

Waiting on the first step

Show where the key is kept

Point me down the right line

Because it's time"

Avatar utente
Bike
Wallaro
Wallaro
Messaggi: 141
Iscritto il: sab mag 01, 2004 1:10 am
Contatta:

Messaggioda Bike » dom mag 16, 2004 8:24 pm

Andrea ha scritto:Ottima analisi Rob! ;-)


Thks, Andrè.... :-)

Andrea ha scritto:....ma sinceramente nn mi sento di mettere Whis You Were Here sullo stesso piano di CAPOLAVORO con Dark Side!


In effetti la mia frase può essere considerata un confronto ma non voleva esserlo, intendevo dire semplicemente che nonostante la "sindrome del foglio bianco" in cui i Floyd erano incappati dopo aver sfornato un capolavoro come Dark, son venute fuori cosette come Shine On e WYWH, e direi che non è poco :wink:

Avatar utente
Andrea
Senior
Senior
Messaggi: 2403
Iscritto il: dom mag 02, 2004 11:05 pm
Località: Cosenza
Contatta:

Messaggioda Andrea » dom mag 16, 2004 9:20 pm

Su questo nn ci piove! :wink:


Andrea
"Heaven sent the promised land

Looks alright from where I stand

Cause I'm the man

On the outside looking in

Waiting on the first step

Show where the key is kept

Point me down the right line

Because it's time"

Knifemaster
Wallaro
Wallaro
Messaggi: 46
Iscritto il: gio mag 20, 2004 7:04 pm
Contatta:

Messaggioda Knifemaster » mar mag 25, 2004 5:58 pm

Disco stupendo per contenuti, che rivoluziona (in un certo senso) l' old style dei Floyd...ma proviamo a prendere in esame l' enigmatica copertina: c'è un prisma attraversato da un raggio di luce che si scompone nei colori dell' arcobaleno...probabilmente è l' uomo che viene scomposto nelle sue follie, paure, ambizioni e contraddizioni...
La critica elogia questo album pieno di classici indimenticabili (Time, Us and Them, Money, The Great Gig In The Sky), mentre i fan si divodono sul tema in due fazioni: i vecchi classicisti dei Floyd che considerano questa svolta eccessivamente azzardata e coloro che l' hanno accolta a braccia aperte... :)

Avatar utente
Lucifer Sam#1
Wallaro
Wallaro
Messaggi: 223
Iscritto il: dom mag 02, 2004 2:47 pm
Località: UFO Club
Contatta:

Messaggioda Lucifer Sam#1 » sab mag 29, 2004 7:44 pm

The Dark Side Of The Moon è un capolavoro assoluto, uno dei più influenti album della storia, che riesce ad unire nei suoi solchi influenze progressive, rock, pop, jazz e psichedeliche...
Grandi liriche e musica eterna. 8)

Lucifer Sam
"C'è sempre un po' di follia nell'amore, ma c'è sempre un po' di ragione, nella follia"
(F.W. Nietzsche)

Knifemaster
Wallaro
Wallaro
Messaggi: 46
Iscritto il: gio mag 20, 2004 7:04 pm
Contatta:

Messaggioda Knifemaster » sab mag 29, 2004 11:58 pm

Parole Sante! :smt059

Avatar utente
Lucifer Sam#1
Wallaro
Wallaro
Messaggi: 223
Iscritto il: dom mag 02, 2004 2:47 pm
Località: UFO Club
Contatta:

Messaggioda Lucifer Sam#1 » dom mag 30, 2004 3:15 am

... e tutto questo in soli 45:58...

Lucifer Sam
"C'è sempre un po' di follia nell'amore, ma c'è sempre un po' di ragione, nella follia"

(F.W. Nietzsche)

Knifemaster
Wallaro
Wallaro
Messaggi: 46
Iscritto il: gio mag 20, 2004 7:04 pm
Contatta:

Messaggioda Knifemaster » dom mag 30, 2004 3:53 pm

Pensa, io stò ancora piangendo per il vinile mio di DSOTM che si è scassato l'altroieri...

Avatar utente
Lucifer Sam#1
Wallaro
Wallaro
Messaggi: 223
Iscritto il: dom mag 02, 2004 2:47 pm
Località: UFO Club
Contatta:

Messaggioda Lucifer Sam#1 » dom mag 30, 2004 3:58 pm

Eeeeeeeeeh... ti capisco... tempo fa rovinai una copia in CD di A Saucerful Of Secrets... tre mesi per riprendermi, anche dopo averlo ricomprato! :cry: :lol:

Lucifer Sam
"C'è sempre un po' di follia nell'amore, ma c'è sempre un po' di ragione, nella follia"

(F.W. Nietzsche)

Avatar utente
Ludovica
Wallaro
Wallaro
Messaggi: 22
Iscritto il: gio set 02, 2004 11:45 pm
Località: Pavia
Contatta:

Messaggioda Ludovica » ven set 03, 2004 11:31 pm

Fino ad ora, probabilmente è l'album che preferisco dei Pink Floyd!
E' il loro LP-SIMBOLO del dopo Barrett. Roger Waters scrive sulle cose che portano l'uomo alla follia: il tempo sprecato, la paura della morte, il denaro, il non comunicare con gli altri. Testi grigi e realisti, supportati però da inimitabili musiche ad opera del gruppo...Gilmour protagonista con la sua chitarra blues! E aggiungo...le note toccanti di Wright...soprattutto in Us and them e The great gig in the sky.
Una conclusione come Eclipse mi fa rabbrividire...la ricollego proprio all'immagine in cui la luna copre il sole, per quello ho i brividi!

Ludovica
Ultima modifica di Ludovica il dom set 05, 2004 8:22 pm, modificato 1 volta in totale.