Post Concerto - a noi la parola

In The Flesh?
Avatar utente
Mrpinky
Senior
Senior
Messaggi: 2870
Iscritto il: dom giu 19, 2005 10:18 pm
Località: Delta del Po, nella parte più oscura della Luna!
Contatta:

Re: Post Concerto - a noi la parola

Messaggioda Mrpinky » mar apr 05, 2011 5:29 pm

fletcher ha scritto:...pienamente d'accordo... avendo visto lo spettacolo sia il 1° che il 2 aprile, agli amici che c'erano alla seconda serata ho detto che già  il primo accordo di In The Flesh valeva metà  prezzo del biglietto.. : Wink :


QUOTO in pieno.......... :greetings-clapyellow:
MR.PINKY
The Mr.Pinky Discography, http://digilander.libero.it/mrpinky

The Lunatics, http://www.thelunatics.it
PINK FLOYD. STORIE E SEGRETI (Giunti, 2012)
IL FIUME INFINITO. TUTTE LE CANZONI DEI PINK FLOYD (Giunti, 2014)

Avatar utente
the machine
Wallaro
Wallaro
Messaggi: 60
Iscritto il: mer ott 20, 2010 2:46 pm

Re: Post Concerto - a noi la parola

Messaggioda the machine » mer apr 06, 2011 8:36 am

è stata la prima volta che ho assistito ad un loro concerto. il più bello della mia vita.
non sapevo dove guardare.
come ha già  scritto qualcuno, si veniva bombardati da ogni direzione, da una cascata di suoni immagini installazioni.è stata la prima volta che ad un concerto resto quasi impietrita perchè è quasi troppo forte l'effetto. il primo pensiero all'uscita è stato "devo rivederlo". chissà  se riuscirò a tornare a luglio..
meraviglioso.

pongo un quesito, a questo punto. quando dagli aerei iniziano a scendere i simboli in rosso (shell, mercedes,....), secondo voi quale significato va dato alla croce? mi pare che è trattata in modo diverso dagli altri. ovvero che , mentre per tutti gli altri si apre il portellone dell'aereo e si vedono prima all'interno dello stesso e poi scendere lentamente, per la croce mi sembra di ricordare che l'inquadrataura è sempre dall'esterno dell'aereo e che si vedono solo quando vengono lanciate come bombe. mi chiedo: la croce nel video è un altro simbolo-potere (la chiesa) che viene contestato oppure è una specie di "riconduzione ad unità " di tutti gli altri, come dire un effetto (la morte) che tutti gli altri comportano? 017
non so se mi sono spiegata... all'uscita è sorto questo animoso confronto tra me e il mio ragazzo e vorri sapere come la pensate! grazie.
p.s. non so se ricordate.. era sorto un dubbio sulla validità  dei miei biglietti. bene! erano ok!! fiuuuuuuuu
Non esiste il lato oscuro della luna. E' tutta oscurità.

Avatar utente
fletcher
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 5820
Iscritto il: sab feb 19, 2005 4:21 pm
Località: flester Memorial Home
Contatta:

Re: Post Concerto - a noi la parola

Messaggioda fletcher » mer apr 06, 2011 8:52 am

credo che vada interpretato come il simbolo della chiesa cristiana.. peraltro a me pare che sia il primo simbolo che si vede e ricordo benissimo che erano tutti "inquadrati" nella stiva dell'aereo in attesa di essere lanciati..
per cui viene trattato esattamente come gli altri, anzi forse pure peggio visto che è il primo simbolo ad apparire...
...So ya..Thought ya...
Might like to go to the show...

Avatar utente
the machine
Wallaro
Wallaro
Messaggi: 60
Iscritto il: mer ott 20, 2010 2:46 pm

Re: Post Concerto - a noi la parola

Messaggioda the machine » mer apr 06, 2011 8:59 am

hai ragione fletcher. sto rivedendo ora good bye blue sky e in effetti è così. avevo un ricordo sbagliato, che poteva cambiare tutta l'interpretazione. grazie. 005
Non esiste il lato oscuro della luna. E' tutta oscurità.

Avatar utente
JimmyAngel
Wallaro
Wallaro
Messaggi: 177
Iscritto il: mer lug 30, 2008 11:24 pm
Località: BARI
Contatta:

Re: Post Concerto - a noi la parola

Messaggioda JimmyAngel » mer apr 06, 2011 9:08 am

Mi meraviglia il fatto che non si sia sentito parlare di azioni legali da parte di Shell e Mercedes Benz nei confronti di Roger. Comunque quel video degli aerei che sganciano i simboli è stupefacente.

Avatar utente
fletcher
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 5820
Iscritto il: sab feb 19, 2005 4:21 pm
Località: flester Memorial Home
Contatta:

Re: Post Concerto - a noi la parola

Messaggioda fletcher » mer apr 06, 2011 10:01 am

in merito ai video proiettati durante "Goodbye Blue Sky" c'è questo interessante articolo in cui Waters viene chiamato a rispondere di antisemitismo

http://liberacircolazione.wordpress.com ... ideologie/
...So ya..Thought ya...
Might like to go to the show...

Avatar utente
Mathilda
Floydiano
Floydiano
Messaggi: 1121
Iscritto il: mer dic 28, 2005 11:51 am
Località: San Severino Marche
Contatta:

Re: Post Concerto - a noi la parola

Messaggioda Mathilda » mer apr 06, 2011 1:04 pm

Non è certo il luogo adatto per affrontare un discorso così delicato...comunque mi pare che questa sia la proverbiale "storm in a cup of tea", una tempesta in un bicchiere. Stanno facendo polemiche sterili e forzate da un nonnulla. Allora anche i Cristiani dovrebbero sentirsi offesi, visto che anche il loro simbolo viene chiamato in causa... sta di fatto che da millenni la religione è una delle prime cause di guerra nel mondo. E questo comprende anchela religione ebraica.

Invece di sparare cazzate, la gente dovrebbe iniziare a farsi due domande.
PIEFFE FANS CLUB TESSERA 00002


If I go insane, please don't put your wires in my brain.....

Avatar utente
Mrpinky
Senior
Senior
Messaggi: 2870
Iscritto il: dom giu 19, 2005 10:18 pm
Località: Delta del Po, nella parte più oscura della Luna!
Contatta:

Re: Post Concerto - a noi la parola

Messaggioda Mrpinky » mer apr 06, 2011 8:48 pm

http://www.rockol.it/news-229426/Concer ... di-Milano-
Pure Rockol c'è cascata nel Pesce d'Aprile!!! 005 005 005


PS: dopo Floyd Chanell. 044
MR.PINKY
The Mr.Pinky Discography, http://digilander.libero.it/mrpinky

The Lunatics, http://www.thelunatics.it
PINK FLOYD. STORIE E SEGRETI (Giunti, 2012)
IL FIUME INFINITO. TUTTE LE CANZONI DEI PINK FLOYD (Giunti, 2014)

Avatar utente
Algie
Wallaro
Wallaro
Messaggi: 61
Iscritto il: sab gen 09, 2010 9:09 pm
Località: In The Dark Side Of Planet GONG
Contatta:

Re: Post Concerto - a noi la parola

Messaggioda Algie » mer apr 06, 2011 9:43 pm

Mrpinky ha scritto:http://www.rockol.it/news-229426/Concerti,-Roger-Waters--il-primo-show-di-Milano-
Pure Rockol c'è cascata nel Pesce d'Aprile!!! 005 005 005


PS: dopo Floyd Chanell. 044

è tutto partito da Nino Gatti, che credibilità  ne ha :)
Ho mormorato un voto di silenzio e adesso
non sento neanche più quel che penso ad alta voce
estinto dalla luce accendo la notte
indosso la sua oscurità con un sorriso vuoto
wearing the inside out

Avatar utente
Mrpinky
Senior
Senior
Messaggi: 2870
Iscritto il: dom giu 19, 2005 10:18 pm
Località: Delta del Po, nella parte più oscura della Luna!
Contatta:

Re: Post Concerto - a noi la parola

Messaggioda Mrpinky » mer apr 06, 2011 10:12 pm

Algie ha scritto:...è tutto partito da Nino Gatti, che credibilità  ne ha...


Algie, non vorrei illuderti, ma lo abbiamo ideato io e Nino il 31 sera... 044
E hanno tutti abboccato... a Milano non si parlava d'altro e al momento di "Comfortably Numb" erano tutti ancora a vedere se fosse apparso Gilmour... 005
MR.PINKY
The Mr.Pinky Discography, http://digilander.libero.it/mrpinky

The Lunatics, http://www.thelunatics.it
PINK FLOYD. STORIE E SEGRETI (Giunti, 2012)
IL FIUME INFINITO. TUTTE LE CANZONI DEI PINK FLOYD (Giunti, 2014)

Avatar utente
Atom
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 5484
Iscritto il: ven mag 07, 2004 9:19 am
Contatta:

Re: Post Concerto - a noi la parola

Messaggioda Atom » mer apr 06, 2011 10:14 pm

me compreso.... Immagine
Non sorridiamo perché qualcosa di buono è successo,
ma qualcosa di buono succederà perché sorridiamo.

-----------------------
beppe

Il quadro nell'avatar è opera di Giuliano Giuggioli "Libertà".

Avatar utente
Alexander C.
Floydiano
Floydiano
Messaggi: 598
Iscritto il: dom mar 04, 2007 6:27 am
Località: Bologna
Contatta:

Re: Post Concerto - a noi la parola

Messaggioda Alexander C. » gio apr 07, 2011 6:27 am

Benvenuto Uncle Floyd : Wink :

Avatar utente
fletcher
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 5820
Iscritto il: sab feb 19, 2005 4:21 pm
Località: flester Memorial Home
Contatta:

Re: Post Concerto - a noi la parola

Messaggioda fletcher » gio apr 07, 2011 11:43 am

a quasi una settimana dal concerto penso di aver smaltito i bagordi pre-durante-post evento per cui provo a fare una lucida analisi di quanto visto/sentito...
mettetevi comodi perchè non sarà  una cosa breve : Mr green :
per chi ancora non ci è andato consiglio di soprassedere... vero è che l'impatto audiovisivo è inimmaginabile ma non sapere ciò che sta per accadere aumenta di sicuro l'effetto..
a luci accese, prima dell'inizio, pare non vedersi niente... quei due pezzi di muro ai lati quasi non si notano e non lasciano presagire niente..
ho apprezzato la puntualità  dell'inizio.. vero è che abbiamo aspettato questo concerto per 30 anni.. e quindi Roger non ci fa attendere oltre..
simpatica anche la presentazione, con la questione delle foto e dei flash che i soliti imbecilli (a parte qualcuno che inavvertitamente fa partire il lampo) putualmente disattendono...
dopo la breve intro con "Outside" ecco il primo accordo di "In The Flesh??"... beh, credetemi... l'impatto è stato davvero tremendo... 3 secondi prima sei tranquillo, al buio, in un palazzetto dello sport con amici vicino... e poi c'è questo MI+ che ti prende, ti solleva, ti catapulta in un nanosecondo in un'altra dimensione.. ti ritrovi come su un altro pianeta (lo "Show") illuminato a giorno, pervaso da questi suoni, rumori, che prendono possesso di te, di ogni tuo senso, di ogni respiro.. 20 secondi senza tregua.. sembra un'apocalisse.. ed infatti è la fine.. Roger attacca il discorso commemorativo... "Così.. tu.. eri convinto di venire a vedere uno spettacolo..." con In The Flesh? finiscono i Pink Floyd.. i concerti, l'allegria, i grandi tour, l'assalto dei fans.. a questo punto ci si toglie la maschera e si fa vedere cosa c'è "dietro"... lo Stukas si schianta al suolo con una fiammata... il grande volo è finito..
con i tre pezzi autobiografici seguenti inizia il bombardamento di immagini, anche se ancora molto contenuto.. immancabile la foto di Eric Fletcher Waters, e tante altre immagini di gente che non è più tornato a casa...
Mother ci regala un bellissimo video del tour del 1980... su questo solo si capsice subito che Kilminster se ne starà  buono buono a fare il suo bravo compitino, magari con un suono un po' tagliente, poco dolce, ma le note son quelle, pochi cazzi... e devo dire, eseguite anche molto bene..
la versione è allungata... il solo dura qualche battuta in più e non dispiace..
uno dei pezzi più discussi è stato Goddbye Blue Sky... per prima cosa per la splendida esecuzione.. suono avvolgente e ben equalizzato con le voci... ma sopratutto per l'uso smisurato della simbologia.. qualcuno si è lamentato, altri non hanno capito.. in effetti il messaggio è molto forte.. ma secondo me anche piuttosto semplice: la religione come il commercio, l'industria stanno distruggendo il mondo...
Empty Spaces ci ripropone gli immancabili "flowers" e complice un muro in costruzione le immagini cominciano a diventare spettacolari.. What Shall We Do Now è potentissima e introduce una Young Lust notevole, penalizzata però, la prima sera, da un solo non proprio ben eseguito... (mi pare che la prima sera l'abbia fatto Kilm mentre la seconda sera, venuto fuori meglio, m'è parso di vedere Snowy)
davanti ad una delle poche aperture di un muro ormai in completamento Roger, seduto, ci canta One Of My Turn e quindi Don't Leave me Now.. sul solo, tristissimo come al solito, il muro diventa una tempesta di colori.. molto bello davvero.. ABITW3 viene allungata, riepilogando alcuni dei riff e dei temi della prima parte... Goodbye Cruel World termina la prima parte, si riaccendono le luci e ci riportano, stralunati ed increduli, nel parterre del Filaforum..
tempo di recuperare una birra e c'è Hey You... altro pezzo di punta del concerto..
credo che pochissimi artisti possano mai aver pensato di suonare (ma anche recitare) un pezzo nascosti dietro un muro alto una ventina di metri e largo una settantina... è incredibile come ci si senta un tutt'uno con il pubblico mentre si guardano questi mattoni bianchi e dietro di esso Kilminster riesce a tirare dal "solo" tutta la malinconia, la sofferenza, la disperazione di un uomo e della sua solitudine... il solo della seconda sera l'ho sentito davvero straziante.. mi veniva da piangere...
Is There non ha avuto, secondo me, lo stesso impatto che ha sul disco.. o forse è stata offuscata da Hey You che l'ha preceduta e, ovviamente, dall'attesa di un altro must: Nobody Home...
altro pezzo scenicamente d'effetto.. ma musicalmente non m'ha convinto troppo..
molto ma molto meglio Vera...
Brign The Boys invece è spettacolare... sia musicalmente che per le immagini, davvero toccanti...
Comfortably è un altro pezzo che tutti aspettano... il vocal di Roger è inimitabile così come il solo di David... questo pezzo andrebbe fatto solo in presenza di entrambi.. se manca uno dei due è blasfemia...
il solo finale viene ben eseguito e riesce ad essere persino coinvolgente... ma, a parte il solito suono forse un pochino metal, per quanto bene si possa eseguire, per quanto si possa studiare, per quanto possa essere apprezzabile... non sarà  mai come quello di David Gilmour...
The Shw Must go On ci restituisce la band in "prima fila"... simpatica l'esecuzione quasi a cappella, le voci si sentono bene e sono gradevoli.. peraltro spezzano un po' prima di rientrare in "pompa magna" con "In The Flesh" e tutta la sua potenza...
Run Like Hell vede un bel coinvolgimento del pubblico da parte della band... e come pezzo viene ben eseguito.. piccola differenza tra la prima e la seconda sera: nella prima Carin fa il solo classico di synth... nella seconda si lascia andare ad atmosfere psichedeliche...
WAiting for The Warm è un'apoteosi.. sul riff finale pensi che i martelli debbano uscire dal muro e debbano schiacciare il pubblico..
Stop introduce una The Trial in cui Roger fa tutte le parti (ma non le canta lui) mentre sul muro scivolano le immagini che ben conosciamo... da notare una perfetta trasposizione di Roger nel filmato: ogni figura (il prof, la moglie, la madre) viene proiettata con la sua ombra sul muro del filmato... così come Roger proietta la sua vera ombra sul vero muro.. pazzesco!
il crollo del muro è andato meglio la prima sera mentre Outside The Wall e relativo fuori programma son stati più calorosi la seconda...
ottima prova dei musicisti, con menzione particolare per il solito Carin, per Harry e per Graham Broad (drummers)
...So ya..Thought ya...
Might like to go to the show...

Avatar utente
Atom
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 5484
Iscritto il: ven mag 07, 2004 9:19 am
Contatta:

Re: Post Concerto - a noi la parola

Messaggioda Atom » gio apr 07, 2011 12:03 pm

wow Veccio! complimenti, l'ho letto tutto di un fiato! : Thumbup :
Non sorridiamo perché qualcosa di buono è successo,
ma qualcosa di buono succederà perché sorridiamo.

-----------------------
beppe

Il quadro nell'avatar è opera di Giuliano Giuggioli "Libertà".

Avatar utente
fletcher
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 5820
Iscritto il: sab feb 19, 2005 4:21 pm
Località: flester Memorial Home
Contatta:

Re: Post Concerto - a noi la parola

Messaggioda fletcher » gio apr 07, 2011 12:09 pm

grazie Veccio : Wink :
a dire il vero.. avevo iniziato con un'altra intenzione.. però poi ho visto che solo per il primo pezzo avevo scritto una decina di righe : Lol : rischiavo di finire per domattina...
il fatto è che a me The Wall ogni volta mi manda in estasi.. ed ogni vola che lo ascolto/vedo mi fa pensare a delle cose nuove, dei particolari che magari prima non avevo notato... :think:
...So ya..Thought ya...
Might like to go to the show...