ROSSO FLOYD

Qui potete scrivere tutto sulla storia,i concerti e altre curiosità della band
Avatar utente
topix
Floydiano
Floydiano
Messaggi: 631
Iscritto il: mer apr 21, 2010 9:35 pm
Località: Gavorrano

Re: ROSSO FLOYD

Messaggioda topix » lun set 27, 2010 9:30 pm

Bè il fatto che in tre giorni sei a metà  dell'opera la dice lunga..........quello che mi piace è proprio quel mix di verità  e fantasia a cui puoi dare la tua interpretazione personale, a secondo del personaggio che ti piace di più. L'autore si vede chiaramente che tifa Barrett. Un libro che guarda la loro storia da un punto di vista diverso, che a fatti certi e personaggi certi,mescola parole di fantasia. E oltre le parole sembra che l'autore voglia interpretarne anche i pensieri. Lo sò che sei un pò ostico riguardo a questo, e la minima critica verso il gruppo ti tocca, ma spero che alla fine prenderai il libro per quel che è : qualcosa di curioso, stuzzicante,leggero e un pochino misterioso. Io intanto alla prossima occasione passo a qualcosa di più pesante.
chi vuol esser lieto sia del doman non v'è certezza

Avatar utente
fletcher
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 5820
Iscritto il: sab feb 19, 2005 4:21 pm
Località: flester Memorial Home
Contatta:

Re: ROSSO FLOYD

Messaggioda fletcher » lun set 27, 2010 10:22 pm

si si, di sicuro non attaccherò l'autore al muro, se dovessi incontrarlo... : Lol :
è che per me i Pink Floyd sono qualcosa di tremendamente serio e, oserei dire, intimo e personale che ho, spesso, una reazione antiallergica nei confronti di chi ha un rapporto altrettanto diretto...
ammetto di aver letto delle frasi interessanti ("Syd non è stato cacciato perchè era impazzito... è impazzito perchè lo stavano cacciando...") ma ho fatto tante di quelle riflessioni su di loro e tante ancora ne farò che ho solo bisogno di notizie, aneddoti, pensieri e avvenimenti reali e non di riflessioni di altri fan e/o scrittori..
che poi, sapendo che sono riflessioni, uno si mette l'anima in pace e se lo legge con un altro spirito...
ma a volte ho difficoltà  a capire se l'avvenimento o la frase o lo stato d'animo di Roger o David sia reale o immaginario..
perchè poi, alla fine della fiera, di questo si tratta: una sognante introspezione (a volte è Roger, a volte è David) nella personalità  dei due trascinatori del gruppo relativamente all'abbandono (cacciata) di Syd, il quale è l'idolo immortale ed inarrivabile, l'inizio e la fine che per suo volere non ci sarà  mai...

mo smetto che sennò lo scrivo io, un libro... : :s :
...So ya..Thought ya...
Might like to go to the show...

Avatar utente
topix
Floydiano
Floydiano
Messaggi: 631
Iscritto il: mer apr 21, 2010 9:35 pm
Località: Gavorrano

Re: ROSSO FLOYD

Messaggioda topix » mar set 28, 2010 10:06 pm

Bravissimo ,gli hai dato la giusta interpretazione. Ti sei accorto che il libro si stà  adattando a Te ????
chi vuol esser lieto sia del doman non v'è certezza

Avatar utente
fletcher
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 5820
Iscritto il: sab feb 19, 2005 4:21 pm
Località: flester Memorial Home
Contatta:

Re: ROSSO FLOYD

Messaggioda fletcher » mer set 29, 2010 8:40 am

uhmm, piuttosto sto cercando di adattarmici io, al libro : Wink :
...So ya..Thought ya...
Might like to go to the show...

Avatar utente
topix
Floydiano
Floydiano
Messaggi: 631
Iscritto il: mer apr 21, 2010 9:35 pm
Località: Gavorrano

Re: ROSSO FLOYD

Messaggioda topix » mer set 29, 2010 10:45 pm

Sono uno di quei bambini. Stavamo facendo lezione quando è entrato quell'uomo, bibigliò qualcosa all'orecchio del professore, e subito lo stavamo seguendo nel corridoio, come topi dietro il pifferaio. Nella scena successiva siamo in uno studio di registrazione: ci danno un foglio con il testo di ANOTHER BRICK IN THE WALL part 2 , ci fà  sentire come dobbiamo cantarla, la proviamo un paio di volte, poi la registriamo. e' stato bellissimo, nessuno ne ha parlato ma la nostra ricompensa era quell'esperienza stessa. Adesso sono cresciuto, e quello che successe dopo non si può perdonare . Parlo del video. Quella canzone fù lanciata come singolo ed ebbe un successo enorme, prima in classifica in tutto il mondo per un anno. Bene, in televisione passava continuamente il video ,un film di tre minuti in cui c'era la nostra voce ma noi no, perchè ci avevano rimpiazzato con delle comparse.........bastardi bambini-comparsa che muovevano le labbra in play-back, bastardi,bastardi,bastardi! Samuel Riddick
chi vuol esser lieto sia del doman non v'è certezza

Avatar utente
Arber
Floyder con le palle
Floyder con le palle
Messaggi: 5355
Iscritto il: dom lug 10, 2005 3:12 pm
Località: Roma
Contatta:

Re: ROSSO FLOYD

Messaggioda Arber » gio set 30, 2010 8:27 pm

Più leggo sti spezzoni Loreno e più mi viene una specie di repulsione esagerata...

Non so perché.

Però lo sto quasi odiando sto libro.
Penso non lo comprero mai.
Neanche sotto tortura...

: Captain :
:scared-shocked:

Avatar utente
pieffe
Senior
Senior
Messaggi: 3395
Iscritto il: ven mar 18, 2005 1:25 pm
Località: La Vallée

Re: ROSSO FLOYD

Messaggioda pieffe » gio set 30, 2010 8:28 pm

044 Immagino un tuo prossimo regalo per Natale. 044
Shine on.
Pieffe.

Avatar utente
topix
Floydiano
Floydiano
Messaggi: 631
Iscritto il: mer apr 21, 2010 9:35 pm
Località: Gavorrano

Re: ROSSO FLOYD

Messaggioda topix » dom ott 03, 2010 8:56 am

No Alber, non è così, e non puoi basare giudizi su spezzoni presi a caso (in genere i più corti, anche con vistosi tagli) . il libro ha un suo filo logico, che è quello di far discutere, e tutte quelle strane storie,fatti un pò misteriosi, compresi i risentimenti e le lamentele delle persone che sono state a stretto contatto con il gruppo, ecco secondo me sono il sale e il pepe del libro ( forse, e dico forse stà  piacendo anche a flecther).......Pieffe, non ho capito granchè la storia dei siamesi, Tu come l'hai presa ????
chi vuol esser lieto sia del doman non v'è certezza

Avatar utente
Whatty
Fan
Fan
Messaggi: 343
Iscritto il: mar giu 19, 2007 11:48 am
Località: offidaparmaparmaoffida
Contatta:

Re: ROSSO FLOYD

Messaggioda Whatty » dom ott 03, 2010 11:07 pm

Guarda Topix, quel libro fa pena più che altro perché l'autore non si inventa nulla, prende la vita dei pf e la cambia come vuole lui. I commenti di chi ha avuto a che fare con la band sono inventati, lo sai? è questo il problema... uno da un libro del genere si aspetta cose molto diverse.
Io mi aspettavo che l'autore prendesse canzoni dei pf, o aneddoti anche, e da lì partisse con divagazioni fantasiose ed oniriche (che si ritrovano molto di rado nel libro), diciamo che mi aspettavo quasi un libro di poesie.
Una biografia rimaneggiata non serve a nulla. Può intrattenere la lettura ok, ma per chi non sa la storia dei pink floyd è fuorviante.
In pratica le uniche due parti che mi sono piaciute (o forse poche altre che non mi tornano in mente) sono quella sui siamesi e quella su arnold layne.

I siamesi sono Pink Anderson e Floyd Council. Syd Barrett ha unito i loro nomi per dare il nome alla band. Siamesi perché ora vivono uniti.
I know a mouse and he hasn't got a house
I don't know why I call him Gerald
He's getting rather old but he's a good mouse

Avatar utente
topix
Floydiano
Floydiano
Messaggi: 631
Iscritto il: mer apr 21, 2010 9:35 pm
Località: Gavorrano

Re: ROSSO FLOYD

Messaggioda topix » lun ott 04, 2010 7:11 am

Te lo dice il titolo "rosso floyd" se pensavi di trovare poesie avresti trovato "Rosa floyd". Sapevo di Anderson e Council, ma non che si chiamassero i siamesi.(c'è ancora molto da imparare).
chi vuol esser lieto sia del doman non v'è certezza

Avatar utente
fletcher
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 5820
Iscritto il: sab feb 19, 2005 4:21 pm
Località: flester Memorial Home
Contatta:

Re: ROSSO FLOYD

Messaggioda fletcher » lun ott 04, 2010 9:19 am

secondo me li definisce lui "siamesi"...
diciamo la verità , nessuno (o quasi) sapeva dell'esistenza di Pink Anderson e Floyd Council... finchè qualcuno non ne ha unito i nomi e quindi sono diventati famosissimi in tutto il mondo (diciamo di riflesso)
esattamente come quando nascono due siamesi... se non lo fossero stati nessuno avrebbe saputo della loro esistenza...
quante volte la tivù ci da la notizia di due bimbi siamesi nelle Filippine o sulla Cordigliera della Ande... nessuno avrebbe conosciuto quei bimbi, se fossero nati "normali".. il fatto che siano siamesi li ha fatti conoscere al mondo..
ecco, io la leggo così...
...So ya..Thought ya...
Might like to go to the show...

Avatar utente
Whatty
Fan
Fan
Messaggi: 343
Iscritto il: mar giu 19, 2007 11:48 am
Località: offidaparmaparmaoffida
Contatta:

Re: ROSSO FLOYD

Messaggioda Whatty » mar ott 05, 2010 1:18 am

topix ha scritto:Te lo dice il titolo "rosso floyd" se pensavi di trovare poesie avresti trovato "Rosa floyd".

non ho capito... che intendi?
Vabe, io avevo dato per scontato che li definisce lui siamesi, ed era per questo che mi era piaciuta quella parte, ha interpretato un concetto in maniera del tutto personale. In molte altre parti del libro non fa altro che prendere un aneddoto e rimaneggiarlo giusto per quello che fa comodo a lui.
I know a mouse and he hasn't got a house
I don't know why I call him Gerald
He's getting rather old but he's a good mouse

Avatar utente
fletcher
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 5820
Iscritto il: sab feb 19, 2005 4:21 pm
Località: flester Memorial Home
Contatta:

Re: ROSSO FLOYD

Messaggioda fletcher » mar ott 05, 2010 8:53 am

beh, Whatty.. alla fine il libro lo scrive lui e ci mette quello che gli pare...
il punto è questo: il libro è una divagazione sui Pink Floyd, un immaginare le cose nella convinzione-speranza che siano andate in un certo modo, una personale (e comoda) spiegazione degli eventi e degli stati d'animo (pure questi, spesso, immaginari).. in una parola "interpretazione"
non bisogna considerarla come una biografia..
mi mancano poche pagine a finirlo e, sebbene non mi sia veramente piaciuto, topix, sono comunque contento di averlo letto.. : Wink :
...So ya..Thought ya...
Might like to go to the show...

Avatar utente
Whatty
Fan
Fan
Messaggi: 343
Iscritto il: mar giu 19, 2007 11:48 am
Località: offidaparmaparmaoffida
Contatta:

Re: ROSSO FLOYD

Messaggioda Whatty » mar ott 05, 2010 3:16 pm

ma sì, è palese che si tratta di un'interpretazione, è solo che non è quello che cercavo, ed il libro così com'è non m'ispira nulla. Tutto qui. Più che altro è parecchio deludente in generale una cosa del genere, aspettarsi una certa cosa dopo aver letto il retro della copertina, e trovare tutt'altro.
I know a mouse and he hasn't got a house
I don't know why I call him Gerald
He's getting rather old but he's a good mouse

Avatar utente
fletcher
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 5820
Iscritto il: sab feb 19, 2005 4:21 pm
Località: flester Memorial Home
Contatta:

Re: ROSSO FLOYD

Messaggioda fletcher » mar ott 05, 2010 3:19 pm

Whatty ha scritto:.. non è quello che cercavo,.


idem, infatti l'ho detto nel mio primo post : Wink :
...So ya..Thought ya...
Might like to go to the show...