ROSSO FLOYD

Qui potete scrivere tutto sulla storia,i concerti e altre curiosità della band
Avatar utente
topix
Floydiano
Floydiano
Messaggi: 631
Iscritto il: mer apr 21, 2010 9:35 pm
Località: Gavorrano

Re: ROSSO FLOYD

Messaggioda topix » dom nov 07, 2010 10:27 pm

[quote="Arber"]Ho finalmente capito qual'è la sensazione che mi scatena sto libro (grazie agli spoiler di Topix).

[/i]

se è per questo gli ho fatto pure gli alettoni : Smile : e le prese d'aria laterali.....
domandina fatale: ma perchè quando si parla di Syd, sento come un irrigidimento, un'ingessatura del discorso, un prendere le distanze..??? :think:
chi vuol esser lieto sia del doman non v'è certezza

Avatar utente
Alexander C.
Floydiano
Floydiano
Messaggi: 598
Iscritto il: dom mar 04, 2007 6:27 am
Località: Bologna
Contatta:

Re: ROSSO FLOYD

Messaggioda Alexander C. » lun nov 08, 2010 5:41 am

Parlando per me, poi ognuno dirà  la propria, io adoro la figura di Syd ... tanto da averci scritto anche una canzone a riguardo ... : RedFace :
Ad ogni modo, Syd ha avviato l'astronave Floyd e -apparentemente- era l'unico a conoscerne i comandi ... ma, per continuare con le metafore, quando ha 'settato i controlli verso il cuore del sole' (alquanto inospitale, diciamo, per via di un certo eccesso di calore : Wink : ) l'alternativa di bruciare insieme a lui era poco ... ehm ... sensata?
Ecco perchè quando, col senno di poi che son bravi tutti, si accusano gli altri Pink Floyd di o averlo destituito senza tanti complimenti o di aver sempre vissuto di rendita dei suoi sprazzi di quando c'era ancora con la testa o che la parte più 'figa' è quella con lui e il resto non è granchè al fan medio gli girano e non poco.
Diciamolo una volta per tutte ... i Pink Floyd NON sono entrati nella storia per via del mito di Syd ... semmai il contrario ... il mito di Syd si è potuto alimentare perchè è stato un leader di breve leggendaria durata in una band che poi è entrata nella storia.
E' vero che le tematiche e le atmosfere di follia e alienazione bazzicate dai Pink Floyd derivano in gran parte dall'aver sperimentato la pazzia di Syd a stretto contatto ... ma questa è stata la bravura dei Pink Floyd di riuscire a decodificare in note musicali ciò che li ha circondati.
Comunque è un discorso trito, chi non la pensa così può tranquillamente ascoltarsi Piper a ripetizione e basta ... io, per quanto lo adori e per quanto abbia indugiato volentieri ad ascoltarmi per ore anche i suoi brillanti lavori solisti, sotto tortura potrei anche rinunciare a Piper ... ma non rinuncerei mai a Wish You Were Here, Animals, The Wall, The Final Cut ... ecco, a quelli non potrei proprio riunciare. Syd rimane un grandissimo, e non me ne vorrà  spero : Smile :

Avatar utente
fletcher
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 5820
Iscritto il: sab feb 19, 2005 4:21 pm
Località: flester Memorial Home
Contatta:

Re: ROSSO FLOYD

Messaggioda fletcher » lun nov 08, 2010 9:03 am

Alexander C. ha scritto:Diciamolo una volta per tutte ... i Pink Floyd NON sono entrati nella storia per via del mito di Syd ... semmai il contrario ... il mito di Syd si è potuto alimentare perchè è stato un leader di breve leggendaria durata in una band che poi è entrata nella storia.


purtroppo è una verità  troppo scomoda per essere accettata..
come scrissi tempo fa i Pink Floyd in un certo qual modo sono Syd.. che da "presenza fisica" è diventata "entità  paranormale"..
ai suo ex compagni va dato il merito di averlo fatto continuare a "vivere", mettendo in atto ed alimentando questa trasfigurazione..
non esistono i Pink Floyd con e/o senza Syd... esistono i Floyd con Syd visibile e poi con Syd "trasfigurato"... almeno fino a The Wall...
...So ya..Thought ya...
Might like to go to the show...

Avatar utente
topix
Floydiano
Floydiano
Messaggi: 631
Iscritto il: mer apr 21, 2010 9:35 pm
Località: Gavorrano

Re: ROSSO FLOYD

Messaggioda topix » lun nov 08, 2010 3:07 pm

verissimo, concordo con tutte e due le posizioni di alex e fletcher (leggermente più distante) ma a volte è come se parlando del corpo umano, uno non volesse riconoscerne una parte, chennesò, un orecchio, un naso, o una mano.
chi vuol esser lieto sia del doman non v'è certezza

Avatar utente
topix
Floydiano
Floydiano
Messaggi: 631
Iscritto il: mer apr 21, 2010 9:35 pm
Località: Gavorrano

Re: ROSSO FLOYD

Messaggioda topix » lun nov 08, 2010 3:27 pm

A proposito di Rosso floyd, vedo che il topics ogni giorno viene visitato, ma vorrei sapere se sono visitatori del sito che magari vogliono leggere una nuova pagina, oppure i dissennatori (moderatori nel film di Harry Potter) che controllano chi spara cavolate.
in fondo molti di voi adesso hanno il libro, ma se volete leggere nuove pagine fatemelo sapere.........
chi vuol esser lieto sia del doman non v'è certezza

Avatar utente
fletcher
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 5820
Iscritto il: sab feb 19, 2005 4:21 pm
Località: flester Memorial Home
Contatta:

Re: ROSSO FLOYD

Messaggioda fletcher » lun nov 08, 2010 5:24 pm

per quel che mi riguarda leggo ogni topic che presenta un nuovo messaggio : Cool :
...So ya..Thought ya...
Might like to go to the show...

Avatar utente
pieffe
Senior
Senior
Messaggi: 3395
Iscritto il: ven mar 18, 2005 1:25 pm
Località: La Vallée

Re: ROSSO FLOYD

Messaggioda pieffe » lun nov 08, 2010 6:30 pm

Io pure... tutti... tranne ROSSO FLOYD... 044 044
Shine on.
Pieffe.

P.S. Ovviamente scherzo! Mi piace rileggere alcuni estratti del libro: a casa o in ufficio... : Thumbup : Bravo topix!

Avatar utente
topix
Floydiano
Floydiano
Messaggi: 631
Iscritto il: mer apr 21, 2010 9:35 pm
Località: Gavorrano

Re: ROSSO FLOYD

Messaggioda topix » ven nov 19, 2010 10:53 pm

"Potevano continuare a chiamarsi Geoff Mott and the Mottoes...."
"Nome orribile invero tra quanti mai"
"O Ramblers......"
"La grande sciocchezza!"
"Ammetto, ma se si fermavano lì noi ci saremmo salvati"
"E tormentiamoci sù, per un pò furono chiamati anche i New-comers....."
"Poi i Those Without, sic!"
"Eh sic,sic,! intanto adesso non saremmo ridotti così"
"Anche Jokers Wild no? Joker Wild!"
"Un momento bisogna vedere chi c'era..."
"Basta ce ne fosse uno, sai come sono fatti no? Scomporsi e ricomporsi, includerne altri, farsi adottare, ritrovarsi, non era solo questione di nomi, erano instabili dentro, come cercassero la giusta combinazione.....Disgregarsi e riaggregarsi, ogni volta avvicinandosi di un passo alla meta..."
"E di Sigma Six, che mi dici?
"L'impegno che ci mettevano a trovare nomi brutti..."
"Come Abdabs..."
"O Megadeaths.."
"Subito peggiorato in Screaming Abdabs"
"E ancora potevamo salvarci. Anche quando diventarono gli Spectrum five, potevamo salvarci"
"Fino ai Leonard's Lodgers, pensa ancora in tempo, anzi no, fino a Tea Set, il nome più ridicolo che si sia mai sentito"
"Poi"
"Ogni volta che arrivi a questo punto ti blocchi, eppure lo sai come è andata, lo sai come lo sò io: gli è caduto gli occhi su un mio disco.....un disco che avrà  visto centinaia di volte, come il tuo...."
"E centinaia di volte insieme, li avrà  visti, ma quella volta.."
"Fosse stato uno degli altri non sarebbe successo niente, ma era Lui..."
"Lui è quello che ha lo spettro di diamante nell'occhio, Lui è quello che fà  diventare le cose vere.."
"Ma ci siamo dentro per sempre. Da quel momento, da quello sguardo sui nostri due dischi"
"Fu come se la prima volta ci vedesse, dislocati, ma uniti, il potere del demone , ognuna delle nostre metà  se ne stava nascosta in un nome...."
"In un disco"
"Lui come un chilurgo separò quella mia metà , la saldò alla tua e ci fece rinascere così "
"Di solito li separano i siamesi: a noi è toccato l'unico che li crea...."
"Mi piaceva il mio nome, PINK ANDERSON.."
"E a me piaceva il mio, FLOYD COUNCIL..."
"Bisogna ammettere però che PINK FLOYD è bellissimo..."
I siamesi.
chi vuol esser lieto sia del doman non v'è certezza

Avatar utente
topix
Floydiano
Floydiano
Messaggi: 631
Iscritto il: mer apr 21, 2010 9:35 pm
Località: Gavorrano

Re: ROSSO FLOYD

Messaggioda topix » sab nov 27, 2010 2:45 pm

L'Astoria, chi non lo sapesse, è la grande casa galleggiante trasformata da Dave in uno dei più sofisticati studi di registrazione che io abbia mai visto.
Io sono Jeremy Chancelin, capotecnico del suono di "The division bell".
Dentro l'Astoria c'è un salone tutto intarsiato in legno antico, solo per chitarre.
Sette chitarre classiche fra cui un chitarrone andaluso, più due chitarre flamengo; una quindicina di chitarre acustiche fra cui una Martin Dreadnought (per l'esattezza una D35), una Levin,tre Ovation Legend (di cui una elettrificata), una Gibson J200 Celebrity, una Gibson Everly Brothers, e una Martin a 12 corde (quella con cui improvvisò le famose quattro note di "Shine on"; due chitarre resofoniche Dobro; quattro chitarre semiacustiche, fra cui una Epiphone Emperator e una Rickenbacker; tredici chitarre elettriche e precisamente due Gibson Les Paul, due Gretsch (una White Falcon e una Penguin), una Fender Esquire, due Fender Telecaster ( di cui una con il precedente nome Broadcaster) e sei Stratocaster, una delle quali è il numero 001 della serie limitata delle White-Gold Mary Kaye, uno dei pezzi più pregiati al mondo insieme alla D45 di Endrix; infine una Fender lap steel e, sempre che si possano considerare chitarre due Fender pedal steel, una 1000 e una 2000.
:| 103 : Eeek : 101 :scared-eek: :scared-shocked:
Da svenire solamente affacciandoci sulla soglia......!!
chi vuol esser lieto sia del doman non v'è certezza

Avatar utente
roger
Floyder
Floyder
Messaggi: 1985
Iscritto il: ven set 02, 2005 10:14 pm
Località: BIBBSTOCK un posto reso magico da tutti voi
Contatta:

Re: ROSSO FLOYD

Messaggioda roger » dom nov 28, 2010 5:51 pm

io farei svenire lui quando rientra a casa se riuscissi ad entrarci dentro a quel barcone : Eeek : 044 044
R
ma io sono fiero del mio sognare, di questo eterno mio incespicare

www.thelunatics.it

Avatar utente
topix
Floydiano
Floydiano
Messaggi: 631
Iscritto il: mer apr 21, 2010 9:35 pm
Località: Gavorrano

Re: ROSSO FLOYD

Messaggioda topix » gio dic 02, 2010 7:17 pm

Clive Metcalf attribuisce a Syd una Telecaster Esquire. In realtà  l' Esquire fu la prima Fender messa sul mercato (1950).
L' anno successivo Leo Fender pensò di aggiungere un secondo pick-up: questa nuova chitarra, identica nel resto alla Esquire, fu chiamata Broadcaster, ma la Gretsch fece causa poichè aveva già  registrato quel nome.
Per qualche mese, allora Fender mise in vendita quello strumento senza il nome sulla paletta: oggi quei rari esemplari vengono indicati come "Nocaster". Alla fine del 51' fu scelto il nome di Telecaster
: e poichè la due pick-up ebbe molta più fortuna dell'altro modello, la Esquire finì col venire considerata dai più una variante della Telecaster.
Dunque corregga l'amico O'Reilly: Jimmy Page decorò una Telecaster, ma Syd decorò una Esquire.
chi vuol esser lieto sia del doman non v'è certezza

Avatar utente
topix
Floydiano
Floydiano
Messaggi: 631
Iscritto il: mer apr 21, 2010 9:35 pm
Località: Gavorrano

Re: ROSSO FLOYD

Messaggioda topix » ven dic 10, 2010 10:35 pm

"Il 5 febbraio 1970 c'è stata la prima mondiale di ZABRISKIE POINT. A distanza di due mesi, come valuta l'andamento del film?
Un'insuccesso,il mio errore è stato puntare su shock di immagini che non avevano più nulla di scioccante.
L'unica mia consolazione è che almeno tre brani dei pink floyd li ho messi, mentre al grande Stanley, non è rimasto niente.
Mi immagino la sua faccia (risatina) quando un anno dopo 2001,la BBC accompagnò l'allunaggio del 20 luglio 1969 con la musica dei Pink Floyd....."

Michelangelo Antonioni.
chi vuol esser lieto sia del doman non v'è certezza

Avatar utente
topix
Floydiano
Floydiano
Messaggi: 631
Iscritto il: mer apr 21, 2010 9:35 pm
Località: Gavorrano

Re: ROSSO FLOYD

Messaggioda topix » dom dic 19, 2010 3:45 pm

Madre dal cuore atomico, "atomic heart mother"....
ed ecco il titolo del brano e del dell'album,un titolo sul quale milioni di persone si sono rotte la testa.....
Quanto alla mucca posso dare ragguagli anche su di lei: si chiama Lulubelle III e viveva con quattro compagne nella fattoria Potter, esattamente a metà  strada fra Cambridge e Londra.
La fotografò al volo Storm Thorgerson mentre Wright, che come al solito aveva sbagliato scorciatoia, chiedeva informazioni.
Geesin, tanto per non smentire la sua fama di gaffeur, disse "Cinque mucche, come voi quando c'era anche Barrett"....
chi vuol esser lieto sia del doman non v'è certezza