torna alla home page
torna alla discografia torna ai singoli

 

Point Me at the Sky - Careful With That Axe, Eugene

(Columbia DB 8511, 17 Dicembre 1968)

A differenza dei precedenti 45 giri, Point Me At The Sky uscì nei negozi con una normale copertina a immagini raffigurante una foto del gruppo. Il singolo era stato registrato negli studi di Abbey Road il 4 novembre 1968 in un'unica session di studio. Il lato A (inedito come il B su album ufficiali) è stato inserito in un'antologia del gruppo edita in America con il titolo Works (Capitol ST 12276 stereo, 1983). L'edizione francese di questo 45 giri presenta una foto diversa sulla copertina (Columbia CF 182, 1968), così come quella giapponese edita nel 1972 (Odeon OR 29799). In Italia questo 45 uscì solo nel 1973, ancora una volta con una foto di copertina diversa dalle altre (Harvest 3C 006-05459, 1973). Tra le edizioni estere la più atipica è sicuramente quella giapponese (uscita subito dopo la prima), che presenta Point Me At TheSky sul lato A e Arnold Layne (!) sul B: come sempre, la copertina è a colori (Odeon OR 2367,1968).

Point Me at the Sky - Waters
Careful With That Axe, Eugene - Waters-Wright-Mason-Gilmour

 

Point Me at the Sky torna sù

Hey Eugene
This is Henry McClean
And I've finished my beautiful flying machine
And I'm ringing to say
That I'm leaving and maybe
You'd like to fly with me
And hide with me baby
Isn't it strange
How little we change
Isn't it sad we're insane
Playing the games that we know and in tears
The games we've been playing for thousands

And thousands and thousands
Pointing to the cosmic glider
"Pull this plastic glider higher
Light the fuse and stand right back"
He cried "This is my last goodbye"
Point me at the sky and tell it fly
Point me at the sky and tell it fly
Point me at the sky and tell it fly
And if you survive till two thousand and five
I hope you're exceedingly thin
For if you are stout you will have to breathe out
While the people around you breathe in
Breathe in
Breathe in
Breathe in
People pressing on might say
It's something that I hate to say
I'm slipping down to eat the ground
A little refuge on my brain
Point me at the sky and tell it fly
Point me at the sky and tell it fly
Point me at the sky and tell it fly
And all we've got to say to you is goodbye
It's time to go better run and get your bags it's goodbye
Nobody cry it's goodbye
Crash crash crash crash goodbye

Careful with that axe,Eugene torna sù

(strumentale)

Point Me at the Sky

Ehi Eugenio
Questo è Henry McClean
Ed io ho finito la mia bella macchina volante
Ed sto cercando di dire
Che sto andando via e forse
Gradiresti volare con me
E nasconderti con me bambino
Non è strano
Come poco cambiamo
Non è triste noi siamo folli
Giocando i giochi che conosciamo ed in lacrime
I giochi che abbiamo giocato a migliaia
E migliaia e migliaia
Puntando all'aliante cosmico
"Tiri di nuovo questo aliante di plastica
Accendi la miccia e stai giusto dietro"
Lui pianse "Questo è il mio ultimo addio"
Puntami al cielo e digli vola
Puntami al cielo e digli vola
Puntami al cielo e digli vola
E se sopravvivi fino a duemila e cinque
Spero che tu sia molto leggero
Nel caso tu sia robusto dovrai espirare
Mentre le persone intorno a te inspirano
Inspirano
Inspirano
Inspirano
La gente che pressa con forza dice
È qualcosa che odio dire
Stò scivolando in giù per mangiare la terra
Un piccolo rifugio nel mio cervello
Puntami al cielo e digli vola
Puntami al cielo e digli vola
Puntami al cielo e digli vola
E tutto quello che dobbiamo dirti è addio
È ora di andare meglio correre e prendere le tue borse è un addio
Nessuno piange è un addio
Crash crash crash crash addio

Careful with that axe,Eugene

(strumentale)