"Ci sono due vantaggi nella nostra anonimità,nel nostro non esserci mai venduti per la nostra faccia. Uno è che puoi andare in giro per la strada senza problemi, l'altro vantaggio, che stiamo scoprendo ora, è che, dal momento che nessuno ci vede come rock star, possiamo andare in giro a 45 anni a suonare finchè ci và, perchè nessuno ci ha mai considerati come Mick Jagger o Rod Stewart. Verrà un giorno in cui la gente non accetterà più Mick jagger, un sessantenne che balla. Ma oggi riesco a immaginarmi i Pink Floyd che suonano a 70 anni. Perchè uno spettacolo dei Pink Floyd non è centrato sugli individui.
E' la musica, sono le luci..."

Rick Wright-durante il tour americano del 1987

 

Home Rick

Discografia

Sessions

Immagini

The Band

Home

 


Richard William Wright è nato il 28 Luglio 1945 in una famiglia benestante. Frequentò la prestigiosa scuola di Haberdashers. "All'eta di 17 anni mi iscrissi alla Regent Street School of Architecture, dove incontrai Roger Waters e Nick Mason. Formammo un gruppo al college,e dopo sei mesi si uni a noi il chitarrista solista Syd Barrett.Io suonavo il pianoforte. Cosi si formarono i Pink Floyd anche se cambiamo il nome per poi riadottarlo.".Dal punto di vista formale l'educazione di Rick si limitò ad un corso di pianoforte al London College of Music che durò quindici giorni. Membro attivo del gruppo fin dagli esordi, fù però silurato da Roger Waters prima dell'uscita di The Wall, dovuta soprattutto alle incomprensioni tra i due,sfociata durante la lavorazione dell'album, quando negli ultimi stadi di registrazione, Wright decise di rimanersene in Grecia,nell'autunno del 1979, e Waters riusci a persuadere Mason e Gilmour ad allontanarlo. "Roger e io non ci capivamo più, era un fatto personale. Qualunque cosa cercassi di fare, non andava bene. Mi era quasi impossibile lavorare con lui.Dovevamo abbandonare il paese per un anno, sperando che The Wall ci facesse guadagnare abbastanza soldi per pagare le tasse.Lui disse (Waters): " O te ne vai appena l'album è finito o io mando tutto al diavolo".Il che mi metteva in una situazione impossibile.Era ovviamente un bluff,ma,conoscendo Roger,temevo che fosse anche capace di farlo davvero;e questo avrebbe voluto dire niente diritti dall'album.Cosi fui obbligato ad accettare.E in un certo modo fui anche contento di andarmene,perchè non ne potevo più di quell'atmosfera".Bob Ezrin ha raccontato più o meno la stessa storia,dipingendo Wright come "Una vittima della crudeltà quasi teutonica di Roger.Non importa quel che Rick faceva, non sembrava mai abbastanza ben fatto per Roger.Per me era chiaro che Roger non aveva alcun interesse a che lui suonasse bene".E Peter Jenner ha notato un'inquietante parallelo con la guerra ordita dal bassista,oltre dieci anni prima,con un altro membro dei Floyd assai vulnerabile,Syd Barrett.D'altro canto Nick Griffits disse: "All'epoca di The Wall,Wright già non aveva più interesse verso i Floyd. Gli interessava di più il tempo libero,andare in barca vela per le isole greche,far la vita della ricca rock star.Di conseguenza Roger decise che se non voleva metterci tutto il suo impegno,doveva andarsene". Altre persone aggiunsero infine che un altro motivo della dipartita di Rick fù dovuta anche al fatto che si facesse di coca. Durante i concerti di The wall suonò come sessionman, e alla fine fù l'unico a guadagnarci,poichè le spese per portare in giro il monumentale show incisero non poco sulle spese del gruppo e Rick in qualità di stipendiato evitò di rimetterci di tasca propria.I fans dei Pink si accorsero della sua uscita dal gruppo solo quando uscì The Final Cut.Dopo aver trascorso qualche tempo in Grecia,tornò nei Floyd quando uscì A Momentary Lapse of Reason.Suonò come session man,mentre con The Division Bell venne reintegrato come membro ufficiale del gruppo.