Addio Richard, vola più in alto delle nuvole ora.

The Great Gig In The Sky
Avatar utente
Atom
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 5484
Iscritto il: ven mag 07, 2004 9:19 am
Contatta:

Re: Addio Richard, vola più in alto delle nuvole ora.

Messaggioda Atom » gio ott 09, 2008 5:53 pm

vero, ma nel cuore di uno E dell'altro... :wink:

il fatto è che dobbiamo stare agli elementi che ci ha fornito la storia e le dichiarazioni fatte nelle interviste nel corso degli anni.... e viene un pò da trarre obiettivamente delle considerazioni.... non è che sono elementi campati proprio in aria, questo si può decidere di farlo o non farlo, nessuno può giudicare, ma credo che fare delle considerazioni o delle riflessioni anche se spigolose sia possibile, in un forum soprattutto, visto che è un mezzo che serve a quello per natura sua....

è vero che come dice Riccardo capita che se ne vanno delle persone e spesso non siamo riusciti a dire quello che vogliamo per tempo, ma è anche vero, ed è capitato al sottoscritto, se vogliamo metterla sul piano delle interelazioni sociali degli individui, che ai funerali si vedono persone che tirano fuori le lacrime di coccodrillo senza "darsi uno sguardo dentro".... ora non voglio NEANCHE IO credere che sia questo il caso, però consentitemi una riflessione, non voglio male a Roger Waters eh, semplice e pura riflessione tratta da elementi letti, da storie scritte, da interviste e quant'altro mi ha appasionato negli anni e non presunti elementi o altro....

pardon se ho urtato l'animo di qualcuno....
Non sorridiamo perché qualcosa di buono è successo,
ma qualcosa di buono succederà perché sorridiamo.

-----------------------
beppe

Il quadro nell'avatar è opera di Giuliano Giuggioli "Libertà".

Avatar utente
Fabio
Floyder
Floyder
Messaggi: 1885
Iscritto il: sab ago 28, 2004 6:31 pm
Località: Cantù
Contatta:

Re: Addio Richard, vola più in alto delle nuvole ora.

Messaggioda Fabio » gio ott 09, 2008 6:49 pm

Non posso fare altro che accodarmi all'Atom-pensiero.
Divided...... I Fall, I fall, I fall.




RICHARD WRIGHT FAN CLUB TESSERA 00001

Avatar utente
Fabio
Floyder
Floyder
Messaggi: 1885
Iscritto il: sab ago 28, 2004 6:31 pm
Località: Cantù
Contatta:

Re: Addio Richard, vola più in alto delle nuvole ora.

Messaggioda Fabio » gio ott 09, 2008 6:53 pm

Passando un po' oltre le polemiche...
Stavo pensando che ormai è passato quasi un mese, però ogni volta che mi torna in mente è come se si riformasse un po' questo blocchetto di ghiaccio nell'esofago.
Ho come un rifiuto totale a credere che sia successo davvero....
Sadness.
Divided...... I Fall, I fall, I fall.




RICHARD WRIGHT FAN CLUB TESSERA 00001

Avatar utente
BrainDamage
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 5660
Iscritto il: ven apr 30, 2004 7:13 am
Località: Una nazione di merda
Contatta:

Re: Addio Richard, vola più in alto delle nuvole ora.

Messaggioda BrainDamage » gio ott 09, 2008 7:01 pm

Allora stò preparando il dvd tributo a Wright che comprende:
Filmato in Germania (inedito) per la presentazione di Broken China nella sede della Yamaha crucca.
Filmati già  usciti ma che ho deciso ugualmente di accorpare: breaktrough con Gilmour del 2002 a Parigi, Night of thousand etc etc,Broken China EPK, più un'intervista con Barrett nel 1967 o 68 non ricordo.Per finire tutti i reportage che ho trovato nel web che comunicavano la sua morte,alcuni italiani,uno tedesco,australiano,canadese e americano.Credo che per questo fine settimana se andrà  tutto bene sarà  su yeeshkul e nell'hub.
************************************************************
I've been mad for fucking years.....absolutely years

************************************************************

Avatar utente
Fabio
Floyder
Floyder
Messaggi: 1885
Iscritto il: sab ago 28, 2004 6:31 pm
Località: Cantù
Contatta:

Re: Addio Richard, vola più in alto delle nuvole ora.

Messaggioda Fabio » gio ott 09, 2008 7:27 pm

Ma fabri, scusa l'off topic... com'è che io da anni non riesco più ad entrare nell'hub? :shock:
Divided...... I Fall, I fall, I fall.




RICHARD WRIGHT FAN CLUB TESSERA 00001

Avatar utente
BrainDamage
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 5660
Iscritto il: ven apr 30, 2004 7:13 am
Località: Una nazione di merda
Contatta:

Re: Addio Richard, vola più in alto delle nuvole ora.

Messaggioda BrainDamage » gio ott 09, 2008 7:43 pm

tu mi avevi richiesto la password e poi più nulla
************************************************************
I've been mad for fucking years.....absolutely years

************************************************************

Avatar utente
DB
Senior
Senior
Messaggi: 2052
Iscritto il: mar giu 12, 2007 3:45 pm
Località: Roma
Contatta:

Re: Addio Richard, vola più in alto delle nuvole ora.

Messaggioda DB » ven ott 10, 2008 10:27 am

BrainDamage ha scritto:Allora stò preparando il dvd tributo a Wright...

gran bel lavoro...
grazie Fab.
[DB]

Quasi tutti pensano che per essere un buon musicista blues uno debba per forza soffire. Io penso che non sia così. A me il blues piace soprattutto come suono. Quando sento certe note provo un autentico senso di felicità... - Jimi Hendrix 11 Feb 1967 -

Avatar utente
Mrpinky
Senior
Senior
Messaggi: 2870
Iscritto il: dom giu 19, 2005 10:18 pm
Località: Delta del Po, nella parte più oscura della Luna!
Contatta:

Re: Addio Richard, vola più in alto delle nuvole ora.

Messaggioda Mrpinky » lun ott 13, 2008 6:05 pm

Un semplice pensiero da parte di una persona amica (che non è del forum). Leggete bene, è favoloso.
Grazia GL! Grazie di questo!
Stefano

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

A Richard Wright: Pink Floyd per l'eternità .

A esser sincero sono totalmente attonito. Svogliato. Di solito le discese aiutano gli oggetti a scendere verso il basso, ma il basso ora non c'è: la forza di gravità  è assente.
Forse, e solo ciò mi viene di getto, un motivo esiste ! Esso è tremendamente e sottilmente perverso, profondo, tragico.
Sisifo ingannò Tanato riuscendo a sconfiggere la morte, gli dei però non gli perdonarono l'oltraggio.
Così Omero nell'Odissea:
"E poi Sisifo vidi, che spasmi orrendi pativa che con entrambe le mani spingeva un immane macigno. Esso, facendo forza con ambe le mani ed i piedi su su fino alla vetta spingeva il macigno, ma quando già  superava la cima, lo cacciava indietro una forza. Di nuovo al piano così rotolava l'orrendo macigno. Ed ei di nuovo in su lo spingeva e puntava; e il sudore scorrea pei membri e via gli balzava dal capo la polvere".

Alle sette della sera, Seamus dalla Trinacria mi annuncia via etere: "Tanato s'è preso Richard".
L'indifferenza più totale mi coglie. Come se me lo avesse detto un tibetano nel suo slang più incomprensibile.
Ero impegnato in quel momento. Il pensiero era volto ad altro. Ed era il 15 settembre, alle sette della sera.
A poco a poco il mio macigno s'è messo a correre, i fuochi del Redentore del 15 luglio 1989 li avevo improvvisamente tutti tra il mio intestino ed il cuore. Una ferocia assurda di sensazioni crescenti fino alla nausea. Numeri su numeri e facevo a gara col cellulare a chi fosse più pazzo: se lui a svolgere il suo compito, o io nel calpestare velocemente i suoi tasti.
Già  mezz'ora dopo avevo il volto che era una maschera violacea orrenda incorniciata da un liquido salato che sgorgava incontrollato dagli occhi.
E tutti, tutti i pinkfloydiani d'Italia di cui avessi il cellulare … volevo sentirli respirare.
Capire ! Sapere ! Sperare che no … nel giro di mezz'ora il mondo sapeva, ed il mio sedere era avvitato non so bene dove. E piangevo, si !, piangevo.
Ho superato i cinquanta, ma ero riprecipitato nella più cupa disperazione infantile.

Non avevo quindici anni quando a un paio di giorni dalla sua uscita, avevo nelle mani la vacca divenuta più famosa al mondo: Lulubelle III. Non sapevo cosa stessi per ascoltare, ne cosa stesse per significare quel momento per tutto il resto della mia vita.
Fu sconvolgente: a metà  dell'ottobre del 1970, già  confuso ma discreto conoscitore di musica, inclusa la classica, fui scaraventato improvvisamente verso il soffitto della stanza che mi ospitava.
Il suono di quella composizione sconosciuta e quella mucca che mi osservava …

Eppure, ed io ancora non lo sapevo, già  da quasi un anno Ummagumma viaggiava per il mondo: Sysyphus già  c'era.
Non ebbi difficoltà  di li a poco di conoscere tutto quanto quei cinque poco più che ventenni avessero gettato fuori dalla Loro Cornucopia, e io sono così cresciuto letteralmente mano nella mano con tutti Loro.
Amavo Syd ma già  se n' era ito, mentre David, Nick, Richard e Roger (ordine alfabetico!) camminavano con me, giorno per giorno … e crescevano … e invecchiavano.
Paradossalmente, la presenza più costante e idealmente affine di tutto la mia esistenza !

E tutto questo in maniera gentile, riservata .. estremamente personale. Non c'era ostentazione. Un " long playing" ogni tanto, ma l'intesa era profonda. Profonda e totale. Una carezza per la zona più sottile dell'anima e, pur nella sua planetarietà , totalmente discreta e reinterpretata soggettivamente.

Sapevo poi che un giorno, un qualche giorno non conosciuto del tragitto di ciascuno, tutto questo sarebbe potuto sfumare. Finire. Pensavo in cuor mio che un giorno simile mai l'avrei voluto vivere. Non mi sembrava possibile. Certo è chiaro che questo riguardava anche me. Ma nell'egoismo umano potremmo includere che la propria dipartita include anche la simultanea non sofferenza per la dipartita altrui. Quindi come tutti gravitavo e gravito nella speranza vana della immortalità  quale soluzione al rifiuto della sofferenza procurata da Tanato.

E la morte di Richard Wright, ha distrutto una parte di me.
Sisifo ! Solo il genio introverso di Richard Wright, sempre lontano dai clamori, poteva partorire Sisifo.
Lui, era il Pink Floyd che non c'era … Eppure era sempre li che tesseva sottilissimi fili tra i ritmi di Nick, che creava ininterrotte simbiosi eteree col lamento scagliato all'infinito di David, come pure dialogava col basso energico e furente del sempreterno animo in pena di Roger.
No! Credo che per molto non riuscirò ad affrontare SySyphus … Un brano importantissimo che rappresenta alla perfezione il personaggio mitologico da cui prende il titolo. Un passaggio importantissimo della musica del novecento.
Un immortale lamento che grava sulla testa di tutti gli uomini.

Richard Wright si dice che oggi stia governando il Cuore del Sole.
Nel frattempo Sisifo continua a non darsi pace. Non un attimo per guardarsi intorno, per cogliere l'immensità  del cosmo, dove ogni pianeta ha i suoi lati bui.
Poi Sisifo si ferma e lascia il Suo macigno … corre sul monte come un pazzo disperato, allunga la mano e raccoglie lo sguardo dal centro del Sole.
Che sia l'agognata libertà  ?
MR.PINKY
The Mr.Pinky Discography, http://digilander.libero.it/mrpinky

The Lunatics, http://www.thelunatics.it
PINK FLOYD. STORIE E SEGRETI (Giunti, 2012)
IL FIUME INFINITO. TUTTE LE CANZONI DEI PINK FLOYD (Giunti, 2014)

Avatar utente
pieffe
Senior
Senior
Messaggi: 3395
Iscritto il: ven mar 18, 2005 1:25 pm
Località: La Vallée

Re: Addio Richard, vola più in alto delle nuvole ora.

Messaggioda pieffe » lun ott 13, 2008 8:32 pm

clap clap clap clap clap clap
Shine on.
Pieffe.

Avatar utente
Atom
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 5484
Iscritto il: ven mag 07, 2004 9:19 am
Contatta:

Re: Addio Richard, vola più in alto delle nuvole ora.

Messaggioda Atom » lun ott 13, 2008 8:41 pm

complimenti clap clap
Non sorridiamo perché qualcosa di buono è successo,
ma qualcosa di buono succederà perché sorridiamo.

-----------------------
beppe

Il quadro nell'avatar è opera di Giuliano Giuggioli "Libertà".

Avatar utente
Fabio
Floyder
Floyder
Messaggi: 1885
Iscritto il: sab ago 28, 2004 6:31 pm
Località: Cantù
Contatta:

Re: Addio Richard, vola più in alto delle nuvole ora.

Messaggioda Fabio » lun ott 13, 2008 9:29 pm

Belle parole davvero... :| :(
Divided...... I Fall, I fall, I fall.




RICHARD WRIGHT FAN CLUB TESSERA 00001

Avatar utente
JimmyAngel
Wallaro
Wallaro
Messaggi: 177
Iscritto il: mer lug 30, 2008 11:24 pm
Località: BARI
Contatta:

Re: Addio Richard, vola più in alto delle nuvole ora.

Messaggioda JimmyAngel » lun ott 13, 2008 10:01 pm

Che dire? Credo che abbia riassunto il vero sentimento che ci ha accomunato in quel triste periodo.
E' pero' bello sapere ed avere la certezza in fondo ai nostri cuori che comunque non siamo i soli ad avere questi sentimenti. Queste sensazioni, seppur di tristezza, ci uniscono, come se fossimo una persona sola, come se ci fossimo da sempre conosciuti.

Jimmy

pinkfloydiano
Novizio
Novizio
Messaggi: 5
Iscritto il: ven ott 10, 2008 10:44 pm

Re: Addio Richard, vola più in alto delle nuvole ora.

Messaggioda pinkfloydiano » gio ott 23, 2008 1:22 pm

Sono un ragazzo di 14 anni , non riesco ad accettare questa scompersa è grazie a rick ed ai suoi compagni di battaglia che ho scoperto un fantastico mondo la musica ! vi prego se qualcuno sa se ci saranno concerti in memoria di rick dei rimanenti pink floyd fatemi sapere.. rick un grande saluto da un tuo grandissimo e riconoscente fan!
what shall we use to fill the empty spaces,
where we used to talk?
how shall i fill the final places?
how shall i complete the wall?

Avatar utente
Atom
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 5484
Iscritto il: ven mag 07, 2004 9:19 am
Contatta:

Re: Addio Richard, vola più in alto delle nuvole ora.

Messaggioda Atom » gio ott 30, 2008 1:04 pm

ho appreso questo youtube dal NG....

http://it.youtube.com/watch?v=Fi9zKRldyFo

bella, essenziale...

Mi fa davvero sentire Richard Wright nell'animo.... :smt001
Non sorridiamo perché qualcosa di buono è successo,
ma qualcosa di buono succederà perché sorridiamo.

-----------------------
beppe

Il quadro nell'avatar è opera di Giuliano Giuggioli "Libertà".

Avatar utente
pieffe
Senior
Senior
Messaggi: 3395
Iscritto il: ven mar 18, 2005 1:25 pm
Località: La Vallée

Re: Addio Richard, vola più in alto delle nuvole ora.

Messaggioda pieffe » gio ott 30, 2008 7:05 pm

Quoto.
Shine on. :D
Pieffe.